Questa ricetta è stata letta 106volte

Le patate duchesse, in francese pommes duchesse, sono un tipico contorno francese molto fantasioso e decorativo grazie alla forma elicoidale. Tale forma si ottiene usando il sac à poche.  (cit. Wikipedia)

Io le ho rese ancora più fantasiose abbinando alla patata classica, la patata viola che oltre ad essere gustosa (ricorda vagamente il sapore delle castagne)  ha delle proprietà benefiche perchè possiedono attività antiossidante e antiradicalica (quindi contro i processi di invecchiamento, processi infiammatori e modificazioni cancerogene).

Ok la mia dose di Superquarkismo è finita (tanto ho fatto solo il copia e incolla) e ora parliamo della ricetta.

Le mie patate duchesse sono fatte con le patate classiche e quelle viola, le ho abbinate alle cime di broccolo romanesco lessato e accompagnate da una purea di piselli, una purea di zucca e da una classica salsa besciamella.

Ingredienti:

Per le patate duchesse:

200 g di patate classiche
200 g di patate viola
40 g di burro
2 tuorli 
40 g di parmigiano o grana
sale
pepe
noce moscata 
 
1 broccolo romanesco
sale

Per la purea di piselli:

250 g di piselli surgelati
mezza cipolla
25 g di burro
1 cucchiaio di latte
sale
pepe

Per la purea di zucca:

250 g di zucca pulita
1/2 cipolla
20 gr di burro
20 ml di latte
noce moscata
sale
olio

Per la besciamella:

25 g di burro
25 g di farina
250 ml di latte
noce moscata
sale
pepe

 

Pulire il broccolo e ricavare delle cimette integre.

Lessarle in acqua bollente salata.

Scolarle e freddarle in acqua e ghiaccio per mantenere vivo il colore della verdura. Tenere da parte.

 

Per la purea di piselli:

Sbollentare i piselli in acqua salata.

Scolarli e ripassarli in un tegame con una noce di burro e cipolla.

patate duchesse fantasia

Passarli al mixer.

Versare il composto in un tegame aggiungere il burro e il latte e lasciar insaporire per qualche minuto. Aggiustare di sale e pepe.

patate duchesse fantasia

 

Per la purea di zucca:

Mettere la zucca pulita in una tegame con un filo di olio, la cipolla sale e pepe e lasciar cuocere per circa una ventina di minuti.

patate duchesse fantasia

Frullare la zucca col mixer e continuare la cottura in un pentolino aggiungendo il burro e il latte. Unire la noce moscata grattugiata.

Mescolare bene fino ad ottenere un composto spumoso e vellutato.

patate duchesse fantasia

 

Per la besciamella:

In un tegame lasciar scogliere il burro a fuoco moderato. Unire la farina e mescolare rapidamente con una frusta. Lasciar cuocere un paio di minuti il cosidetto Roux.

Unire il latte caldo e continuare a mescolare fino al raggiungimento del bollore cercado di evitare la formazione di grumi.  Lasciar cuocere la “farina” ancora per una decina di minuti a fuoco molto basso continuando a mescolare.

Togliere dal fuoco, salare, pepare e versare la noce moscata appena grattugiata.

adscn4258-300x225

Preparare le duchesse. Lavare bene le patate e con tutta la buccia metterle a lessare separatamente in acqua fredda salata.

patate duchesse fantasia

Ovviamente i tempi di cottura sono differenti pertanto fare la classica prova forchetta.

Scolarle e ancora calde spellarle.

In due scodelle differenti schiacciare le patate con uno schiacciapate o passaverdura e aggiungere in entrambe le terrine 20 g di burro tagliato a pezzetti. Mescolare con una forchetta,  fino a che il burro non si sia sciolto completamente.

Continuando a lavorare separatamente i due impasti unire per ciascuno metà dose di parmigiano, sale, pepe e la noce moscata grattugiata. Aggiungere un uovo a terrina e mescolare bene.

Versare i due impasti in due sac-à-poche con i beccucci a stella e su una leccarda foderata di carta forno dare forma alle patate duchesse.

Cuocere in forno caldo a 180 gradi per una quindicina di minuti.

 

Chiedo umilmente perdono ma ho perso tutte le foto scattate in questa fase di preparazione 🙁

 

Preparare ora il piatto disponendo tutti gli ingredienti a piacere e servire caldo.

 

patate duchesse fantasia

 

patate duchesse fantasia

 

Proprietà intellettuale di Barbara Ciorba del blog Una “tappa” in cucina

 

 

 

Questa ricetta è stata letta 106volte

Print Friendly, PDF & Email