Questa ricetta è stata letta 127volte

A modo mio solo perchè ho sostituito le noci con le mandorle a causa della mia allergia, ma la ricetta è identica a quella del grande Maestro! Quindi o leggete la mia fatta con le mandorle o prendete direttamente la versione originale in questa pagina.

Ingredienti:

Per la massa alle mandorle

35 g di miele d’acacia
240 g di zucchero semolato
75 g di acqua
250 g di panna
300 g di mandorle sgusciate

 

Per la pasta frolla

250 g di tuorlo (sono circa 13-14 tuorli medio grandi)
250 g di zucchero a velo
250 g di burro
750 g di farina 0
1 bacca di vaniglia
 

Per la copertura:

Gelatina trasparente (quella per le crostate di frutta)
 

Fate il caramello: mettete in un pentolino bel caldo l’acqua e lo zucchero e fate sciogliere senza mescolare.

Crostata di Grenoble di Montersino ma a modo mio

Quando il caramello è pronto unite il miele scaldato e fate caramellare.

Crostata di Grenoble di Montersino ma a modo mio

Poi aggiungete la panna calda poco alla volta. Spegnete la fiamma e unite le mandorle tritate grossolanamente.

Crostata di Grenoble di Montersino ma a modo mio

Mescolate bene e fate raffreddare il composto in una terrina.

Crostata di Grenoble di Montersino ma a modo mio

Nel frattempo preparate la pasta frolla: miscelate in una planetaria farina, zucchero a velo, burro morbido a pezzi, la vaniglia in bacche. Quando la farina avrà un aspetto sabbiato unite i tuorli a filo e finite di impastare. Stendete con le mani la frolla su carta forno e fate riposare in frigo 30 minuti circa.

Crostata di Grenoble di Montersino ma a modo mio

Trascorso il tempo, spennellate su una parte della frolla (quella che servirà per la griglia) una miscela di panna e tuorlo (50 g e 50 g). Con un tarocco dentato formate sulla pasta delle righine ondulate.

Crostata di Grenoble di Montersino ma a modo mio

Fate riposare ancora in frigo. Stendete la frolla con il mattarello fino a uno spessore di 12 cm e foderate uno stampo imburrato.

Crostata di Grenoble di Montersino ma a modo mio

Riempite con il ripieno al caramello e disponeteci sopra delle strisce di frolla fatta riposare in frigo a formare la griglia classica delle crostate.

Crostata di Grenoble di Montersino ma a modo mio

 

Crostata di Grenoble di Montersino ma a modo mio

Infornate per 20′ a 170°. Quando la torta è cotta e fredda toglietela dallo stampo e lucidate la superficie con gelatina neutra.

Crostata di Grenoble di Montersino ma a modo mio

 

Eccola in tutto il suo splendore!!!!

 

Crostata di Grenoble di Montersino ma a modo mio

 

Ma vogliamo parlare della fetta?

 

Crostata di Grenoble di Montersino ma a modo mio

 

Questa ricetta è stata letta 127volte

Print Friendly, PDF & Email