Questa ricetta è stata letta 92volte

Eh si i baci di dama, piccoli, buonissimi, ma insidiosi biscottini che sembrano facili da preparare ma non è così! Non si sa quante volte li ho fatti e rifatti e tutte le volte mi si spiaccicavano letteralmente sulla placca da forno! Ma perchèèèèèèèèèèèèèèèè???? Eppure la ricetta è quella, è la classica, letta e riletta su tutti i libri ed i siti di cucina. Ok ci rinuncio, basta, ho pensato, poi per puro caso ho trovato la ricetta della mia amichetta Fernanda sul suo bellissimo blog “Il leccapentole e le sue padelle“. Leggendola ho trovato che era un pochino diversa dalle altre. Bene allora ci provo ancora una volta! Volete sapere come è andata? Non solo sono venuti perfetti, ma ho pure azzardato ad apportare qualche modifica nelle preparazioni successive. Temeraria eh? Si, si e con ottimi risultati pure!. Qui trovate la ricetta originale; sotto invece quella da me modificata.

Ingredienti:

100 g di farina 00
50 g di farina di riso
100 g di zucchero semolato
100 g di nocciole (ho usato quelle spellate)
100 di burro morbido
1 pizzico di sale fino
1 bustina di vanillina
150 g di cioccolato fondente

Tritare finemente le nocciole con lo zucchero semolato e il sale usando se possibile, la modalità ad impulsi, onde evitare che le nocciole tirino fuori l’olio. Unire il burro, le farine e la vanillina ed impastare velocemente lasciando il composto piuttosto sabbioso.

Baci di dama

In questa fase io metto l’impasto nel frigo per una mezz’oretta per farlo rapprendere un poco in modo tale da facilitarmi il lavoro in fase di preparazione delle palline.

Come suggerito da Fernanda, prendere l’impasto ed inserirlo bene bene nello scavino per formare le palline tutte della stessa grandezza, disporle ben distanziate tra di loro sulla placca foderata da carta forno.

Baci di dama

Io le ho lasciate in frigo per una decina di minuti prima di infornarle a 160 gradi per 20 minuti circa in forno tradizionale, se ventilato a 135 gradi.

Nel frattempo fondere il cioccolato a bagnomaria e con un cucchiaino versarlo tra due biscottini freddi.

Baci di dama

Lasciar freddare e gustare come se fossero ciliegie. Il giorni successivi alla preparazione saranno ancora più buoni (sempre che ci arrivino al giorno seguente!)

Baci di dama

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa ricetta è stata letta 92volte

Print Friendly, PDF & Email