Sarde a beccafico alla catanese

Sull’origine del piatto ne ho già parlato nel post delle sarde nella versione palermitana che trovate QUI. Oggi vi voglio raccontare come fare le sarde a beccafico alla catanese, un prelibato piatto di pesce della cucina tradizionale siciliana. Si tratta di un secondo molto apprezzato e gustoso che si può preparare il qualsiasi stagione con ingredienti semplici e, proprio nella semplicità degli ingredienti, risiede la sua bontà. Provateli e vedrete che rimarrete entusiasti anche della ricetta dei cugini catanesi.

Sarde a beccafico alla catanese
  • Preparazione: esclusa pulizia pesce, 20 Minuti
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 6 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • Sarde (già pulite) 24
  • Pangrattato 200 g
  • Pecorino (grattugiato o caciocavallo) 4 cucchiai
  • Caciocavallo (a dadini) 50 g
  • Uovo 1
  • passolini e pinoli 30 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Aceto (q.b.)
  • Sale e pepe

per impanare

  • Uova 2
  • Pangrattato

per friggere

  • olio di semi di

Preparazione

  1. Sarde a beccafico alla catanese

    Per preparare le sarde a beccafico alla catanese, acquistate dal vostro pescivendolo di fiducia, le sarde già aperte a libro. A casa eliminate le eventuali spine e la pinna centrale sul dorso, lavatele, scolatele e mettetele in una ciotola, copritele con l’aceto e lasciatele macerare per mezz’ora. Nel frattempo preparate il ripieno. Fate un soffritto con lo spicchio di aglio tritato piccolo piccolo, unite il pangrattato e lasciatelo abbrustolire.

  2. Sarde a beccafico alla catanese

    In una ciotola riunite il pangrattato, il formaggio grattugiato, il prezzemolo tritato, i passolini e pinoli, l’uovo e il caciocavallo a dadini. Aggiungete il sale e il pepe, un po’ di olio e amalgamate il tutto. Scolate e tamponate con carta assorbente le sarde, sistematele su un piano, distribuite un cucchiaio di farcia sul pesce, chiudete con un’altra sarda a mo’ di sandwich praticando una leggere pressione cosicché le due parti aderiscano l’una all’altra.

  3. Sarde a beccafico alla catanese

    Impanate le sarde a beccafico alla catanese passandole prima nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato

  4. Sarde a beccafico alla catanese

    Friggete il pesce in olio di semi di arachidi ben caldo un paio di minuti per lato, rigirandole con delicatezza per cuocerle uniformemente. Scolate dell’olio in eccesso e servite calde

  5. Sarde a beccafico alla catanese

Note

Se volete rimanere sempre aggiornati, seguitemi qui sul blog oppure sui social  Facebook –  Google+ e Instagram

Precedente Bicchieri di crema e panna con fragole e gelsi Successivo Gnocchi di patate alle zucchine con asparagi e bottarga

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.