Maritozzi a lievitazione mista 2.0

Versione 2.0 per i maritozzi a lievitazione mista si tratta dunque della seconda ricetta che trovate sul blog per questo dolce tipico della tradizione pasticcera romana. Anche la versione odierna si caratterizza per la sofficità e leggerezza, per la mollica filante e per la forma inconfondibile. Impastati con uova, farina, zucchero, una lenta lievitazione per poi essere cotti al forno, mangiati così come sono appena usciti dal forno o farciti al centro con abbondante panna montata fresca. In questa ricetta ho utilizzato il lievito semisolido, sulla sua gestione trovate tutto sito de “La Casa del Lievito” così come potete trovare supporto, consigli e ricette nel medesimo gruppo che trovate su Facebook. I link sottostanti rimandano ad altre ricette di lievitati dolci.

Maritozzi a lievitazione mista
  • DifficoltàDifficile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione50 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni13 maritozzi
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti per i maritozzi a lievitazione mista

400 g farina (W330)
100 g lievito madre (semisolido)
20 g lievito di birra fresco
180 g latte intero
40 g uovo (intero)
80 g zucchero (*)
80 g strutto (*)
12 g miele (*)
8 g sale (*)
Mezza spicchio scorza d’arancia (*)
Mezza scorza di limone (*)
1 bacca vaniglia (*)
120 g uvetta

Passaggi per i maritozzi a lievitazione mista

Prima di iniziare ad impastare i maritozzi a lievitazione mista fate rinvenire l’uvetta mettendola in acqua calda per 10 minuti, poi scolatela e strizzatela.

Preparate l’emulsione mescolando gli ingredienti con l’asterisco: lo strutto ammorbidito, lo zucchero, il miele, il sale, la scorza d’arancia, la scorza di limone e la vaniglia.

Mettete nella ciotola della planetaria tutti gli altri ingredienti tranne l’emulsione e l’uvetta. Impastate fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico dunque unite in 3 volte l’emulsione, aspettando che la parte che avete inserito sia stata assorbita prima di aggiungere la successiva. Quando l’impasto si presenterà liscio, uniforme ed elastico, inserite a bassa velocità l’uvetta. Versate l’impasto in un contenitore imburrato, fate partire la lievitazione a temperatura ambiente e, dopo circa 20/30 minuti, riponete in frigorifero a 4 o 5 gradi.

La mattina successiva l’impasto avrà aumentato il suo volume di circa 2 o 2,5 volte rispetto a quello iniziale. Fate acclimatare a temperatura ambiente, anche se arriverà al triplo non sarà un problema dunque procedete con le pezzature da 80 gr ciascuno, date una pre-forma ai maritozzi a lievitazione mista, lasciateli riposare circa 15 minuti.

Trascorso questo tempo si può procedere alla formatura definitiva a filoncino, quindi metteteli a lievitare coperti in una teglia rivestita di carta da forno assieme ad una piccola pallina di impasto che fungerà da spia per la lievitazione. Lasciate lievitare quasi fino il triplo del volume (circa 2 ore a 28° o più tempo a temperature inferiori).

Quando i maritozzi saranno pronti spennellateli molto delicatamente per non sgonfiarli, con uovo intero o con una miscela al 50% di tuorlo e latte.

Fate cuocere in forno preriscaldato in modalità statica a 190 gradi o ventilato a 170 gradi per circa 14 minuti. Appena sfornati spennellateli con un mix di acqua e zucchero. Lasciate raffreddare e congelate quelli che non vi servono, rimarranno perfetti per tanto tempo.

Potete farcire i vostri panini dolci con panna montata zuccherata al 10% o 15%.

Avete rifatto qualche mia ricetta? Postate la foto del piatto realizzato sulla mia pagina Facebook che trovate QUI. Per rimanere sempre aggiornati potete seguirmi anche sui social  Twitter e Instagram

Maritozzi a lievitazione mista

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.