Crea sito

Migliaccio, dolce napoletano tipico del Carnevale

Il Migliaccio dal latino “miliaccium” è un dolce napoletano tipico di Carnevale che risale al periodo medievale. Nasce intorno all’anno mille e originariamente veniva preparato con pane di miglio (da qui il nome) e sangue di maiale: Si pensa che sia stato inventato da qualche contadina proprio per l’uso  di quest’ultimo ingrediente.  Il sangue di maiale infatti veniva prevalentemente usato nelle mense contadine ed era considerato un alimento completo e molto nutriente.  L’uso di questi ingredienti fu osteggiato fin dall’inizio sia dal clero che dalla ricca borghesia . Verso la fine del Settecento la ricetta fu completamente stravolta. Furono introdotti il semolino in luogo del miglio, lo zucchero e le uova al posto del sangue di maiale. Il migliaccio come lo conosciamo oggi ricorda un altro dolce partenopeo: la sfogliatella (la mia ricetta la trovate QUI). La tradizione vuole che il migliaccio di Carnevale venga cotto in un tegame di rame e che sia molto alto

Migliaccio
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il migliaccio

  • 500 glatte intero
  • 500acqua
  • 350 gricotta vaccina (già setacciata)
  • 260 gzucchero
  • 200 gsemolino
  • 40 gburro
  • 4uova
  • Mezzascorza d’arancia
  • 1scorza di limone
  • 2 cucchiailimoncello
  • 1 cucchiainoessenza di vaniglia
  • 1 pizzicosale
  • zucchero a velo (q.b.)

Strumenti

  • 1 Pentolino
  • 2 Ciotole
  • 1 Frusta elettrica
  • Frusta
  • Leccapentole
  • Teglia 22/24 cm
  • Carta forno

Preparazione

  1. In un pentolino fate scaldare il latte insieme alla scorza di mezza arancia, unite il burro e appena sfiora il bollore versate a pioggia il semolino. Mescolate con una frusta per evitare la formazione di grumi. Fate cuocere per 4/5 minuti. Il semolino dovrà somigliare ad una crema pasticcera.

  2. Spegnete versate in una ciotola, eliminate la scorza di arancia e lasciate intiepidire.

    In un’altra ciotola radunate le uova con lo zucchero, l’essenza di vaniglia, la scorza grattugiata di un limone e il limoncello. Montate con le fruste elettriche fino a quando non diventano chiare e gonfie. Aggiungete ora poco alla volta la ricotta sempre mescolando con le fruste e poi il semolino.

  3. Ora che il composto del migliaccio è pronto versatelo nello stampo foderato da carta forno. Fate cuocere in forno preriscaldato a 200° in modalità statica per un’ora. Se il vostro migliaccio tende a colorare troppo coprite la superficie con carta alluminio.

    Sfornate e lasciate raffreddare nello stampo prima di sformare il migliaccio.

    Servite con una spolverata di zucchero a velo.

  4. Migliaccio

    Avete rifatto qualche mia ricetta? Postate la foto sulla mia pagina Facebook che trovate QUI. Per rimanere sempre aggiornati potete seguirmi anche sui social  Twitter e Instagram

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.