Crea sito

Marmellata di mele cotogne metodo Ferber

Oggi prepariamo la marmellata di mele cotogne ( si si lo so, sarebbe più corretto chiamarla confettura) utilizzando il metodo Ferber con un frutto ibrido autunnale che è un incrocio tra una pera e una mela. Da questo albero antichissimo si raccolgono dei frutti che  vanno consumati esclusivamente cotti. La marmellata di mele cotogne è buonissima spalmata sul pane, per farcite torte e crostate inoltre risulta un buon accompagnamento per insaccati saporiti, bolliti e formaggi stagionati.

Prima di passare alla ricetta vi spiego brevemente in cosa consiste il metodo Ferber. Si articola in due fasi: la prima fase nella quale frutta, zucchero e limone viene posta sul fuoco a fiamma bassa  portando a bollore. Si fa raffreddare, si ripone in una ciotola e si lascia macerare in frigorifero per 10/12 ore. Nella seconda fase si riporta sul fuoco a fiamma vivace alla temperatura di 103/108° l’acqua evapora e velocemente si ottiene una confettura che mantiene inalterate colore e sapore della frutta.

Marmellata di mele cotogne
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 2 barattoli da 250
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 1 kg Mele Cotogne
  • 600 g Zucchero
  • 1 pezzetto di cannella
  • 2 Limoni

Preparazione

  1. Marmellata di mele cotogne

    Marmellata di mele cotogne metodo Ferber – Lavate le mele cotogne, sbucciatele e via via che le tagliate a cubetti mettetele in una ciotola con l’acqua e il succo di un limone. Mettete la frutta con lo zucchero e il pezzetto di cannella in una pentola, ponete sul fuoco e portate a bollore a fiamma bassa. Spegnete, versate la frutta in una ciotola, coprite con pellicola e quando sarà fredda riponetela 10/12 ore in frigorifero. Trascorse queste ore la frutta sarà ricca di acqua.

  2. Marmellata di mele cotogne

    Versate il contenuto della ciotola in una pentola e fate cuocere sul fuoco a fiamma vivace, schiumando di tanto in tanto. Appena la frutta comincia a sfaldarsi, togliete la cannella, frullatela con un mixer ad immersione, rimettete sul fuoco e appena la confettura raggiunge la temperatura di 108 gradi unite il succo di un limone. Spegnete e invasate la vostra marmellata di mele cotogne in contenitori sterilizzati secondo quanto riportato nella Guida del Ministero della salute.

    Fate raffreddare, verificare che il sottovuoto sia avvenuto in modo corretto, poi riponete i vostri vasetti lontano da luce e calore ed aspettate 2/3 settimane prima di gustare la vostra marmellata. Potete conservate la confettura di mele cotogne per 3 mesi circa.

  3. Marmellata di mele cotogne
  4. Marmellata di mele cotogne

Note

QUI trovate la ricetta delle tortine all’arancia con la confettura di mele

Per rimanere sempre aggiornati, seguitemi qui sul blog oppure sui social  Facebook –  Google+ e Instragram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.