Crea sito

Cacio all’argentiera – Antipasto siciliano

La principale caratteristica del cacio all’argentiera è il profumo (ovviamente la bontà non è messa in discussione) e gli aneddoti sull’origine di questo piatto sono i più diversi e fantasiosi. La più accreditata racconta che fu la moglie di un argentiere palermitano, caduto in bassa fortuna, ad inventare questa ricetta per far invidiare le vicine di casa e non far capire quanto poveri fossero diventati. Il profumo che sprigiona questa preparazione è uguale a quello del coniglio alla cacciatora, per cui tutte le vicine pensavano che la moglie dell’argentiere cucinasse coniglio, invece era solo formaggio, da qui nacque il cacio all’argentiera.

Cacio all’argentiera

Cacio all'argentiera

Ingredienti per 4 persone
400 gr di caciocavallo palermitano fresco
olio extravergine d’oliva
due spicchi d’aglio
aceto bianco
zucchero
origano secco

Procedimento
Sistemate tutti gli ingredienti sul piano di lavoro. Sciogliete 1 cucchiaio di zucchero in 3/4 cucchiai di aceto bianco. Tagliate il formaggio a fette dello spessore di circa un centimetro. Sbucciate e schiacciate lo spiccio di aglio. In una padella che possa contenere tutto il caciocavallo fate dorare appena appena l’aglio, poi eliminatelo.
Cacio all'argentieraCacio all'argentiera

Sistemate le fette di formaggio nella padella a fuoco bassissimo, appena comincia a fondere ai bordi, giratelo, condire con l’aceto, con il pepe e con abbondante origano. Tenete il cacio all’argentiera sul fuoco ancora qualche secondo e comunque fino a quando le fette di formaggio non si saranno ammorbide. Servite subito, ben caldo e filante.

Per questa ricetta potete utilizzare, oltre al caciocavallo palermitano fresco, anche quello stagionato. Dovete sapere inoltre che in alcuni paesini dell’entroterra palermitano  il caciocavallo è sostituito con il cacio ragusano, con il  pecorino o con il canestrato pepato. Non vi resta che sperimentare il cacio all’argentiera con il vostro preferito… e buon appetito!

Se volete rimanere sempre aggiornati potete seguirmi anche sui social  Facebook –  Google+ e Instagram