Vellutata di sedano rapa e mela alla salvia

Per cucinare la vellutata di sedano rapa e mela, ho preso spunto dalla ricetta di Csaba dalla Zorza, sostituendo i porri che non avevo, con la cipolla rossa.
Il sapore del sedano rapa, si sposa molto bene con la dolcezza della mela (io ho usato la mela gialla) e con la nota aromatica della salvia. Le nocciole in superficie danno quel tocco di croccantezza, che rende tutto più goloso.
Il sedano rapa è un particolare tipo di sedano con apporto calorico molto ridotto, poiché contiene molta acqua, è ricco di fibre, contiene vitamine e antiossidanti. Contiene inoltre sali minerali come potassio, ferro e manganese.
Il suo consumo è utile in caso di reumatismi, affezioni polmonari, calcoli renali, insufficienza epatica e demineralizzazione.
Si può mangiare crudo nelle insalate, oppure cotto in padella o in forno, o come ingrediente di minestre e vellutate.
Qui trovate altre ricette di vellutate.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1Sedano rapa
  • 1Patata
  • 1Cipolla rossa
  • 1Mela
  • 1 lBrodo vegetale
  • 2 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • Noce moscata
  • Pepe nero
  • 5 foglieSalvia
  • 2 cucchiaiNocciole

Preparazione

  1. Tritare la cipolla rossa, sbucciare la patata, il sedano rapa e la mela e tagliare tutto a pezzi di dimensioni simili.

    Scaldare l’olio in una pentola, unire la cipolla con la salvia tritata grossolanamente e, poco dopo, il resto delle verdure.

    Lasciar insaporire un paio di minuti, poi coprire con il brodo vegetale caldo.

    Unire la noce moscata, il pepe e coprire. Lasciar cuocere per circa 30 minuti (controllare con una forchetta che le verdure siano morbide).

    Frullare tutto con un mixer a immersione e servire la vellutata di sedano rapa calda, con un pizzico di pepe nero, un filo d’olio e le nocciole tritate grossolanamente.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Ciambella al riso soffiato e cacao Successivo Torta salata ai funghi, ricotta e prosciutto cotto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.