Pennette veloci al “ragù” di legumi

Per il pranzo di oggi ho preparato un “ragù” con i legumi al posto della classica carne macinata. Il procedimento è più o meno lo stesso del ragù classico, si inizia con un soffritto di cipolla, carota e sedano, poi si aggiungono i legumi e la passata di pomodoro.

Per fare in modo che la preparazione del piatto richieda meno tempo, ho utilizzato un mix di verdure per soffritto surgelate e un mix di legumi (ceci, fagioli neri e fagioli rossi) anche questi surgelati e molto comodi da usare quando non si ha tempo di mettere in ammollo i legumi secchi e di aspettare la loro lunga cottura.

Con questo sugo, oltre alle pennette, si possono condire le tagliatelle oppure gli gnocchi, per tutti ma specialmente per chi segue una dieta vegetariana.

legumi sono ricchi di fibre e, oltre ai carboidrati, contengono una buona quantità di proteine vegetali. Sia la presenza delle fibre che la parte proteica contribuiscono ad evitare i picchi glicemici dopo il pasto, quindi un consumo regolare di legumi è fortemente consigliato.

Qui trovate altre ricette con i legumi.

  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Pennette Rigate 320 g
  • Olio extravergine d'oliva 1 cucchiaio
  • Chiodi di garofano 4
  • Mix di verdura per soffritto 75 g
  • Legumi misti surgelati 250 g
  • Passata di pomodoro 400 g
  • Sale

Preparazione

    • Scaldare l’olio in una pentola, versare il mix di cipolla, carota e sedano ancora surgelato e far rosolare.
    • Unire i legumi ancora surgelati e lasciar insaporire il tutto.
    • Aggiungere la passata di pomodoro, allungata con un po’ d’acqua calda, i chiodi di garofano e salare.
    • Coprire e lasciar cuocere per circa 25 minuti.
    • Lessare la pasta in acqua bollente salata, scolarla e condirla con il sugo preparato.

Note

Precedente Farfalle asparagi, zucchine allo zafferano e uova Successivo Ciambelle al forno senza zucchero e senza lattosio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.