Crea sito

Pane con farina di grano saraceno

Avevo della farina di grano saraceno aperta da un po’ e, visto che avevo anche finito il pane, ho pensato di utilizzarla per fare una bella pagnotta.

La farina di grano saraceno non contiene glutine, perciò va miscelata con un’altra farina di grano o farro, altrimenti non lievita. Io ho fatto una miscela di farina di grano saraceno e farina 0 e il risultato, dal punto di vista della lievitazione, è stato ottimo.

E’ venuto un pane con crosta croccante e mollica morbida, dal gusto delicato e con l’aroma caratteristico del grano saraceno. Il miele di castagno, oltre ad aiutare la lievitazione, conferisce anche un gusto particolare, che si sposa bene con quello del grano saraceno.

Questo pane sta molto bene con la marmellata, soprattutto quella ai frutti di bosco, mirtilli o fragola. Ovviamente va bene anche per accompagnare piatti salati.

Il grano saraceno, a dispetto del nome, non fa parte delle Graminacee, ma è una pianta erbacea della famiglia delle Poligonacee quindi è considerato erroneamente un cereale.

Questo pseudo-cereale è privo di glutine, quindi adatto anche all’alimentazione dei celiaci. Il grano saraceno è ricco di vitamine, sali minerali e aminoacidi essenziali, ha un indice glicemico basso quindi è un aiuto in caso di diabete.

Inoltre aiuta a mantenere basso il colesterolo, regola l’intestino essendo ricco di fibre e ed è anche un valido aiuto contro le malattie aterosclerotiche, la ritenzione idrica e l’ipertensione.

Qui trovate altre ricette per il pane con questa farina.

  • Preparazione: 15 + lievitazione Minuti
  • Cottura: 45 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni:
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • Farina 0 330 g
  • Farina di grano saraceno 170 g
  • Sale 4 g
  • Lievito di birra secco 1 bustina
  • Acqua tiepida 300 ml
  • Miele di castagno 1 cucchiaino

Preparazione

    • Mescolare le due farine e aggiungere il lievito di birra secco.
    • Unire il sale e il cucchiaino di miele di castagno.
    • Aggiungere l’acqua poco alla volta (la quantità di acqua è sempre indicativa, può variare a seconda di quanta ne assorbono le farine utilizzate) e impastare bene tutti gli ingredienti per almeno 10 minuti.
    • Mettere l’impasto in uno stampo da plumcake di silicone, oppure rivestito con carta da forno e lasciarlo lievitare per un’ora e mezza – due in luogo caldo (io lo metto nel forno spento, precedentemente riscaldato a 50 gradi).
    • Cuocere il pane a 200 gradi per circa 45 minuti.
    • Toglierlo dallo stampo e lasciarlo raffreddare prima di tagliarlo.

Note

3,2 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.