Crea sito

Pane a basso indice glicemico

Questo pane a basso indice glicemico è fatto interamente con farina Fiberpasta, una farina che contiene il 15% di fibre (fibra di grano e inulina), ma non contiene crusca, perciò è bianca come la farina tradizionale. Questa farina ha un indice glicemico molto più basso (29) della classica farina bianca ed è l’ideale quindi nell’alimentazione dei diabetici e di chi, in generale, vuole mantenere la glicemia sotto controllo.
Oltre che per la preparazione di pane a basso indice glicemico, si può utilizzare per la preparazione di torte, biscotti, pasta fresca, pizza e piadina, oppure crema pasticcera e besciamella.
Al posto di una pagnotta unica, si possono fare dei panini dividendo l’impasto lievitato in più parti e facendo lievitare di nuovo i panini per una mezz’ora.
Questo pane è morbido e profumato, ottimo sia per accompagnare i pasti, che per colazione con confettura o altre creme spalmabili.
Qui trovate altre ricette con la farina Fiberpasta.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni1 pagnotta
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gfarina Fiberpasta
  • 290 mlacqua tiepida
  • 2 gsale
  • Mezza bustinalievito di birra secco
  • 3 cucchiaiolio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. In una ciotola mescolare la farina con il lievito e l’olio. Aggiungere il sale e, poco alla volta, l’acqua tiepida.

    Amalgamare l’acqua poi rovesciare il composto sulla tavola e impastare bene, per almeno 5 minuti.

    Trasferire l’impasto in uno stampo (io uso uno stampo da plumcake oppure uno stampo per torte in silicone) e lasciarlo lievitare per due ore circa.

    Cuocere il pane a 200 gradi per 15 minuti, poi abbassare a 180 per altri 15 minuti e a 160 per altri 10 minuti.

    Far raffreddare bene il pane, prima di estrarlo dallo stampo.

2,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.