Gnudi alle melanzane e farina di farro

Ho fatto questi gnudi, per il corso sulla pasta fresca d’autore di Cookpad. Questa particolare pasta, si chiama in questo modo, perché rappresenta dei ravioli nudi, cioè senza l’involucro di pasta all’uovo intorno.
La ricetta originale toscana, prevede l’uso degli spinaci o della cicoria, la mia versione invece, è fatta con le melanzane e la farina di farro.
Ho cotto le melanzane a vapore e ho aggiunto il resto degli ingredienti, gli stessi della ricetta toscana.
Li ho conditi con un semplice sugo di pomodoro e basilico, che mi sembrava adatto alla stagione, però si possono condire anche con burro, salvia e parmigiano, ragù ecc…
Li consiglio perché sono davvero buonissimi!
Le melanzane sono ortaggi ipocalorici e ricchi di fibre, il loro colore viola è dovuto a un’antocianina che aiuta a proteggere da malattie cardiovascolari e tumorali. Questo ortaggio possiede una buona quantità di fosforo e potassio, poi sodio, zinco, ferro e calcio in minore quantità. E’ ricco di vitamina C, vitamine del gruppo B e composti antiossidanti.
Non si può consumare cruda, poiché contiene solanina, un composto tossico che diminuisce con la maturazione e con la cottura.
Qui trovate altre ricette con le melanzane.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 150 gfarina di farro
  • 500 gmelanzane
  • 150 gparmigiano
  • 1 pizziconoce moscata
  • 300 gricotta
  • 1 pizzicopepe nero
  • 2uova
  • sugo di pomodoro e basilico
  • sale

Preparazione

  1. Cuocere le melanzane al vapore con un pizzico di sale, fino a quando saranno morbide.

    Frullare le melanzane, poi metterle in un colino per eliminare l’acqua in eccesso.

    In una ciotola, mescolare la ricotta con il parmigiano, le uova, la noce moscata, il pepe nero, la farina e le melanzane frullate e scolate.

    Se il composto risulta troppo morbido, aggiungere altra farina.

    Con l’aiuto di due cucchiai, formare gli gnudi (come si fanno le quenelle), una specie di gnocchi con forma allungata.

    Passare gli gnudi nella farina e tuffarli in acqua bollente, quando vengono a galla scolarli e condirli con il sugo di pomodoro e basilico.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.