Crostata crema e pesche con frolla d’avena

Ho visto la ricetta di questa frolla alla farina d’avena, su Instagram in questa pagina, mi ha subito incuriosito e ho voluto provarla.

Ho utilizzato meno zucchero, che nella ricetta originale è 100 g, perché io amo i sapori poco dolci, ma questo dipende dal gusto personale.

Per la farcitura ho fatto la crema pasticcera senza zucchero (ho utilizzato l’eritritolo, un dolcificante a zero calorie e zero indice glicemico, che si può sostituire allo zucchero in pari quantità) e ho completato con fettine di pesca noce.

L’avena è un cereale ricco di fibre e di vitamine del gruppo B, ha proprietà energizzanti, è in grado di ridurre i livelli di colesterolo cattivo (grazie al contenuto di beta glucani) e di prevenire i picchi insulinici.

Questo cereale contiene inoltre, sali minerali come calcio, fosforo, selenio e un’alcaloide, l’avenina, che ha effetti benefici sulla tiroide, ha un indice glicemico basso perciò è adatta anche all’alimentazione dei diabetici.

Qui, qui e qui, trovate altre ricette con la farina o con i fiocchi d’avena.

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 8 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per la frolla

  • Farina d'avena integrale 300 g
  • Zucchero integrale di canna 75 g
  • Olio di semi di girasole 70 g
  • Sale 1 pizzico
  • Bicarbonato Mezzo cucchiaini
  • Limone Mezzo
  • Acqua q.b.

Per la crema

  • Latte scremato 500 ml
  • Tuorli 4
  • Eritritolo 100 g
  • farina fiberpasta 40 g
  • Limone 1
  • Vanillina 1 bustina
  • Pesca noce (Per decorare) 1

Preparazione

    • Mescolare la farina d’avena con lo zucchero, l’olio, la scorza di limone grattugiata.
    • Aggiungere un pizzico di sale e il bicarbonato, poi aggiungere acqua poco alla volta, fino a che non si ottiene un impasto lavorabile e non appiccicoso (circa 40-50 g ma dipende da come assorbe la farina che utilizzate).
    • Mettere la frolla in frigo per almeno mezz’ora.
    • Stendere la frolla con l’aiuto di due fogli di carta da forno e trasferirla in uno stampo per crostate.
    • Bucherellare il fondo con una forchetta e sistemare sopra la base un foglio di carta da forno.
    • Cuocere la pasta frolla a 180 gradi per circa 20 minuti.
    • Nel frattempo preparare la crema, sbattendo i tuorli con l’eritritolo, aggiungere la farina e la vanillina e il latte freddo, mescolando con una frusta.
    • Mettere il composto sul fuoco, aggiungendo un pezzo di scorza di limone (solo la parte gialla!) e far cuocere la crema fino a che non si addensa, mescolando continuamente.
    • Versare la crema sulla base di pasta frolla e decorare la superficie con fettine di pesca noce.
    • Conservare la crostata in frigo.

Note

Precedente Risotto al cocco, verdure e curry Successivo Pane con farina di ceci, ricetta per la MDP

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.