Il castagnaccio

Il castagnaccio è un’ottimo dolce preparato con farina di castagne, per questo è un piatto autunnale tipico di alcune regioni come la Toscana.Esistono molte varianti pèer il castagnaccio che può contenere dai pinoli all’uvetta, alle noci , al rosmarino o mandorle e nocciole, inoltre come accompagnamento può avere ricotta o miele a seconda della zona in cui viene preparato. In questa ricetta trovate ilc astagnaccio con i pinoli e granella noci , decorato con rosmarino.

 

Il castagnaccio

 

Ingredienti:

  • 500 gr di ottima farina di castagne (quella del  onte Amiata è tra le migliori)
  • acqua q.b.
  • un pizzico di sale
  • olio evo
  • pinoli
  • uvetta/ granella di noci o nocciole ( avostra scelta)
  • qualche ramo di rosmarino

il castagnaccioPer prima cosa stemperiamo in un recipiente la farina con l’acqua e mescoliamo bene con una frusta  per non formare grumi.

Quando avremo ottenuto una crema omogenea aggiungiamo un pizzico di sale e un mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva.

Continuiamo a mescolare con grande cura.il castagnaccioFatto questo aggiungiamo della farcia classica per arricchire il nostro castagnaccio:

un bel pugno di pinoli , uva passa che avremo fatto rinverine in acqua tiepida un’oretta prima.

In alternativa ai pinoli e all’uvetta, potrete aggiungere della granella di nocciole noci.

Ungiamo una teglia con un paio di cucchiai di olio extravergine di oliva e versiamo l’impasto.

Se preferiamo un castagnaccio di spessore più basso, dividiamo semplicemente l’impasto in due teglie.

il castagnaccioil castagnaccio Prima di infornare guarniamo la superficie con altri pinoli, granella di noci e rosmarino che regalerà a questo dolceun profumo delizioso.il castagnaccio

Mettete in forno a circa 160° e lasciamo cuocere per un’ora.

La cottura sarà ultimata quando vedremo formata sulla superficie del castagnaccio le classiche screpolature.il castagnaccio

Servitelo nella teglia dove lo avete cotto portandola direttamente in tavola.

Se avanza, si può riscaldare,ma in questo caso, per non rinsecchirlo troppo, si aggiunge un po’ di vino bianco nei vuotilasciandolo evaporare, e tenendo la teglia un po’ coperta in modo che il vapore ammorbidisca il resto.

 

 

 

1 di