Crea sito

Baccalà ai funghi prataioli

Il baccalà ai funghi prataioli è un secondo piatto alternativo per portare sulla vostra tavola un pesce dalle carni polpose che sa sposarsi con tantissimi sapori diversi. Ricordo che il baccalà non è altro che il merluzzo conservato in grandi tranci sotto sale, per far rinvenire la sua carne è necessario quindi metterlo in ammollo in un recipiente per almeno 48 ore e cambiarne l’acqua 2/3 volte al giorno. I funghi prataioli facilmente reperibili in qualsiasi supermercato sono funghi bianchi coltivati che saputi pulire e conditi nel modo giusto sapranno dare a questa ricetta un aroma ed un contorno davvero delizioso.

baccalà con funghi prataioli nel tegame
  • Preparazione: 48 (ammollo) + 1 (pulitura funghi) Ore
  • Cottura: 45 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 800 g Baccalà
  • 1 kg Funghi prataioli
  • 1 Carote
  • 1 Aglio
  • 1 Sedano
  • 1 ciuffo Prezzemolo
  • 1 Cipolle
  • 3 cucchiai Aceto di mele
  • q.b. Sale (fino)
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • q.b. Farina (bianca)
  • q.b. Peperoncino in polvere (FACOLTATIVO)

Preparazione

  1. Funghi prataioli puliti spellati e affettati grossolanamente

    Come prima cosa mettiamo in ammollo per almeno 48 ore il baccalà cambiandone l’acqua almeno 2/3 volte al giorno.

    Trascorso il tempo dell’ammollo, prendiamo i funghi prataioli e puliamoli in questo modo:

    con un coltello togliamo la parte finale del gambo per eliminare il terriccio

    poi  con l’aiuto di un panno morbido ripuliamo la superficie dei funghi da residui di terriccio

    infine sempre con un coltello spelliamo il cappello di ogni fungo

    Dopo averli puliti con cura affettiamo i funghi prataioli grossolanamente e mettiamoli in un recipiente.

  2. battuto di carota sedano cipolla aglio prezzemolo che soffrigge in olio extravergine di oliva

    A questo punto ungiamo bene con olio extravergine di oliva un tegame basso e largo e facciamo imbiondire il battuto.

  3. funghi prataioli affettati aggiunti nel tegame con il battuto imbiondito

    Dopo che il battuto sarà ben rosolato, aggiungiamo i funghi affettati nel tegame.

    Poi con un mestolo di legno mescoliamo appena e aggiungiamo l’aceto di mele, sale quanto basta e se vogliamo un pizzico di peperoncino in polvere.

    Quindi dopo aver amalgamato gli ingredienti copriamo con un coperchio, abbassiamo leggermente la fiamma e lasciamo per circa 15 minuti.

  4. Funghi prataioli cotti con il battuto nel tegame

    Trascorsi i 15 minuti controlliamo che i funghi prataioli siano ritirati formando un buon sughetto.

    Se i funghi vi sembreranno ancora poco cotti e il sugo ritirato aggiungiamo mezzo bicchiere di acqua e lasciamo cuocere ancora per pochi minuti.

  5. pezzi di baccalà in un recipiente con farina

    A questo punto con i funghi cotti e il sugo pronto, prendiamo il baccalà e sgoccioliamolo molto bene.

    Poi con un po’ di carta da cucina tamponiamo il baccalà per asciugarlo meglio.

    Infine tagliamo a pezzettoni il baccalà e infariniamo bene tutti i pezzi in un recipiente.

  6. baccalà ai funghi prataioli che cuoce lentamente nel tegame

    Dopo che avremo infarinato il baccalà uniamolo ai funghi prataioli a fiamma medio/bassa e lasciamo che cuocia lentamente.

    Quando il baccalà ai funghi prataioli sarà pronto servitelo col suo sughino caldo.

    Se questa ricetta vi è piaciuta provate anche le mie deliziose frittelle di bianchetti.

     

  7. baccalà ai funghi prataioli pronto per essere servito

Note

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.