Schiacciata con l’uva

Era un po’ di tempo che desideravo fare questo tipico dolce settembrino toscano, ma io ho due figlie alquanto complicate in fatto di dolci. Una in particolare odia la frutta in qualsiasi sua declinazione; l’altra dipende dalla frutta, dalla preparazione e… dalla luna.

Quindi per questa preparazione, tra tutte le ricette possibili ho scelto quella meno elaborata e complessa, per non sentirmi frustrata in caso di insuccesso.

Poiché non è adata male, proverò in futuro la ricetta che richiede più tempo e pazienza.

Questa resta comunque un’ottima alternativa per chi è alle prime armi coi lievitati, o chi non ha voglia di ricette impegnative.

.

.

.

.

.

.

Questa è la tiritera

dell’uva bianca e nera

dell’uva sopraffina

che fa venire l’acquolina.

Questa è la filastrocca

dell’uva prelibata

che si scioglie in bocca

come una marmellata.

Questa è la cantilena

dell’uva saporita

che fa la pancia piena

e più dolce la vita.

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura1 Giorno 11 Ore
  • Porzioni12
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

400 g farina 0
4 cucchiai zucchero
4 cucchiai olio extravergine d’oliva
500 g acini d”uva (nera o rosata)
q.b. zucchero di canna
1 pizzico sale
q.b. acqua tiepida (circa 200 ml)
1/2 cubetto lievito di birra compresso

Strumenti

Planetaria
oppure Spianatoia

Passaggi

Mettere nella ciotola della planetaria la farina con il lievito di birra sbriciolato, lo zucchero, l’olio e il sale.

Avviate il gancio e aggiungere l’acqua necessaria ad ottenere un ompasto piuttosto sodo (quasi quanto una frolla).

Far lievitare l’impasto fino al raddoppio.

Dividerlo in due panetti e stenderli in un cerchio della dimensione di una pizza (o se svete una teglia rettangolare, in due rettangoli della dimensione della teglia).

Distribuire sul primo impasto metà dei chicchi d’uva lavati ed asciugati e spolverare il tutto con abbondante zucchero di canna.

Ricoprire col secondo impasto e farlo aderire bene al sottostante. Distribuire negli spazi tra i rilievi gli altri acini d’uva e spolverare ancora con abbondante zucchero di canna. Irrorare con un lieve giro d’olio.

Far lievitare un’altra mezz’ora quindi infornare a 180° in forno preriscaldato per 30 minuti circa.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.