Gli spaghetti con olive nere all’acqua sono una ricetta originale che ha come ingrediente principale le olive “Cellina di Nardò”.

Questo tipo di olive è chiamata anche “inchiostro” perchè tinge notevolmente. Se le mangiate vi ritroverete con la lingua nera per ore! 😀

Qui in Puglia sono l’ingrediente indispensabile per preparare la tipica focaccia ripiena di cipolla e olive.

Per preparare le olive nere all’acqua, è necessario tenere le olive della varietà Cellina di Nardò in acqua fredda per circa 30 o 40 giorni, cambiandola spesso per fare in modo che si perda il sapore amarognolo.

Trascorso questo periodo, si prepara la SALAMOIA, facendo sciogliere tramite bollitura 100 grammi di sale in un litro d’acqua.

Quindi l’acqua deve raffreddarsi nuovamente per poi essere versata nei vasetti di vetro colmi di olive, fino a coprirle completamente. Alla salamoia si possono aggiungere vari odori, come il mirto, l’alloro, il rosmarino o anche le bucce d’agrumi come limone e arancia.

Con la salamoia, le olive nere all’acqua possono essere conservate anche per un anno.

Questa è una delle mie ricette del cuore, perchè dovete sapere che era in assoluto il mio piatto preferito da bambina e quando tornavo da scuola e mamma me la faceva trovare in tavola, per me era festa grande! Ne mangiavo sempre due piatti e la sera, scaldata in padella, era ancora più buona!

La ricetta, inventata dalla mia mamma, raramente è stata svelata a qualcuno. Lei ne era e ne è molto gelosa, sebbene sia davvero di semplice esecuzione. Forse perchè, quando la proponeva agli ospiti, nessuna si aspettava di trovare così tanta bontà in un piatto che esteticamente non è il massimo!

Tuttavia, la crosticina croccante degli spaghetti e il sapore tipico di queste olive, conquistano il palato in una maniera che non posso spiegarvi se non assaggiate!

Spero che mamma non mi disconoscerà quando scoprirà che sto divulgando in rete la sua ricetta segreta, ma da oggi – cara mamma – chi legge saprà che questa è opera tua! <3

 

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    40 + 30 minuti
  • Porzioni:
    10 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Olive nere all’acqua pugliesi 500 g
  • Spaghetti N°5 800 g
  • Passata di pomodoro 1 l
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Cipolla 1
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Per cominciare, se non le trovate già denocciolate dal vostro fruttivendolo di fiducia, armatevi di santa pazienza e di un paio di guanti di lattice e togliete i noccioli a tutte le olive! (Questo lavoro ce lo faceva fare mamma mentre facevamo delle lunghe chiacchierate)

    Oggi devo dire che si trovano comunemente già pronte per essere cucinate.

    Quindi preparate il sugo: fate soffriggere la cipolla affettata sottilmente in poco olio extravergine d’oliva. Aggiungete la passata di pomodoro e portare a bollore dolcemente. Lasciate sobbollire per circa mezz’ora. Trascorso questo tempo aggiungete le olive nere all’acqua e continuate la cottura per altri 10 minuti. Vedrete che il sugo diventerà nero. Assaggiatelo per sentire se è necessario salarlo, a volte le olive sono sufficientemente sapide da insaporire il sugo.

    Intanto mettete a bollire l’acqua in cui cuocere gli spaghetti.

    Una volta giunto il bollore, calate la pasta, salate e cuocete al dente.

    Scolate gli spaghetti e conditeli con due terzi del sugo alle olive. Mescolate per bene e versate il tutto in una teglia da forno ben capiente. Cospargete col restante sugo e mettete a gratinare in forno già caldo a 200° per circa 20 minuti o poco più.

    Servite gli spaghetti con olive nere all’acqua ben caldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.