pane ai semi di canapa

Il pane ai semi di canapa è preparato con un impasto a lunga lievitazione di cui vi ho già parlato qualche giorno fa. Esattamente lievitazione di 48 ore, che rende il pane leggero e non richiede l’utilizzo di troppo lievito.

La ricetta base è di Valentina, del blog Cinque quarti d’arancia e ho pensato di aggiungere all’impasto dei semini di canapa che mi ha fatto provare la LIFE. I semini di canapa, oltre ad avere un ottimo gusto, sono ricchi di proteine vegetali e sono un “caso raro in natura”: contengono, cioè, tutti gli otto amminoacidi essenziali.

Ingredienti:
250 grammi di farina 0
50 grammi di farina manitoba
60 grammi di lievito madre rinfrescato
230 grammi circa di acqua tiepida
un cucchiaino di malto d’orzo o di miele
un pizzico di sale (io in realtà ne ho messo un cucchiaino, perchè mi piace il pane un pò sapido)
50 grammi di semi di canapa Life

In una ciotolina, sciogliete il lievito madre spezzettato insieme a 100 grammi di acqua tiepida e al malto d’orzo (o miele se non ce l’avete). Setacciate le due farine, mettetele in una planetaria o in una ciotola capiente se preferite impastare a mano e unite il lievito sciolto.

Iniziate a impastare e aggiungete l’acqua poco alla volta, facendo in modo che venga assorbita bene dall’impasto prima di aggiungerne ancora. Unite anche il sale e lavorate energicamente, finchè non avrete ottenuto un bell’impasto liscio ed omogeneo. Formate una palla, mettetela in una ciotola coprendo con della pellicola trasparente e fate lievitare per un’ora.

Prendete l’impasto e schiacciatelo con le dita. Cospargetelo coi semi di canapa e date un giro di pieghe. Purtroppo ho dimenticato di fare le foto a questo procedimento, ma potete guardare quelle di Valentina cliccando QUI

Mettete l’impasto nella ciotola, fate riposare un’ora e date un altro giro di pieghe. Quindi mettete nuovamente nella ciotola, coprite con la pellicola e mettete in frigo per circa 40-42 ore.

Tirate fuori l’impasto e fatelo acclimatare aspettando una mezz’oretta. Date al pane la forma di un filoncino, schiacchiandolo prima a rettangolo con la punta delle dita e quindi avvolgendolo su sè stesso. Infarinatelo per bene con della semola e mettetelo in un cesto rettangolare avvolto in un panno di cotone. Lasciate riposare per circa 6 ore, o comunque fino a che non sarà raddoppiato. Riscaldate il forno a 210°, spruzzatene le pareti con dell’acqua e cuocete il vostro filoncino per circa 50 minuti.

Sfornate il pane facendolo raffreddare su una griglia e tagliatelo solo dopo che sarà intiepidito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.