I carciofi a sfincione sono una ricetta tipica siciliana, un secondo piatto dal sapore deciso e irresistibile!

Ormai sapete che adoro le ricette tipiche regionali e quando la mia amica Lori di Mani amore e fantasia l’ha pubblicata sul suo blog, mi ha letteralmente fatto venire l’acquolina in bocca. Vi dico solo che l’ho vista all’ora di pranzo e per cena era già pronta sulla mia tavola!

Date un’occhiata a questo fantastico blog, se amate le ricette siciliane ne troverete tantissime!

Per realizzare questa ricetta ci vuole un pò di tempo, ma vi assicuro che il risultato è davvero appagante!

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    60 minuti
  • Cottura:
    60 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Cipolle 4
  • Carciofi 6
  • Sardine sott’olio 10
  • Pomodori pelati 1 kg
  • Olio extravergine d’oliva 1 bicchiere
  • Concentrato di pomodoro 2 cucchiai
  • Zucchero 2 cucchiai
  • Caciocavallo (fresco) 100 g
  • Caciocavallo (stagionato e grattugiato) 50 g
  • Pangrattato 20 g
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

PER IL SUGO DELLO SFINCIONE

  1. Tagliate le cipolle a fette sottili, aggiungete acqua fino al livello delle cipolle e fatele cuocere dolcemente finchè non saranno morbide. Una volta cotte aggiungete l’olio (se è rimasta ancora dell’acqua eliminatela). Fatele soffriggere, quindi aggiungete le sardine sottolio che pian piano si scioglieranno. Unite i pelati schiacciati con una forchetta, il concentrato di pomodoro sciolto in una tazza d’acqua, due cucchiai di zucchero e poco sale, solo se necessario. Pepate e portate a bollore. Il sugo deve cuocere dolcemente per circa un’ora, ogni tanto giratelo e controllate che non si asciughi troppo.

I CARCIOFI

  1. Mondate i carciofi fino ad ottenere il cuore interno tenero. Metteteli, man mano che li pulite, in una ciotola piena d’acqua acidulata con limone per fare in modo che non anneriscano. Tagliateli a spicchi sottili.

    Disponete un terzo del sugo di sfincione sulla base di una teglia da forno (la mia misura 22 cm di diametro) quindi sovrapponete metà dei carciofi e metà del caciocavallo fresco a fettine.

    Procedete a strati: coprite con metà del sugo rimasto, con gli altri carciofi, il caciocavallo fresco. Terminate con il sugo e con il caciocavallo grattugiato e il pangrattato.

IN FORNO

  1. Cuocete in forno già caldo a 180° per un’ora. A metà cottura coprite con della carta stagnola e toglietela gli ultimi dieci minuti per permettere che si formi la crosticina croccante.

     

Note

I carciofi a sfincione sono buoni anche freddi e mangiati il giorno dopo! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.