Crea sito

Spaghettini Sciuè Sciuè

Da Una Manager ai Fornelli di origine partenopea, non poteva non essere pubblicata la ricetta degli spaghettini sciuè sciuè. Una ricetta veloce (appunto sciuè) e gustosa, che non sicuramente piacerà a tutti. Nella tradizione napoletana la pasta sciuè sciuè è preparata molto rapidamente ma senza trascurare nulla e può essere personalizzata a piacere aggiungendo il proprio ingrediente preferito come ad esempio un’acciughina, una manciata di pangrattato tostato oppure ancora una grattugiata di bottarga o di pecorino.spaghettini sciuè sciuè

Ingredienti (dose per 2 persone)

  • 250 gr di spaghetti (io Pasta Rummo, tipo 3)
  • 250 gr pomodorini ciliegini o datterini (come preferite, anche pomodorini confit)
  • uno spicchio d’aglio
  • qualche fogliolina di prezzemolo
  • olio extravergine d’oliva
  • 1 peperoncino (fresco o essiccato intero)
  • sale qb
  • variante 1: un’acciughina e una grattugiata di bottarga
  • variante 2: una manciata di pangrattato e di pecorino

Preparazione Spaghettini Sciuè Sciuè

Per la preparazione “sciuè” dotatevi di una bella padella antiaderente ampia nella quale alla fine farete anche saltare i vostri spaghetti.

Iniziate la preparazione lavando bene i pomodorini e a dividendoli grossolanamente in due parti. L’importante per la perfetta riuscita di questa preparazione è avere dei pomodorini non troppo acquosi, il che si ottiene svuotandoli con l’aiuto di un cucchiaino, in modo da rimuovere i semini e il liquido interno. Naturalmente, se invece avete già preparato e conservato dei pomodorini confit, io vi consiglio di usare quelli, la riuscita del piatto è assicurata. Per la mia ricetta cliccate qui.

Mentre fate bollire l’acqua della pasta, con una manciata abbondante di sale, fate rosolare uno spicchio d’aglio tagliato in due pezzi grossi nell’ampia padella e, una volta rosolati, aggiungete i pomodorini. Io adoro anche la variante 1, nella quale oltre ai pomodorini aggiungo in padella un’acciughina e la faccio sciogliere! Coprite la padella per qualche minuto con un coperchio in vetro, in modo che si formi il giusto vapore che servirà a far cuocere rapidamente i pomodorini. Spegnete il fuoco, togliete i due pezzi d’aglio e la sciate riposare.

Scolate gli spaghetti ben al dente, anche un paio di minuti indietro, tenendo da parte due cucchiai di acqua di cottura della pasta. Fate saltare gli spaghetti nella padella dei pomodorini aggiungendo solo a questo punto il peperoncino spezzato in due parti e i due cucchiai di acqua di cottura per legare meglio gli spaghetti al vostro sughetto sciuè. Attenzione: quando usate il peperoncino dovete calcolare bene il tempo di cottura. Più resterà in padella e più sprigionerà piccantezza! Quindi io preferisco aggiungerlo all’ultimo in modo da far saltare velocemente gli spaghetti con i pomodorini ed ottenere un giusto mix di gusto e piccantezza.

Al termine della preparazione, prima di spegnere il fuoco, aggiungete una manciata di prezzemolo tritato finemente e, se vi piace, una spolverata di bottarga.

Perché il prezzemolo e non il basilico? In famiglia mi hanno insegnato così: soffritto con aglio, va con il prezzemolo e soffritto con cipolla va con il basilico. Questa è la mia personalissima regola 😉

In alternativa, se non gradite il profumo di mare, evitate di aggiungere l’acciughina nel soffritto. Fate tostare rapidamente in un’altra padella antiaderente una manciata di pangrattato e, a cottura ultimata, spolverate i vostri spaghetti direttamente in padella con il pangrattato mescolato al pecorino.

Buon appetito e … fatemi sapere!!!

 

 

Pubblicato da unamanageraifornelli

Questa sono io: di formazione un Fisico, di mestiere una Manager, ai Fornelli per passione!