Crea sito

Pasta con pomodori secchi

I pomodori mi piacciono in qualsiasi mado vengano cucinati e addirittura li mangio come se fossero mele, a morsi.
I pomodori secchi erano l’unico modo in cui i pomodori non mi piacevano per niente però nell’ultimo periodo ho imparato ad amarli e a cucinarli.
Sono una conserva popolare della Puglia e della Calabria. Consiste nell’essiccazione lenta, al sole o in forno, del pomodoro che perde tutta la sua acqua e acquista, piano piano, un sapore deciso. Vengono preparati, come altri ortaggi, in estate per poi essere conservati sott’olio e consumati d’inverno.
Io ho fatto un sughetto con questi pomodori, alici e capperi con il quale ho condito delle mafalde al grano saraceno della Garofalo. Sapore intenso e deciso.
Con un pizzico di polvere fatata….

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 380 gpasta formato mafalde (Garofalo senza glutine )
  • 1cipolla rossa di Tropea
  • 1 spicchioaglio
  • 10pomodori secchi sott’olio
  • 3Alici salate
  • 10capperi sotto sale
  • q.b.prezzemolo
  • q.b.basilico

Preparazione

  1. Dopo aver pulito le alici, sciaquarle insieme ai caperri per eliminare l’eccesso di sale. In un padella scaldare un filo di olio e far imbiondire la cipolla tagliata sottile e l’aglio schiacciato. Aggiungere le alici e i capperi e far cuocere per qualche minuto.

    Scolare i pomodori secchi dall’olio e tagliarli a striscioline. Aggiungere agli ingredienti neti nella padella e far cuocere con il coperchio per una decina di minuti. (aggiustare di sale, io non l’ho aggiunto perchè le alici è i capperi rendono il piatto già salato)

    Cuocere, al dente, in abbondante acqua salata la pasta e far saltare in padella aggiungendo prezzemolo e basilico fresco. Impiattare e, se gradito, spolverare con formaggio grattugiato.

Un tocco in più

A questo sughetto è possibile aggiungere olive di Gaeta per un sapore diverso.

/ 5
Grazie per aver votato!