Crea sito

CREPE IS THE NEW BLACK: il sesto libro dell’MTChallenge

Ho 6 minuti per scrivere questo post. Chi legge il nostro blog dovrebbe saperlo che le cose semplici non fanno per me, e CREPE IS THE NEW BLACK lo conferma.

Andiamo per ordine, come sapete io sono entrata nella famiglia gruppo MTChallenge solamente a gennaio, con non poca esultanza da parte mia. Ho rincorso il desiderio di far parte di una realtà più grande di me fino a quando, spronata dalla fantastica Valentina, non mi sono decisa a fare la mia richiesta.

L’essere accettata mi ha stupita, macchè mi ha SBALORDITA, sono arrivata a casa dal tennista sbraitando che ero stata presa, e poi ho dovuto almeno spiegargli il contesto, sì perché il timore di deluderlo mi impedisce spesso di condividere cose con lui, come questa del libro.

CRÊPE IS THE NEW BLACK
I guardiani del Libro.

Durante la settimana io lavoro in provincia di Modena, ma al sabato sono a casa, in provincia di Bologna quindi mi sono dovuta “adattare” chiedendo a lui di andare in edicola a prenotarmi il resto del carlino con l’inserto.

Stamattina siamo andati a fare gli esami del sangue, e guardando la mia bacheca mi ha detto “Ma che è sta roba?” indicando la foto che ieri abbiamo messo tutti su FB

continuando, nel modo diplomatico che lo caratterizza, dice “Ah, bel gruppo! ma le hai viste le facce della gente che ha fatto la foto come la tua? Ma stanno bene? Mi sembrano strani eh”

Ho riso molto se devo essere onesta, e lui “Quindi me lo dici che è sto #CITNB ?” “No, devi aspettare come gli altri” dopo 1 minuto di silenzio ” Ah bella cosa, mi paragoni agli altri? Io non so mai quello che fai Amore mio mi piacerebbe proprio non essere paragonato a tutti, rendimi partecipe dei tuoi interessi” La Mai ha fatto anche un collage fantastico che ha aiutato al fatto di farlo sentire escluso dal gruppo. sì, si è incazzato. Poco importa, io mi stavo crogiolando tra la gioia pura e ridevo, cosa che lo infastidiva pure, insomma un gatto che si morde la coda, conoscete qualcosa di meglio?

Dopo ho portato la sua attenzione sul numero di adesivi che aveva nella sua scheda per il prelievo, 3, ovvero 3 fiale di sangue, è lì con un po’ di terrore si è messo chieto. Ha il terrore degli aghi.

Poi voleva fare colazione, “madaiiiiiiiiiiiiiiiiii io devo andare in edicola”, “Te lo porto io sto giornale, quando torno stasera”, “Ma tu sei pazzo” “Ma cos’hai oggi?! Si può sapere che cosa c’è di inserto? Vabbè aspettami in macchina che scendo” nel frattempo io avevo già parcheggiato ed ero scesa, sì ci mette una vita e mezzo a formulare una frase.

“Ma dove vai che l’ho prenotato a nome mio” “Oh ma mica è un anello di diamanti, dico il tuo nome e lui me lo da. Dai vieni con me”

“Scusi, sono venuto giovedì a prenotare il Resto del carino” “Si si, ecco l’allegato di Bologna”

“Ma che Bologna e bologna, io VOGLIO il libro dell’MTChallenge, CREPE IS THE NEW BLACK” “Aylin non si dice Voglio, ma vorrei”

“Senta, Sig. Edicolante, è lì, lo vedo, sul terzo ripiano! me lo dia, per favore!”

“Prenda pure Signorina, lei che sa qual è”

Io, in modo molto carico, ci mancavano solo i saltelli di gioia, inizio ad aprirlo, senza averlo ancora pagato; il tennista mi guarda con disprezzo “Sei una cafona eh” e paga l’edicolante, che non sa se essere più sbalordito per il mio entusiasmo o per le sgridate da fratello maggiore che mi ha fatto il tennista.

Il libro E’ FAVOLOSO,  adoro la grafica ed il tema che lega tutte le ricette, è esattamente così che dev’essere un libro di ricette.

Oggi CREPE IS THE NEW BLACK è un allegato del Resto del Carlino, costa 9,00 euro, ma potete già prenotarlo su Amazon

Essere in CREPE IS THE NEW BLACK è stata una clamorosa botta di culo per me, scusate ma va ben oltre alla fortuna.

Un giorno, anzi il giorno, 28.02.2017, la Signora dei Pipponi Alessandra Gennaro, ha scritto sul nostro gruppo dicendo che aveva bisogno di un po’ di aiuto.

Io ero al lavoro e, come spesso accade, facendo 24574 cose in contemporanea non ho approfondito la cosa e da bimba minkia le ho scritto in privato, dicendole che per quel che potevo, imbranataggine compresa (è un pacchetto full), l’avrei aiutata più che volentieri, il minimo che potessi fare visto il calore dell’MTC nei miei confronti

Ma chi lo sapeva che invece di aiutare lei, lei mi avrebbe servito un’occasione del genere su un piatto di argento? Ora capite perché ho scritto botta di culo? A far del bene ci si prende, dice sempre mia nonna.

Mi sono trovata dentro ad una cosa enorme, e,  per paura che fosse tutto un sogno non ne ho fatto parola con nessuno, ma nessuno nessuno eh, cercando anche di dar poco peso alla cosa per evitarmi una delusione catastrofica finale.

Ho persino spostato i mobili della camera per fare le mie foto da carcerata, sì sono un caso senza speranza.

Fino a ieri, ieri l’entusiasmo del gruppo mi ha travolta e non ce l’ho fatta a trattenermi, mille mila notifiche, e se hai una notifica vuol dire che la gente ti associa ad una situazione/cosa/evento, cioè, per loro io ci sono da 5 mesi e già sanno che ci sono?! Non è una cosa scontata in gruppi grandi eh, anzi.

Confesso di aver mandato una mail alla redazione, ieri. L’ho detto che non ce l’ho fatta a trattenermi.

Non ditemi che voi non avete mai scritto una letterina di ringraziamento a Babbo Natale eh, io ieri ho ringraziato per un immenso regalo.

La risposta della Van Pelt mi ha fatta piangere, ma questi sono dettagli.

CREPE IS THE NEW BLACK

 

Le nostre ricette per l’MTChallenge sono qui 

2 Risposte a “CREPE IS THE NEW BLACK: il sesto libro dell’MTChallenge”

  1. Tu sei bellissima! ma il tuo (non ricordo come si chiama, perdonami) cane che ti fa la lingua con occhi da Aylin-ma-che-stai-facendo-? è mondiale!
    E la tua felicità è contagiosa, è da due giorni che sono felicissima per te! Complimenti di cuore!
    PS: ma davvero hai scritto tutto questo articolo in soli 6 minuti??? 😀

I commenti sono chiusi.