secondo

Hamburger e patatine

Hamburger e patatine
Hamburger e patatine

Hamburger e patatine

Quando mia nonna mi telefona e chiede “Cosa mangi stasera per cena?” e io rispondo: “Hamburger”, lei pensa sempre che si tratti di un piatto rimediato, cotto in pochi minuti e di scarsa qualità perché, per le persone di un’altra epoca, mangiare la “carne” vuol dire solamente mangiare pollo, bistecche e salsicce, tutto il resto sono robette!

Quanto mi piacerebbe dire a mia nonna che, se potessi, mangerei hamburger tutti i giorni, conditi con le verdure, con lo speck, con il formaggio (cheddar soprattutto), ripieni e con una montagna di salse (bbq, yogurt, senape, ketchup, ecc)… Gnammmm

Oggi vi presento la ricetta degli hamburger di Gordon Ramsey, una succulenta specialità della tradizione americana ma originaria di Amburgo dove, sul finire del XIX secolo, i marinai tedeschi sbarcavano e divoravano una polpetta di carne cotta infilata tra due fette di pane, che ribattezzarono “la polpetta di Amburgo”.

 

 

Ingredienti per 1 hamburger:

100 gr di carne di manzo tritata (un consiglio: usate carne di chianina per un risultato finale di prima qualità)
1/2 cipolla rossa
1 cucchiaio di senape
Sale, pepe

 

 

Procedimento:

Tritare finemente la cipolla.
In un recipiente, amalgamare la cipolla, la carne macinata, la senape, sale e pepe.
Impastare bene e dare all’impasto la forma dell’hamburger (l’ideale sarebbe usare l’apposito attrezzo ma personalmente non l’ho mai acquistato, visto che fare l’hamburger non è molto difficile).
Scaldare la piastra e, quando sarà rovente, cuocervi l’hamburger da entrambi i lati e poi servire.
Io ho accompagnato gli hamburger con una bella porzione di patatine fritte ma è possibile sostituirle con delle verdure grigliate (es. peperoni, zucchine, melanzane), una bella insalata mista o delle patate al forno.
Immancabile per la perfetta riuscita del piatto è la presenza delle salse: a mio parere, più ce ne sono meglio è, ma i “must have” sono sicuramente salsa barbecue e senape.
Buon appetito anzi… Have a nice dinner!

Pollo con riso al curry

Pollo con riso al curry
Pollo con riso al curry

Pollo con riso al curry

Pollo con riso al curry. Una ricetta facile per un piatto dal sapore orientale: pollo con riso al curry, un secondo piatto saporito e sfizioso, economico, ideale da gustare sia a pranzo che a cena, da soli o in compagnia.

Io adoro il pollo al curry e mi piace prepararlo sia con il pollo in pezzi sia con il petto di pollo tagliato a striscioline, in base a ciò che ho a disposizione.

Nella preparazione ho omesso la salsa di soia perché l’avevo terminata, ma se voi l’avete, non esitate a metterla per donare al vostro piatto un sapore ancor più esotico!

 

 

Ingredienti:

50 grammi di riso basmati

Pollo a pezzi (io ho usato due cosciotti ma vanno bene anche i bocconcini, in base alle vostre preferenze)

2 cucchiaini di olio extravergine di oliva

Una manciata di fagiolini freschi (vanno benissimo anche i fagiolini surgelati)

1 cucchiaio di curry

1 cucchiaio di curcuma

Qualche foglia di prezzemolo fresco

Erba cipollina, paprika, origano

 

 

 

Procedimento:

In una ciotola creare un’emulsione composta dal succo di un limone, erba cipollina, paprika, origano, e marinarvi il pollo per almeno 2 ore, in modo che si insaporisca bene.

Riempire un tegame di acqua e cuocervi il riso, aggiungendo una spolverata di curry e una di curcuma, in modo da far diventare il riso giallo.

Agli ultimi minuti di cottura, aggiungere anche i fagiolini per farli ammorbidire (se usate i fagiolini surgelati, fateli sbollentare per 7-8 minuti prima di aggiungerli al riso).

In un wok (o in una padella capiente), scaldare un cucchiaio di olio extravergine di oliva e poi cuocervi i pezzi di pollo per almeno 15 minuti, insieme a qualche foglia di prezzemolo fresco (se usate i bocconcini, basterà cuocerli per 5-6 minuti).

Versare il riso cotto nel wok e mescolare bene per far insaporire il tutto.

Servire il Pollo con riso al curry caldo.

Moussaka

Moussaka
Moussaka

Moussaka

La moussaka è un pasticcio di verdure della tradizione greca, un ricco primo piatto a base di melanzane fritte, carne macinata e formaggio di pecora, una vera delizia!!
La ricetta me l’ha ispirata un libro che stavo leggendo giorni fa, nel quale uno dei protagonisti preparava questo piatto per una ragazza su cui voleva far colpo, è così, visto che stasera ho avuto ospiti a cena (tranquilli, nessun pericolo di cambio status del mio sito 😉😉😉 ), ho deciso di sperimentarla.
Il risultato?!? Quasi 1 ora e mezza di preparazione per un piatto sublime e scioglievo le che ha conquistato anche i palati più scettici.

 

 

Ingredienti per 2 porzioni:
200 gr di melanzane
200 gr di carne macinata (io mista)
1 cipolla
2 pomodori da sugo
50 gr di formaggio di pecora
3 cucchiai di gruviera
3 cucchiai di pangrattato
2 cucchiai di farina
1 noce di burro
1 bicchiere di latte
1/2 bicchiere di vino bianco
Un ciuffo di prezzemolo fresco
2 cucchiai di olio
Origano, noce moscata, sale

 

 

Procedimento:
Lavare e tagliare le melanzane e i pomodori a dadini.
Tritare finemente la cipolla.
In una padella, scaldare due cucchiai di olio e friggervi le melanzane, quindi scolarle e adagiarle su un foglio di carta assorbente.
Nell’olio rimasto, friggere la cipolla tritata e la carne macinata poi, quando l’olio sarà evaporato, aggiungere i pomodori e un pizzico di sale.
Sfumare con il vino bianco e cuocere a fiamma moderata, mescolando di tanto in tanto.
Aggiungere una spolverata di origano, qualche foglia di prezzemolo fresco e cuocere per una decina di minuti.
Spegnere il gas e lasciar intiepidire.
Preriscaldare il forno a 200 gradi.
In un pentolino, riscaldare il latte con una noce di burro e 2 cucchiai di farina e portare a ebollizione mescolando continuamente.
Aggiungere un pizzico di noce moscata e, quando la salsa si sarà addensata, spegnere il gas e lasciar intiepidire.
Imburrare una teglia da forno e cospargerla di pangrattato.
In una ciotola, mescolare il formaggio di pecora con la gruviera cerando di ottenere una crema soffice.
Distribuire metà delle melanzane sul fondo della teglia, ricoprire con uno strato di carne macinata e sugo, poi cospargere con le melanzane rimaste e infine ultimare con la simil besciamella e la crema di formaggio.
Cuocere in forno caldo a 200 gradi per 25-30 minuti.
Sfornare la Moussaka e servire subito.

Australian meat pie

Australian meat pie
Australian meat pie

Australian meat pie

La mia migliore amica, qualche anno fa ha deciso di partire per l’Australia in cerca di lavoro e, tra alti e bassi ci è rimasta per ben due anni. Al suo ritorno, mi ha raccontato tutte le sue folli avventure, aneddoti divertenti e strampalati, mi ha descritto la sua giornata tipo, e, infine, un giorno mi ha invitato a pranzo a casa sua con la scusa di farmi assaggiare un famoso piatto australiano che lei preparava sempre nel ristorante dove lavorava: la meat pie. Si tratta di tortini di pasta sfoglia ripieni di carne di manzo, ideali da mangiare come antipasto o come secondo piatto, magari accompagnati da un contorno di verdure (es. piselli saltati in padella, pomodori freschi).
Una ricetta facile e veloce per deliziare i palati dei vostri ospiti con un piatto d’oltreoceano.

Ingredienti per 4 tortini:

1 rotolo di pasta sfoglia
400 gr di carne macinata di manzo
1 cipolla
1 cucchiaio di olio
300 ml di brodo di carne
2 cucchiai di ketchup
1 uovo
1 cucchiaio di farina
Sale, pepe

 

 

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 220 gradi.
Tritare finemente la cipolla.
In una padella, rosolare la cipolla con un cucchiaio di olio poi aggiungere la carne macinata e cuocere per una decina di minuti, mescolando di tanto in tanto.
Aggiungere il brodo, 2 cucchiai di ketchup e continuare la cottura.
Salare e pepare.
Aggiungere un cucchiaio di farina e mescolare per far addensare il tutto.
Continuare la cottura per una mezz’ora circa, o fino a quando il composto non si sarà ben addensato.
Spegnere il gas e lasciare intiepidire.
Stendere la pasta sfoglia su una spianatoia e ricavarne 8 cerchi con un coppapasta (o una tazza da latte).
Posizionare al centro di ogni disco il condimento di carne macinata, quindi richiudere i dischi formando delle mezze lune.
Sbattere un uovo in una ciotola e usarlo per spennellare la superficie dei tortini.
Cuocere i tortini in forno caldo per circa 15 minuti, fino a doratura.
Sfornare e servire caldi.

Pollo kung pao

Pollo kung pao
Pollo kung pao

POLLO KUNG PAO

Il pollo kung pao è un piatto di origine cinese a base di bocconcini di petto di pollo, zenzero, peperoni, arachidi e salsa agrodolce.

Io adoro le ricette a base di pollo e questa è semplicemente deliziosa, credetemi, e perfetta per una cenetta da servire ai vostri ospiti per conquistare i loro palati con un tocco orientale, oppure da mangiare da soli, magari davanti ad un bel film alla tv e accompagnata da una birretta bionda fresca.
Una ricetta facile, semplice ed economica per gustare un piatto non eccessivamente calorico ma molto saporito.

 

 

Ingredienti per 1 porzione:
120 gr di petto di pollo (o tagliata di pollo, in base ai vostri gusti)
1 peperone (giallo/rosso/verde, in base alla vostra disponibilità)
20 gr di arachidi
1 spicchio di aglio
1 cucchiaio di farina 00
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
Sale, zenzero macinato

 

Per la salsa: 
1 cucchiaio di salsa di soia
1 cucchiaio di aceto
1/2 cucchiaio di zucchero di canna
1/2 bicchiere di acqua
1 cucchiaio di farina
Peperoncino macinato q.b.

 

 

Procedimento:
Tagliare il petto di pollo in bocconcini.
In una ciotola, unire i bocconcini di pollo, la farina, lo zucchero di canna, l’aglio e una spolverata di zenzero. Far riposare il pollo per 1 ora, in modo che insaporisca.
Nel frattempo, lavare e tagliare il peperone a listarelle.
Dopo 1 ora, scaldare 1 cucchiaio di olio in una padella antiaderente e rosolarvi i peperoni.
Quando i peperoni saranno abbastanza morbidi, aggiungere il pollo e le arachidi e cuocere il tutto a fuoco medio per una decina di minuti, poi spegnere il gas e mettere da parte.
Preparare ora la salsa mescolando tutti gli ingredienti necessari in un bicchiere.
Versare la salsa nella padella insieme al pollo, accendere il fuoco e cuocere per 5-6 minuti, mescolando per far amalgamare bene il tutto.
Servire caldo.

Escondidinho de frango

Escondidinho de frango
Escondidinho de frango

ESCONDIDINHO DE FRANGO

Chi l’avrebbe mai detto che i brasiliani avrebbero avuto una ricetta in comune con gli antenati e gli odierni sudditi della Regina Elisabetta? Eh si perché l’Escondidinho de frango non è altro che che la Shepherd’s pie amara dai sudditi di sua maestà!

Un tortino di pasta sfoglia ripieno di pollo, cipolle, patate e carote. Una ricetta facile e veloce per un piatto perfetto da mangiare con più volte (io preparo sempre un tortino e ne porto una fetta per il pranzo in ufficio, bella idea, vero??).

 

 

Ingredienti:

2 rotoli di pasta sfoglia confezionata
500 gr di petto di pollo
1/2 cipolla
2 carote
1 patata grande
Qualche foglia di prezzemolo fresco
2 cucchiai di farina 00
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
1 uovo
Sale

 

 

Procedimento:

Tagliare il petto di pollo a dadini non troppo sottili.
Tritare finemente la cipolla.
Pelare e tagliare le carote a rondelle e la patata a dadini.
Scaldare un cucchiaio di olio extravergine di oliva in una padella.                                                                           Quando l’olio comincerà a sfrigolare, aggiungere i dadini di pollo e rosolarli a fiamma bassa.
Aggiungere le verdure tagliate, salare e pepare, quindi cuocere a fuoco basso, mescolando.
Aggiungere un bicchiere d’acqua e cuocere per un quarto d’ora, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.
Aggiungere due cucchiai di farina, mescolare bene per far amalgamare tutti gli ingredienti e cuocere.
Quando il pollo e le verdure saranno cotti, spegnere il fornello e lasciar raffreddare.
Nell’attesa, preriscaldare il forno a 160 gradi, rivestire una teglia rotonda di carta forno e adagiarvi una sfoglia.
Farcire la sfoglia con il ripieno di pollo e verdure, poi ricoprire con l’altra sfoglia e sigillare gene i bordi del tortino.
Sbattere l’uovo e usarlo per spennellare la superficie del tortino.
Cuocere il tortino in forno caldo a 160 gradi per 30-35 minuti.
Sfornare e servire.

Gallinella in crosta aromatica

Gallinella in crosta aromatica
Gallinella in crosta aromatica

Gallinella in crosta aromatica

Gallinella in crosta aromatica. Oggi avevo voglia di mangiare del pesce per cena e, passando davanti al banco pesce, ho trovato in offerta le gallinelle di mare, un pesce che non avevo mai mangiato ma che, dato il prezzo fortemente low cost, avevo voglia di provare.

Ho chiesto al pescivendolo di pulire i filetti e, nel frattempo, ne ho approfittato per farmi consigliare qualche ricettina gustosa per preparare la gallinella: all’acqua pazza, alla pizzaiola, al limone e in crosta. Io ho optato per quest’ultima variante, profumando i filetti con tutte le erbe aromatiche che avevo in cucina e la buccia di un lime. Il risultato? Un sapore simile a quello dell’orata, molto delicato e leggero.

 

Ingredienti:

2 filetti di gallinella
1 lime
3 cucchiai di pangrattato
Qualche foglia di prezzemolo fresco
5-6 pomodori pachino
Mollica di pane q.b.
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
Sale, pepe, erbe aromatiche (erba cipollina, origano, menta, rosmarino)

 

 

Procedimento:

Sciacquare i filetti di gallinella sotto acqua corrente e procedere con la rimozione delle interiora (se non vi siete fatti pulire i filetti dal pescivendolo).
Grattugiare la buccia del lime e spremere il lime.
In una ciotola, unire la buccia grattugiata del limone, qualche foglia di prezzemolo fresco, una manciata di molliche di pane secco, il pangrattato, un pizzico di sale e una bella spolverata di erbe aromatiche.
Rivestire una teglia di carta forno e preriscaldare il forno a 200 gradi.
Adagiare i filetti di gallinella al centro della teglia e irrorarli con il succo del lime e due cucchiai di olio extravergine di oliva.
Ricoprire i filetti di gallinella con la panatura realizzata con le molliche di pane secco, il pan grattato e le erbe aromatiche.
Lavare i pomodori pachino, tagliarli a metà e unirli ai filetti di gallinella panati nella teglia.
Cuocere il tutto in forno caldo a 200 gradi per 15 minuti, fino a doratura.
Sfornare e servire subito, accompagnando i filetti con una porzione di patate al forno o un’insalata mista.

1 4 5 6