secondo

Carpaccio di manzo

Carpaccio di manzo
Carpaccio di manzo

Carpaccio di manzo

Il carpaccio di manzo è una pietanza semplice ed indicata per un pranzo o una cena veloce e leggera, che non richiede l’uso di fornelli e quindi particolarmente adatta durante la stagione estiva.

Tra i carpacci di carne, i più noti sono quello di vitello e quello di manzo (raccontato in questa ricetta), ma sono altresì degni di nota il carpaccio di roast-beef, di carne salada, di bresaola, di petto d’oca.

Per quanto riguarda i condimenti, i più diffusi sono solitamente succo di limone, olio e aceto, ma è possibile sostituire il succo di limone con quello di arancia, ed aggiungere spezie, pepe, erbe aromatiche (es. prezzemolo, basilico, origano, maggiorana, menta, ecc.) e l’immancabile glassa di aceto balsamico.

Il carpaccio di manzo è un alimento ricco di proteine, vitamine e sali minerali, ma povero di carboidrati, quindi indicato per pasti leggeri ma non consigliato a chi soffre di colesterolo alto o alle donne in gravidanza (poiché si tratta di carne cruda).

Questa ricetta fu ideata da patron fondatore dell’Harry’s Bar di Venezia, Giuseppe Cipriani, che lo preparò per la prima volta nel 1950 in occasione di una mostra pittorica su Vittore Carpaccio per soddisfare le esigenze nutrizionali della contessa Amalia Nani Mocenigo che, per motivi di salute, non poteva assumere carne cotta.

Io ho preparato questo piatto usando solamente sottilissime fette di carpaccio di manzo e insalata mista, ma voi potete aggiungere anche scaglie di parmigiano reggiano e pomodorini pachino, arricchendo così il gusto del piatto.

 

Ingredienti per una porzione:

100 gr di carpaccio di manzo

Una manciata di foglie di insalata mista

Glassa di aceto balsamico q.b.

Il succo di mezzo limone

olio extravergine di oliva q.b.

sale

 

 

Procedimento:

Lavare e tagliare le foglie di insalata.

Adagiare le sottilissime fette di carpaccio su un piatto e disporvi accanto l’insalata.

Condire l’insalata con un filo di olio extravergine di oliva, il succo di mezzo limone e un pizzico di sale.

Aggiungere un velo di glassa di aceto balsamico e servire.

 

 

Polpette alle tre carni

Polpette alle tre carni
Polpette alle tre carni

Polpette alle tre carni

Una ricetta facile per delle polpette speciali poiché a base di tre carni: manzo, maiale e pollo! Quel che si dice “riciclare gli avanzi con maestria”: un trionfo di sapore!!

Polpette morbide e delicate, che possono essere servite come secondo piatto, naturalmente accompagnate da qualche fetta di pane per fare la cd. scarpetta con il sugo, oppure possono essere usate per condire un bel piatto di spaghetti (come fanno gli americani). Che ne dite??

 

Ingredienti:

300 gr di macinato di manzo, pollo e maiale

500 ml di salsa di pomodoro

1/2 cipolla

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

2 uova

Qualche foglia di prezzemolo fresco

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

1 cucchiaio di pangrattato

Farina q.b.

Sale, pepe

 

 

Procedimento:

Tritare finemente la cipolla.

In un tegame, rosolare la cipolla con due cucchiai di olio extravergine di oliva.

Aggiungere la salsa di pomodoro e cuocere a fuoco basso.

In una ciotola, unire le tre carni macinate, le uova, il pangrattato, qualche foglia di prezzemolo tritato, il parmigiano grattugiato, una spolverata di pepe e una di sale.

Impastare con le mani per amalgamare bene gli ingredienti.

Formare delle polpette ben sode e adagiarle su un piatto.

Cuocere le polpette nel tegame con la salsa di pomodoro per 15-20 minuti.

Mescolare di tanto in tanto, per evitare che il sugo si attacchi alle pareti del tegame.

Rigirare le polpette più volte, per farle cuocere su tutti i lati.

Servire le polpette ben calde, aggiungendo qualche foglia di prezzemolo.

Pomodori ripieni freddi

Pomodori ripieni freddi
Pomodori ripieni freddi

Pomodori ripieni freddi

Una ricetta facile che non richiede neanche l’utilizzo di fornelli: eh si, avete sentito/letto proprio bene, né forno né gas, una vera magia!!!!!

Pomodori ripieni freddi, un’idea sfiziosa per un simpatico aperitivo o antipasto da servire ai vostri ospiti, ma anche un contorno perfetto per secondi piatti di pesce non troppo elaborati.
Io ho farcito i pomodori con tonno al naturale (va bene anche il tonno sott’olio, in base ai vostri gusti), maionese, carciofini sott’olio e capperi sotto sale, ma voi potete aggiungere e/o sostituire gli ingredienti a vostro piacimento (es. uova sode, carote a julienne, cubetti di prosciutto cotto, gamberetti in salamoia, carne macinata, ecc.), facendovi guidare dalla vostra fantasia perché, come dico sempre, è la fantasia l’ingrediente principale di ogni ricetta, e non il budget a disposizione!

Io adoro le verdure ripiene e le considero un piatto così facile e “comodo” che le faccio sempre in porzioni abbondanti, in modo da poterle consumare in più volte e magari portarle anche in ufficio per pranzo, così da suscitare l’invidia (bonaria) di tutti i colleghi.

Altre ricette di pomodori farciti le trovate ai seguenti link:

 

Ingredienti:

4 pomodori maturi da insalata
100 gr di tonno al naturale (o sott’olio, in base alle vostre preferenze)
4 carciofini sott’olio (interi o già tagliati)
4 cucchiaini di maionese
Una manciata di capperi sotto sale
Qualche foglia di prezzemolo fresco

 

Procedimento:

Lavare i pomodori e svuotarli dal loro ripieno con l’aiuto di un cucchiaio.
In una ciotola unire il tonno, la maionese, qualche foglia di prezzemolo tritata, il ripieno dei pomodori, i carciofini sgocciolati e tagliati a pezzetti e una manciata di capperi.
Mescolare bene per amalgamare tutti gli ingredienti.
Farcire i pomodori e servire subito oppure riporre in frigorifero fino al momento del servizio.

Cozze gratinate

Cozze gratinate
Cozze gratinate

Cozze gratinate

Una ricetta che, all’apparenza sembra complicata ma in realtà è facilissima e consente di ottenere un secondo piatto sfizioso, perfetto anche da servire agli ospiti.

Ho acquistato le cozze in pescheria e chiesto al pescivendolo di pulirle (una vera e propria manna dal cielo), le ho fatte aprire nel tegame rosolandole con un filo di olio e del vino bianco, e poi le ho farcite con pangrattato, parmigiano grattugiato e pomodori, una preparazione veramente semplice e anche piuttosto veloce.

Vi consiglio di accompagnare le cozze con un’insalata fresca o una porzione di patate al forno ma, soprattutto, con un bel calice di vino bianco.

 

Ingredienti per 1 porzione:

15-16 cozze fresche
3 cucchiai di pangrattato
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
1 pomodoro da sugo
1 spicchio di aglio
Qualche foglia di prezzemolo fresco
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1/2 bicchiere di vino bianco
Sale, pepe

 

Preparazione:

Lavare accuratamente le cozze sotto l’acqua corrente.

In un tegame, rosolare uno spicchio d’aglio con due cucchiai di olio extravergine di oliva.

Quando l’olio comincerà a sfrigolare, aggiungere le cozze, mezzo bicchiere di vino bianco, qualche foglia di prezzemolo fresco, un pizzico di sale, e cuocere coprendo il tegame con un coperchio.

Quando le cozze si saranno aperte, spegnere il gas e scolarle.

Eliminare i gusci vuoti e conservare solo quelli con i molluschi.

Lavare e tagliare il pomodoro a dadini.

In una ciotola, unire il pangrattato, il formaggio grattugiato, il pomodoro a dadini, una spolverata di pepe nero e un pizzico di sale.

Mescolare bene il composto per amalgamare tutti gli ingredienti e far sì che il pomodoro rilasci il suo succo, in modo da ottenere una sorta di “pappetta”.

Con un cucchiaio, farcire le cozze aperte con il composto di pangrattato, avendo cura di ricoprire perfettamente i molluschi delle cozze.

Rivestire una teglia di carta forno e scaldare il forno a 180 gradi.

Disporre le cozze sulla teglia rivestita e cuocere in forno caldo per 10-15 minuti, fino a doratura del pangrattato.

Sfornare e servire subito.

Alici panate

Alici panate
Alici panate

Alici panate

La ricetta di questo tortino viene direttamente dalla cucina della mia cara amica Alessia, una delle maggiori contributor del mio blog!

Un tortino sfizioso, di rapida realizzazione e perfetto da servire ai vostri ospiti per conquistarli al primo boccone: alici fresche avvolte in una panatura di uvetta, pinoli e mollica di pane… Che bontà!
Un secondo piatto perfetto se accompagnato da un calice di vino bianco secco e un contorno delicato, come patate al forno o una fresca insalatina mista.
Io ho realizzato questo tortino in dosi abbondanti e, in questo modo, ne ho mangiato metà a cena e meta’ il giorno dopo, scaldandolo per un minuto al microonde alla max potenza, giusto per ravvivare la croccantezza della panatura.
E voi, cosa ne pensate?? Vi ho convinto?

 

 

Ingredienti per 2 persone:
250 gr di alici pulite
2 fette di pane raffermo
20 gr di pinoli
20 gr di uvetta
1 spicchio di aglio
Qualche foglia di prezzemolo fresco
3-4 cucchiai di pangrattato
Il succo di mezzo limone
Olio extravergine di oliva q.b.
Sale

 

 

 

Procedimento:
Preriscaldare il giorno a 200 gradi.
Mettere a bagno l’uvetta per farla ammorbidire.
Tritare finemente lo spicchio d’aglio.
In una padella, tostare i pinoli poi metterli da parte.
Bagnare il pane con l’acqua e poi sbriciolarlo.
In una ciotola unire le molliche di pane sbriciolate, l’aglio tritato, i pinoli tostati, l’uvetta ammollata, qualche foglia di prezzemolo fresco tritato, un pizzico di sale, il succo di mezzo limone e un filo di olio extravergine di oliva.
Aggiungere anche le alici e mescolare per amalgamare gli ingredienti.
Rivestire una teglia di carta forno e distribuirvi il composto di alici, molliche, aglio, pinoli, uvetta e prezzemolo.
Spolverizzare la superficie del tortino ottenuto con qualche cucchiaio di pangrattato (più ne mettete, meglio è).
Cuocere in forno caldo a 200 gradi per 10-15 minuti, fino a doratura.
Sfornare e servire ben caldo.

Orata su letto di patatine

Orata su letto di patatine
Orata su letto di patatine

Una ricetta facile per un secondo piatto leggero ma sfizioso: orata su letto di patatine croccanti, perfetta per una cena veloce o da servire ai vostri ospiti per deliziare i loro palati con gusto e semplicità.

Ho comprato l’orata in pescheria e ho chiesto al pescivendolo di pulirla (bastano qualche sorriso e un pizzico di simpatia), così, quando sono rincasata, ho dovuto solamente sciacquarla sotto l’acqua corrente e metterla nella pirofila. Furbo, no?!?

Se volete aggiungere un tocco in più alla ricetta, vi consiglio di servire l’orata con generose cucchiaiate di maionese fatta in casa o di salsa aioli, in modo da dare la parvenza, ai vostri ospiti, di trovarsi in un vero ristorante stellato 😉😉😉

ps: immancabile il calice di vino bianco 😉😉😉😉

Se siete alla ricerca di altre ricerche con l’orata, vi consiglio di assaggiare l’orata su letto di purè https://blog.giallozafferano.it/unacucinadasingle/orata-su-letto-di-pure/ , l’orata su letto di piselli https://blog.giallozafferano.it/unacucinadasingle/orata-su-letto-di-piselli/ , l’orata all’acqua pazza https://blog.giallozafferano.it/unacucinadasingle/2540-2/ .

Ingredienti:

1 filetto di orata

2 patate di media grandezza

Un cucchiaio di olio extravergine di oliva

Uno spicchio d’aglio

Sale, pepe, rosmarino

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 180 gradi.

Pelare e tagliare le patate a piccoli dadini.

In una padella rosolare uno spicchio d’aglio con un filo di olio poi aggiungere le patate e cuocere.

Salare, pepare, mescolare e cuocere fino a quando le patate non saranno dorate.

Mescolare di tanto in tanto, per evitare che le patate si attacchino al fondo.

Nel frattempo, salare e pepare l’orata, adagiarla in una pirofila unta con un filo di olio e cuocere per 8 minuti in forno caldo.

Dopo 8 minuti di cottura, aggiungere le patate all’orata in teglia, spolverare con del rosmarino e rinfornare per altri 5 minuti.

Sfornare e servire l’orata ben calda.

Il tocco da chef: Accompagnare l’orata con qualche cucchiaio di maionese fatta in casa o salsa aioli.

 

Tonno al sesamo

Tonno al sesamo
Tonno al sesamo

Tonno al sesamo

Il tonno al sesamo e’ una ricetta della cucina giapponese molto diffusa anche nelle città del sud Italia, dove e’ più facile reperire tonno fresco.

Io adoro le pietanze crude come il sashimi, i gamberetti e soprattutto le tartare!

Sono preparazioni non eccessivamente complesse e di gran classe, a mio modesto parere; sì, in fondo, cenare con una tartare fa effetto… Non pensate?

Il tonno al sesamo e’ una ricetta semplicissima per un secondo piatto ricco di proprietà nutrienti: gli omega 3 e le proteine del pesce, e i nutrienti (calcio, magnesio, fosforo, ferro) dei semi di sesamo.

Per questa preparazione ho usato rigorosamente tonno rosso freschissimo, un mix di semi di sesamo (neri e bianchi) e salsa di soia per accompagnare.

Ho accompagnato il trancio di tonno con un’insalata di lattuga fresca, ma voi potete usare anche la misticanza o pomodori a fette; vi consiglio di evitare le verdure cotte che rischierebbero di dare poco risalto alla freschezza del tonno crudo.

 

Ingredienti:

1 trancio di tonno rosso
Semi di sesamo q.b.
1 cucchiaino di olio di oliva
Il succo di mezzo limone
Sale

 

Procedimento:

Versare un cucchiaino di olio in una ciotola e mescolarlo con il succo di mezzo limone, poi distribuire i semi di sesamo in un piattino (il procedimento e’ lo stesso della pan stura delle cotolette, per intenderci).
Passare il trancio di tonno prima nell’olio poi nei semi di sesamo, schiacciando bene il tonno su questi ultimi per farli aderire.
Scaldare una padella antiaderente a fuoco medio e cuocervi il tonno per circa 3 minuti per ogni lato (il tonno deve rimanere crudo all’interno, quindi la cottura deve essere breve ma intensa).
Servire il tonno intero o tagliato a quadrotti (come ho fatto io), accompagnato con un contorno di verdure (es. insalata fresca) e salsa di soia.

Pomodori ripieni di cous cous

Pomodori ripieni di cous cous
Pomodori ripieni di cous cous

Pomodori ripieni di cous cous

Una ricetta facile che potete servire ai vostri ospiti come aperitivo, come antipasto o come contorno durante una cena estiva.

Un piatto gustoso e saporito che riporta la mente ai sapori della Sicilia, grazie alla presenza del cous cous e delle melanzane; io ho usato solo questi due ingredienti ma voi potete aggiungere capperi, olive nere denocciolate, filetti di acciughe sotto sale ecc. incrementando così il gusto del vostro piatto.
Pochi e semplici ingredienti che, mescolati, danno vita ad un piatto delizioso e colorato che mette subito di buon umore.

Ci credete?

 

 

Ingredienti:
3 pomodori grandi
100 gr di cous cous precotto
200 ml di acqua calda
1 cucchiaino di curcuma
Olio extravergine di oliva q.b.
1/2 melanzana
Qualche foglia di prezzemolo fresco
Uno spicchio di aglio
Sale, peperoncino macinato

 

 

 

Procedimento:

Lavare e svuotare tre pomodori dal loro riempimento, mettendo quest’ultimo da parte.

Adagiare i pomodori sul piatto crisp del microonde e cuocerli per 6-7 minuti alla max potenza, funzione microwave.

Sfornare i pomodori e lasciarli intiepidire.

Nel frattempo, lavare e tagliare la melanzana a cubetti.

In una padella antiaderente, rosolare uno spicchio di aglio con un filo di olio poi aggiungere le melanzane a cubetti e una spolverata di peperoncino piccante macinato e cuocere per 4-5 minuti.

Quando le melanzane saranno morbide, spegnere il fuoco e lasciarle intiepidire.

Ora preparare il cous cous.

Versare il cous cous precotto in una ciotola e condirlo con un cucchiaino di curcuma e un filo di olio extravergine di oliva.

Aggiungere l’acqua calda e coprire la ciotola con la pellicola trasparente.

Dopo 2 minuti, il cous cous è pronto, quindi rovesciarlo su un vassoio e separare i chicchi con una forchetta.

Unire le melanzane, qualche foglia di prezzemolo tritata e il ripieno dei pomodori al cous cous e mescolare bene per far insaporire.

Farcire ora i pomodori e servire subito oppure ripassare per 1 minuto al microonde, in modo da gustare i pomodori caldi.

Kebab di pollo

Kebab di pollo

Kebab di pollo

L’altro giorno avevo voglia di cenare con un bel kebab ma non avevo voglia di uscire di casa per arrivare alla rosticceria più vicina, e inoltre non volevo un kebab da portar via (servito nel panino, per intenderci) ma al piatto (quindi sarebbe stato anche complicato da portare a casa).

Così, ho aperto il frigorifero e dato sfogo alla fantasia, realizzando il Kebab di pollo direttamente nella mia cucina.

Gli ingredienti: petto di pollo a fette, aromi vari, insalata, pomodori, cipolle, olio e succo di limone.

Io ho usato questi pochi e semplici ingredienti ma voi potete aggiungerne altri, come il mais, le olive denocciolate, i sottaceti, ecc.

Il risultato? Divino, penso che replicherò prestissimo!!

 

 

Ingredienti per una porzione:

200 gr di petto di pollo

1 pomodoro da insalata

200 gr di insalata verde

1/2 cipolla

2 cucchiai di olio

aromi vari (origano, menta, cumino, peperoncino, coriandolo)

il succo di mezzo limone

salse per accompagnare (yogurt, ketchup, maionese)

 

 

 

Procedimento:

In una ciotola, creare un’emulsione con il succo di mezzo limone, due cucchiai di olio e gli aromi.

Marinare le fette di pollo nell’emulsione ottenuta per 2-3 ore, in modo che insaporiscano bene.

Nel frattempo, preparare l’insalata.

Lavare e tagliare i pomodori e l’insalata.

Tagliare la cipolla a fettine sottili.

Riempire una ciotola con acqua fredda e un cucchiaio di aceto e lasciarvi ammollare le cipolle per almeno mezz’ora, in modo che risultino più digeribili.

Trascorso il tempo, scolare le cipolle e unirle in una ciotola insieme all’insalata verde e i pomodori rossi, quindi condire il tutto con olio e sale.

Ora scaldare una piastra e, quando sarà rovente, grigliarvi il petto di pollo, girandolo sull’altro lato a metà cottura.

Quando il petto di pollo sarà cotto, trasferire le fette su un tagliere di legno e tagliarle a fettine non troppo sottili.

Unire il pollo all’insalata preparata e servire subito, accompagnando magari con la tipica salsa yogurt, oppure kechup o maionese.

Ecco qui il vostro Kebab di pollo fatto in casa! Buona cena!

1 3 4 5 6