ricetta frappe

Chiacchiere

Chiacchiere

I veneti le chiamano “Galani”, gli abruzzesi e i campani le “Chiacchiere”, i romani le “Frappe”, ma il risultato è sempre lo stesso.

Quale? Croccanti sfoglie di pasta fritte in olio di girasole o cotte al forno, servite con una spolverata di granello di zucchero o una colata di glassa di cioccolato.

 

 

 

Ingredienti per 40-50 chiacchiere:

500 gr di farina 00

1 limone

70 gr di zucchero semolato

50 gr di burro

30 ml di grappa

3 uova medie

1 bustina di lievito in polvere per dolci

1 bustina di vanillina

un pizzico di sale fino

 

 

Procedimento:

Lavare il limone e grattugiarne la scorza.

Disporre la farina a fontana su una spianatoia, facendo un buco al centro.

Rompere le uova e versarle in una ciotola.

Aggiungere il burro tagliato a tocchetti, lo zucchero semolato, la vanillina, la scorza grattugiata del limone, il lievito in polvere per dolci e mescolare con una forchetta.

Una volta sciolti lo zucchero e il burro, trasferire il composto nel buco al centro della farina e cominciare a impastare con le mani.

Lavorare l’impasto fino ad ottenere un panetto omogeneo ed elastico.

Stendere la sfoglia sulla spianatoia infarinata con l’aiuto di un mattarello.

Ricavare dei rettangoli dalla sfoglia con una rotella dentata, oppure usando un coltello e praticando incisioni a zig zag.

Fare due tagli con il coltello al centro di ogni chiacchiera.

Ora, se volete friggere le chiacchiere, riempite una pentola di olio di semi di girasole e, quando sarà bollente, tuffatevi le chiacchiere e cuocete fino a doratura.

Se invece volete cuocere le chiacchiere al forno, adagiatele su una teglia rivestita di carta forno e cuocete in forno preriscaldato a 180 gradi per 10 minuti, fino a doratura.

In entrambi i casi, servire le chiacchiere fredde, cosparse di granella di zucchero o di zucchero a velo.

 

 

Frappé al cioccolato

Frappé al cioccolato
Frappé al cioccolato

Frappé al cioccolato

Io adoro il Frappé al cioccolato! E’ senza dubbio una delle mie bevande preferite da consumare in estate, al cioccolato o alla banana, una vera bontà!

Molti confondono il frullato con il frappé ma la differenza c’è ed è notevole: nel primo si usa solo latte e frutta (addirittura, l’aggiunta di latte è opzionale e avviene solo per rendere il frullato più nutriente e cremoso), nel secondo si aggiunge anche il gelato, i cubetti di ghiaccio e la panna (e, a volte, anche liquori, menta o caffè).

La ricetta che vi racconto va bene anche per i frappé alla frutta o per la crema di caffè, poiché basta modificare il gusto di gelato usato: gelato alla fragola per frappé alla fragola, gelato al caffè per la crema al caffè (in questo caso, aggiungete anche un cucchiaino di Bayles).

Un modo per dare a questo Frappé al cioccolato un gusto peccaminoso e libidinoso? Aggiungere qualche cucchiaiata di Nutella o crema di nocciole spalmabile… Una vera delizia!!!

 

Ingredienti per 2 porzioni:

200 gr di gelato al cioccolato (potete usare anche il gelato di soia, se preferite)

150 ml di panna fresca per dolci

150 ml di latte (intero o scremato, come preferite)

1 cucchiaino di cacao amaro in polvere

zucchero q.b. (facoltativo. Io l’ho omesso)

una manciata di cubetti di ghiaccio

per servire: panna montata, granella di pistacchi o nocciole, gocce di cioccolato, ecc.

 

Procedimento:

Versare il gelato al cioccolato, la panna per dolci, il latte e il cacao amaro in polvere nel bicchiere del frullatore.

Aggiungere i cubetti di ghiaccio e frullare per ottenere una crema densa, vellutata e priva di grumi.

Servire il Frappé al cioccolato subito, in un bicchiere alto (come i boccali da birra), decorando con ciuffi di panna montata, granella di nocciole o altra frutta secca (es. pistacchi), gocce di cioccolato, ecc.

 

 

Chiacchiere

Chiacchiere
Chiacchiere

Chiacchiere

Insieme alle castagnole, le chiacchiere sono il dolce tipico del periodo di carnevale, una sorta di frittelle a base di farina, uova, burro e zucchero.

Qualche sera fa, mio padre, tornando dal lavoro, ha riportato a casa una confezione di chiacchiere fritte, di cui alcune ricoperte di una glassa di cioccolato… mmm… che dire, semplicemente divine!! Chiaramente, hanno fatto il fumo, inutile pensare di risparmiarne qualcuna per il giorno dopo!

Così, ho pensato di prepararle io stessa in casa, prendendo spunto da una serie di ricette scovate sul web e, lo ammetto, mettendo leggermente a soqquadro la cucina, ma vi garantisco che il risultato ottenuto ha bilanciato la mezz’ora successiva trascorsa a pulire…

Io adoro mangiare le chiacchiere come dessert dopo pranzo o dopo cena, accompagnate da una bella tazza di caffè… E voi?!

 

 

Ingredienti:

250 gr di farina 00

1 uovo

50 gr di latte

1 cucchiaio di zucchero (semolato o di canna)

1 cucchiaio di burro

1 limone

2 gr di lievito in polvere per dolci

Un pizzico di sale

Zucchero a velo q.b. (per decorare)

Olio di arachidi per friggere q.b.

 

 

 

Procedimento:

Lavare il limone e grattugiarne la scorza.

Disporre la farina a fontana su una spianatoia e fare un buco al centro.

Nel buco al centro della farina, rompere l’uovo e aggiungere lo zucchero, il burro tagliato a cubetti, un pizzico di sale, il lievito in polvere per dolci e la scorza di limone grattugiata.

Cominciare ad impastare con le mani e, a mano a mano, unire anche il latte.

Una volta ottenuto un panetto omogeneo e liscio, rivestirlo con la pellicola  trasparente e lasciarlo riposare in frigorifero per 30-40 minuti (come per la pasta frolla).

Trascorso il tempo di riposo, riprendere l’impasto, e stenderlo sulla spianatoia infarinata con l’aiuto di un mattarello.

Ora, con una rotella dentellata, ricavare dalla sfoglia dei rettangoli di medie dimensioni.

Al centro di ogni rettangolo, fare due tagli equidistanti usando la stessa rotella dentellata.

Riempire una padella di olio di arachide e, quando sarà bollente, friggervi le chiacchiere girandole su entrambi i lati, fino a doratura.

Una volta cotte, scolare le chiacchiere su un foglio di carta assorbente.

Servire le Chiacchiere tiepide, spolverandone la superficie con lo zucchero a velo.