Crea sito

ragù di cinghiale

Polenta con sugo di salsiccia

Polenta con sugo di salsiccia
Polenta con sugo di salsiccia

Polenta con sugo di salsiccia

Adoro la polenta! Quando ero piccola, non appena cominciava a nevicare, mia nonna preparava la polenta e invitava per pranzo tutta la famiglia (ben 13 persone!): adagiava la polenta sulla spianatoia che usava per fare la pasta fatta in casa, la condiva con il sugo con la salsiccia (o un ragù di carne), e noi tutti ci sedevamo a mangiare attorno alla spianatoia di legno!

Che bei ricordi! Oggi mia nonna ha comprato dei piatti di legno per servire la polenta ma, credetemi, il gusto non è più lo stesso: non c’è più lo spirito di condivisione e goliardia di un tempo.
Mia nonna per la preparazione della polenta usa la farina del mulino, che richiede una cottura lunga ed elaborata, mentre io, dovendo realizzare una sola porzione, ho usato la farina di mais a cottura rapida, risparmiando tempo ed energie.
Un primo piatto facile e veloce, ideale per riscaldare le fredde giornate invernali e anche da servire agli ospiti a cena, tanto per mangiare qualcosa di diverso dal solito.

Ingredienti:

60 gr di farina di mais per polenta a cottura rapida
250 ml di acqua
1 salsiccia
1 spicchio di aglio
1 cucchiaio di olio
1/2 bicchiere di vino bianco
150 ml di passata di pomodoro
1-2 cucchiai di parmigiano grattugiato
Sale, pepe, rosmarino

Procedimento:

Eliminare il budello della salsiccia e sbriciolarla.
In una padella, rosolare uno spicchio d’aglio con un cucchiaio di olio, poi aggiungervi la salsiccia sbriciolata, una spolverata di pepe, rosmarino e sale, e cuocere a fuoco medio.
Sfumare con il vino bianco poi aggiungere la passata di pomodoro e cuocere per una ventina di minuti a fiamma bassa, mescolando di tanto in tanto.
Nel frattempo, riempire una pentola con 250 ml di acqua e portarla a ebollizione aggiungendo una presa di sale grosso.
Versare la farina a pioggia e mescolare di continuo con una frusta, per evitare la formazione di grumi.
Quando la polenta sara’ pronta, versarla sul piatto, condirla con il sugo preparato, spolverare con del parmigiano grattugiato e servire subito.

Crêpes al ragù e mozzarella

Crêpes al ragù e mozzarella
Crêpes al ragù e mozzarella

Crêpes al ragù e mozzarella

Io adoro le  crêpes, sono uno dei miei primi piatti preferiti! Morbide e friabili cialde salate cotte nella padella antiaderente.. gnamm!

A dirla tutta, le mie preferite sono la “versione bianca”, ripiene con prosciutto cotto e funghi, ricoperte di besciamella e parmigiano grattugiato. Che bontà!

Ho preparato le crêpes in casa, con una pastella di latte, uova e farina ma voi, se avete poco tempo a disposizione, potete usare le crêpes già pronte reperibili in gastronomia o al supermercato.

 

 

Ingredienti per 2-3 porzioni:

per le crêpes:

1 uovo

250 ml di latte

125 gr di farina 00

1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

sale q.b.

per il ripieno:

300 gr di ragù di carne macinata (io ho usato il ragù avanzato da una precedente preparazione)

2 mozzarelle fiordilatte

3-4 cucchiai di parmigiano grattugiato

4-5 cucchiaio di besciamella

 

 

Procedimento:

Cominciare preparando le crêpes.

In una ciotola, sbattere l’uovo con il latte e un cucchiaio di olio.

Aggiungere la farina setacciata  e un pizzico di sale, continuando a mescolare per evitare la formazione di grumi.

Lasciare riposare la pastella in frigorifero per almeno 30 minuti, coprendo la ciotola con la pellicola trasparente.

Trascorso il tempo di riposo, riprendere la pastella dal frigorifero.

Ungere una padella antiaderente con un filo di olio e scaldarla a fiamma bassa.

Versare un mestolo di composto nella padella fino a coprirne il fondo.

Cuocere la crêpe per 30-40 secondi poi girarla sull’altro lato, sollevando delicatamente i lembi con una paletta da cucina.

Adagiare la crêpe cotta su un piatto piano e proseguire allo stesso modo per la cottura delle altre crêpe, fino a esaurimento della pastella.

Disporre tutte le crêpes affiancate su una spianatoia.

Tagliare le mozzarelle a cubetti.

Al centro di ogni crêpe versare un mestolo di ragù, una manciata di cubetti di mozzarella, qualche cucchiaiata di besciamella e una spolverata di parmigiano grattugiato.

Ripiegare ogni crêpe come a formare un ventaglio.

Ungere una teglia antiaderente con un filo di olio extravergine di oliva.

Adagiare le crêpes nella teglia e ricoprirle con cucchiaiate di ragù di carne macinato e formaggio grattugiato.

Cuocere le Crêpes al ragù e mozzarella in forno caldo a 180 gradi per una decina di minuti.

Servire calde.

Lasagna

Lasagna
Lasagna

Lasagna

La lasagna è il piatto forte della cucina emiliana, protagonista indiscusso dei pranzi domenicali di tutte le famiglie italiane.

Si tratta di una ricetta facile ed economica, realizzata con pasta sfoglia, ottimo ragù di maiale, besciamella e mozzarella.

Io ho usato la pasta sfoglia già pronta ma voi potete prepararla tranquillamente a casa vostra, aumentando però così il tempo di preparazione.

Vi consiglio vivamente di non elemosinare sul condimento altrimenti rischiereste di compromettere la perfetta riuscita del piatto stesso.

 

 

Ingredienti per due porzioni:

250 gr di pasta all’uovo

200 ml di besciamella

1 mozzarella

5-6 cucchiai di parmigiano grattugiato

Per il ragù di maiale:

100 gr di carne di maiale macinata (o due salsicce, in base alle vostre disponibilità)

1/2 cipolla

1 tazza di salsa di pomodoro

uno spicchio d’aglio

1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Sale, pepe

 

 

Procedimento:

Iniziamo con il realizzare il ragù di maiale.

Tritare finemente la cipolla.

In una padella, rosolare uno spicchio d’aglio e la cipolla tritata con un filo di olio extravergine di oliva.

Quando la cipolla comincerà a dorare, aggiungere la carne macinata e farla rosolare.

Aggiungere anche la salsa di pomodoro e cuocere mescolando di tanto in tanto.

Cuocere per una ventina di minuti, mescolando di tanto in tanto.

Ora prepariamo le lasagne.

Riempire una pentola d’acqua salata e sbollentarvi le sfoglie per circa un minuto, poi, scolarle e adagiarle su un canovaccio pulito per farle asciugare.

Tagliare la mozzarella a cubetti.

In una teglia, spalmare sul fondo uno strato di besciamella, poi uno di lasagne, uno di ragù, uno di mozzarella, poi uno di besciamella.

Continuare così fino ad esaurire tutti gli ingredienti e, infine, sull’ultimo strato, spolverare una dose abbondante di parmigiano grattugiato per far si che gratini durante la cottura in forno.

Cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per 20 minuti, poi sfornare e far raffreddare prima di servire.

Tortellini al ragù

Tortellini al ragù
Tortellini al ragù

TORTELLINI AL RAGÙ

I tortellini sono uno dei miei piatti preferiti anche se li mangio molto raramente.

La leggenda vede due città contendersi la patria dei tortellini, Bologna e Modena.

La città di Bologna rivendica la storia di una sera del 1200 in cui una nobildonna bellissima arrivò in una locanda a Castelfranco Emilia; la bellezza della nobildonna folgorò l’oste, a tal punto che quest’ultimo arrivò a spiarla dal buco della serratura per vederla mentre si spogliava.

Durante lo “spionaggio”, l’oste rimase così colpito dal suo ombelico che, al momento di preparare la cena, decise di tirare la sfoglia riproducendo la forma dell’ombelico della nobildonna, per poi riempire la pasta con carne macinata, e da qui nacquero i tortellini.

La città di Modena invece rivendica un poema del 1600 del poeta locale Alessandro Tassoni, che narra una vicenda similare a quella della città di Bologna, ma sostituendo la nobildonna con la dea Venere.

In entrambi i casi, si tratta di un piatto che è un inno alla bellezza femminile, vero?!?

Io adoro i tortellini, sia in brodo sia al sugo, e sono un piatto semplicissimo da preparare, perfetti anche per un primo pranzo domenicale.

Ingredienti:

1 porzione di tortellini (io ho usato i Tortellini Giovanni Rana ripieni di prosciutto crudo)

1 salsiccia fresca di maiale

1/2 cipolla

1 tazza di salsa di pomodoro

1 spicchio d’aglio

Un cucchiaio di olio extravergine di oliva

Sale, pepe

 

 

Procedimento:

Iniziamo con il realizzare il ragù di salsiccia.

Tritare finemente la cipolla.

In una padella, rosolare uno spicchio d’aglio e la cipolla con un filo di olio.

Spellare e sbriciolare la salsiccia e poi versarla in padella per farla rosolare.

Aggiungere anche la salsa di pomodoro e cuocere per una ventina di minuti mescolando di tanto in tanto.

Nel frattempo, riempire una pentola d’acqua e portarla a ebollizione per cuocere i tortellini.

Appena i tortellini tornano a galla, scolarli e unirli in padella insieme al sugo.

Servire i Tortellini al ragù ben caldi.

Tagliatelle con crema di zucchine, tonno e pachino

Tagliatelle con crema di zucchine, tonno e pachino
Tagliatelle con crema di zucchine, tonno e pachino

Tagliatelle con crema di zucchine, tonno e pachino

Le tagliatelle (o fettuccine) sono una pasta all’uovo originaria del Centro-Nord Italia, ottenute da una pasta sfoglia preparata con uova e farina.

Una leggenda bolognese narra che le tagliatelle siano state inventate nel 1487 dal cuoco personale di Giovanni II Bentivoglio, in occasione del matrimonio di suo figlio Annibale II con Lucrezia d’Este (figlia del duca di Ferrara).

Nel 1972, la Confraternita del tortellino e l’Accademia italiana della cucina depositarono presso la Camera di Commercio di Bologna la ricetta (tagliatelle condite con il mitico ragù alla bolognese) e la misura (8mm di larghezza) dell’originale tagliatella di Bologna.

Al di fuori della ricetta originale, le tagliatelle vengono condite in modi diversi, a seconda della Regione in cui si gustano: nel Lazio vengono condite con ragù di manzo, in Toscana con ragù di cinghiale o con funghi porcini, nelle Marche con sugo di papera.

Questa ricetta è un ulteriore alternativa alle varianti regionali: tagliatelle condite con zucchine trifolate, tonno e pomodori pachino, una combinazione vincente!

 

 

Ingredienti:

80 gr di tagliatelle (o altro formato di pasta, purchè lunga. Es. fettuccine, spaghetti, bucatini)

1 scatoletta di tonno al naturale (o sott’olio, come preferite)

3-4 pomodori pachino

1/2 zucchina

1/2 cipolla

Qualche foglia di prezzemolo

1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

Sale

 

 

Procedimento:
Riempire una pentola d’acqua e portarla a ebollizione per cuocervi la pasta.
Tritare finemente la cipolla.
Lavare e tagliare la zucchina a rondelle.
In una padella, rosolare la cipolla con un cucchiaio di olio, poi aggiungere le zucchine e qualche foglia di prezzemolo, mescolare e stufare.
Lavare e tagliare i pomodorini a metà.
Quando le zucchine saranno morbide, versarle nel boccale del minipimer e frullarle.
Ora riversare le zucchine in padella e unire il tonno e i pomodori pachino, mescolare e cuocere a fuoco basso.
Scolare la pasta al dente e saltarla in padella con il condimento.
Servire subito con una bella spolverata di parmigiano grattugiato.