pollo alle mandorle

Piccata di pollo

Piccata di pollo
Piccata di pollo

Piccata di pollo

Questa ricetta viene direttamente dalle pagine del libro di cucina di Martha Stewart: piccata di pollo, ovvero petti di pollo cotti in padella e serviti con limone e capperi.

Una ricetta che sembra semplice ma che, in realtà, nasconde 3 segreti che Martha svela nel suo libro:

  1. è necessario usare tagli di carne morbidi, come il petto di pollo;
  2. la carne deve essere lasciata a temperatura ambiente per almeno 1 ora, prima di cuocerla;
  3. cuocere la carne solo quando la padella sarà ben calda (la prova del nove si fa versando una goccia d’acqua in padella e se questa schizza, si può cuocere la carne).

Bene, dopo queste premesse, non resta altro che cimentarsi nella preparazione di questo sfizioso secondo piatto.. Che dite? Ci proviamo insieme?

 

 

Ingredienti:

3 petti di pollo
3 cucchiai di farina
2 cucchiai di olio
3 cucchiai di burro
3 cucchiai di vino bianco
Il succo di mezzo limone
2 cucchiai di capperi sotto sale
Qualche foglia di prezzemolo tritato
Sale, pepe nero

 

 

Procedimento:

Mettere in ammollo i capperi per circa 20 minuti, poi sciacquarli e scolarli.
Passare il pollo nella farina e rigirarlo su entrambi i lati.
Scaldare un cucchiaio di olio e uno di burro in una padella e, quando il burro comincia a sfrigolare, versare il pollo in padella.
Salare e pepare e cuocere i petti di pollo fino a dotarli su entrambi i lati.
Togliere il pollo dalla padella e adagiarlo su un piatto, quindi rimuovere il grasso dalla padella.
Rimettere la padella sul fuoco e aggiungere il vino bianco.
Quando il vino si sarà ritirato, togliere la padella dal fuoco e aggiungere il succo di mezzo limone, i capperi scolati e altri due cucchiai di burro.
Mescolare il tutto con un cucchiaio di legno e aggiungere qualche foglia di prezzemolo fresco tritato.
Versare il sugo ottenuto sulla piccata di pollo e servire subito.

Brasato di pollo con ceci e patate

Brasato di pollo con ceci e patate
Brasato di pollo con ceci e patate

Brasato di pollo con ceci e patate

Il pollo e’ uno dei miei piatti preferiti, mi piace in tutti i modi: alla brace, al forno, al tegame, fritto, e persino il banale petto di pollo alla piastra!

Questa ricetta e’ super sfiziosa e semplice da preparare: pollo cotto in padella al profumo di birra, con contorno di ceci e patate (potete liberamente sostituire questi ultimi ingredienti con altre verdure più di vostro gusto, come le zucchine e le carote), un secondo piatto ideale da gustare da soli o da servire ai vostri amici, per sorprenderli con l’abbinamento insolito di pollo e ceci.

Un consiglio: richiedendo quasi 1 ora per la cottura, vi suggerisco di non preparare questo piatto per una sola persona ma di considerare 2 porzioni (o una abbondante), in modo da mangiare la porzione in più il giorno dopo (a temperatura ambiente o previa riscaldata in microonde per qualche minuto). Una ricetta facile, furba ed extra buona… Qualcos’altro??

Ingredienti per 2 porzioni:

5 pezzi di pollo in parti (cosce, sovraccosce, ali)
1/2 cipolla
1 bicchiere di birra
2 patate di medie dimensioni
100 gr di ceci precotti
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
2 cucchiai di olio
1 spicchio di aglio
Un rametto di rosmarino
Sale, pepe

(altro…)

Spaghetti alla piastra

Spaghetti alla piastra
Spaghetti alla piastra

Spaghetti alla piastra

Chi ama la cucina etnica non può non aver mai assaggiato gli Spaghetti alla piastra, un tipico primo piatto della cucina cinese, a base di verdure aggiunte agli spaghetti cotti sulla piastra.

Io ho usato solo verdure ma, se volete, potete aggiungere gamberetti sgusciati, straccetti di pollo o di tacchino, ecc.

 

 

 

Ingredienti per 2 porzioni:

150 gr di spaghetti (sarebbe preferibile usare gli spaghetti cinesi all’uovo o i noodles ma, in alternativa, vanno bene anche gli spaghetti di riso o di soia)

2 carote medie

1 zucchina grande

100 gr di germogli di soia

1/2 cipolla

olio di semi q.b.

salsa di soia q.b.

sale

 

 

 

Procedimento:

Pelare e tagliare le carote e le zucchine a listarelle.

Tagliare finemente la cipolla.

In una padella, rosolare la cipolla tritata con un filo di oli di semi.

Quando la cipolla comincerà a dorare, aggiungere le carote e le zucchine, salare e mescolare.

Cuocere a fiamma bassa per un quarto d’ora, coprendo la padella con il coperchio, fino a quando le verdure non saranno tenere.

Mescolare di tanto in tanto con un cucchiaio di legno, per evitare che le verdure si attacchino al fondo della padella.

Quando le verdure saranno tenere, aggiungere i germogli di soia e due cucchiai di salsa di soia.

Nel frattempo, riempire una pentola d’acqua e portarla a ebollizione per cuocervi gli spaghetti.

Se usate gli spaghetti cinesi, dovrete seguire le istruzioni riportate sulla confezione, e quindi tuffarli in acqua bollente, spegnere il fuoco e scolare gli spaghetti dopo 4 minuti; se invece usate gli spaghetti di riso o di soia, procedete con la cottura “tradizionale” e scolateli al dente.

Saltare gli spaghetti nella padella insieme alle verdure.

Trasferire ora gli spaghetti su una piastra (o una padella antiaderente) e cuocerli per qualche minuto a fiamma media, aggiungendo qualche cucchiaio di salsa di soia.

Servire gli Spaghetti alla piastra ben caldi, accompagnati da salsa di soia.

 

 

 

Pollo alle mandorle

Pollo alle mandorle
Pollo alle mandorle

Pollo alle mandorle

Il Pollo alle mandorle è una delle ricette più famose della cucina cinese, insieme al riso alla cantonese e agli involtini primavera.

Ogni volta che vado a cena al ristorante cinese, non manco mai di ordinare almeno una porzione di nuvolette di gamberi e pollo alle mandorle, sono i miei piatti preferiti!

Stavolta ho deciso di preparare questo gustoso piatto a casa, con le mie mani, usando il wok e gli ingredienti tipici che caratterizzano il piatto: mandorle tostate, salsa di soia e zenzero.

Se volete arricchire la vostra ricetta, vi consiglio di aggiungere un cucchiaio di miele di castagno alla salsa di soia prima di versarla sul pollo in cottura nel wok, e una manciata di anacardi e mandorle.

L’accompagnamento perfetto per il Pollo alle mandorle? Una porzione di riso basmati, nel rispetto della migliore tradizione cinese.

 

 

Ingredienti per 2 porzioni:

200 gr di petto di pollo

50 gr di mandorle pelate e/o anacardi

1/2 cipolla

2 cucchiai di farina di riso

salsa di soia q.b.

2 cucchiai di olio di semi di girasole

zenzero fresco q.b. (o 1 cucchiaio di zenzero in polvere)

sale

 

 

Procedimento:

Tagliare il pollo a cubetti.

Passare i cubetti di pollo nella farina di riso.

Tritare finemente la cipolla.

Scaldare una padella antiaderente e tostarvi le mandorle per 2 minuti (in alternativa, potete usare il forno elettrico e cuocere le mandorle a 200 gradi per 4-5 minuti).

Pelare e grattugiare lo zenzero fresco

Scaldare 2 cucchiai di olio di semi nel wok.

Quando l’olio sarà caldo, aggiungere la cipolla tritata, lo zenzero grattugiato e i cubetti di pollo infarinato.

Salare e mescolare con un cucchiaio di legno.

Cuocere a fiamma media per una decina di minuti, mescolando spesso.

Quando il pollo sarà cotto, aggiungere la salsa di soia e le mandorle tostate e cuocere per altri 4-5 minuti.

Servire il Pollo alle mandorle ben caldo, accompagnato da una porzione di riso basmati.

Pollo alla diavola

Pollo alla diavola
Pollo alla diavola

Pollo alla diavola

Una ricetta sfiziosa per un secondo piatto delizioso, economico e di facile preparazione: pollo alla diavola cotto in padella, accompagnato da patate e peperoni cotte in forno.

Se volete evitare la doppia cottura “forno+padella”, potete cuocere il tutto in forno, ottenendo un pollo croccante e super saporito.

Erroneamente, ho sempre pensato che il pollo “alla diavola” fosse chiamato così perché condito con molto peperoncino piccante ma, in realtà, il termine “alla diavola” si riferisce alla cottura del pollo, che assumerà un colore “rosso e infiammato“.

 

 

Ingredienti per 2 porzioni:

4 pezzi di pollo (io ho usato 2 cosci e 2 ali)

2 patate novelle

1 peperone rosso

1 peperone verde

uno spicchio di aglio

una manciata di olive verdi/nere denocciolate

rosmarino q.b.

paprika q.b.

olio extravergine di oliva q.b.

sale, pepe nero di Cayenna macinato

peperoncino piccante macinato q.b.

 

 

Procedimento:

In una padella, scaldare un filo di olio extravergine di oliva con uno spicchio di aglio.

Quando l’aglio comincerà a sfrigolare, aggiungere il pollo in padella ponendolo con la pelle sul fondo, e condire con una spolverata di pepe nero di Cayenna, peperoncino piccante macinato, e un pizzico di sale.

Coprire la padella con un piatto e metterci sopra una pentola piena d’acqua per schiacciare bene il pollo.

Lasciar rosolare il pollo per una mezz’ora circa.

Nel frattempo, preriscaldare il forno a 180 gradi e rivestire una teglia di carta forno.

Lavare e tagliare i peperoni.

Pelare e tagliare le patate a spicchi.

Condire le patate, i peperoni e le olive con un filo di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale, rosmarino, una spolverata di paprika.

Disporre le verdure sulla teglia rivestita e cuocere in forno caldo per 40-45 minuti.

Trascorsi 30 minuti, girare il pollo a pezzi sull’altro lato e cuocere per altri 10-15 minuti, fino a completa cottura.

Servire il Pollo alla diavola ben caldo, accompagnato con le verdure cotte in forno.