Crea sito

pasta fillo

Involtini primavera

Involtini primavera
Involtini primavera

Involtini primavera

Gli Involtini primavera sono uno degli antipasti più famosi della cucina cinese: croccanti rotoli di pasta fillo ripieni di verdure miste, fritti in olio bollente e serviti con salsa di soia e/o salsa agrodolce.

La ricetta originale prevede un ripieno degli involtini a base di verdure e carne macinata di suino ma io, volendo preparare una ricetta non eccessivamente calorica, ho optato per un ripieno a base di sole verdure e cottura degli involtini in forno, ottenendo comunque un piatto finale gustoso e friabile e saporito.

 

Ingredienti:

150 gr di germogli di soia

1 porro

2 carote

1 cavolo piccolo

Una confezione di fogli di pasta fillo

1 spicchio di aglio

olio extravergine di oliva q.b.

sale

 

Procedimento:

Lavare e tagliare le carote, il porro e il cavolo a striscioline sottilissime.

In un wok rosolare uno spicchio d’aglio con un filo di olio extravergine di oliva.

Quando l’aglio comincerà a sfrigolare, aggiungere le verdure e cuocere per un quarto d’ora, a fiamma bassa, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.

Quando le verdure saranno tenere, aggiungere i germogli di soia e cuocere per altri 4-5 minuti, poi spegnere il gas e mettere da parte.

Lasciare raffreddare le verdure a temperatura ambiente.

Nel frattempo, stendere la pasta fillo su una spianatoia leggermente infarinata con l’ausilio di un mattarello.

Suddividere la pasta fillo in rettangoli usando un coltello.

Spennellare i rettangoli con olio extravergine di oliva.

Disporre al centro di ogni rettangolo un cucchiaio di verdure, poi richiudere i rettangoli per formare l’involtino.

Rivestire una teglia di carta forno e preriscaldare il forno a 180 gradi.

Adagiare gli Involtini primavera sulla teglia rivestita, avendo cura di tenere verso il basso la parte di chiusura degli involtini.

Cuocere in forno caldo a 180 gradi per 15-20 minuti.

Servire gli Involtini primavera tiepidi, accompagnati da salsa di soia e/o salsa agrodolce.

 

Burek al formaggio

Burek al formaggio
Burek al formaggio

Burek al formaggio

Il burek al formaggio è una ricetta tipica della Turchia, una sorta di torta rustica realizzata con pasta fillo e formaggio, ideale da servire come happy hour finger food o da portare per il pranzo in ufficio.

Nonostante le origini turche, il Burek è oggi preparato in molti Paesi dell’Europa Orientale, come Bulgaria, Moldavia, Armenia, ecc.

La pasta fillo è una sfoglia realizzata con acqua e farina che può essere usata sia per ricette dolci che salate, realizzabile facilmente in casa, oppure reperibile al banco frigo del supermercato.

Per il ripieno del burek è possibile aggiungere verdure (es. pomodori, spinaci lessati) e carne macinata (di manzo o di pollo) alla crema di formaggio e uova, ma vi garantisco che anche questa versione con solo formaggio sarà in grado di soddisfare la vostra voglia di cibo etnico 😉😉

Vi raccomando di non tagliare il burek appena sfornato perché la pasta fillo si sbriciolerebbe: frenate l’impazienza e aspettate che si raffreddi!!

Ingredienti:

1 confezione di pasta fillo
4 uova
350 gr di feta
200 gr di yogurt greco
Olio extravergine di oliva q.b.
Sale, erba cipollina

Procedimento:

In una ciotola unire il formaggio feta con lo yogurt greco e 3 uova, mescolando bene per amalgamare tutti gli ingredienti.

Aggiungere un pizzico di sale, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e una spolverata di erba cipollina.

Ungere una teglia con un filo di olio e disporvi due strati di pasta fillo.

Distribuire sulla pasta fillo uno strato di ripieno al formaggio, poi ricoprire con altri due fogli di pasta fillo e ripetere il procedimento fino ad esaurire gli ingredienti.

Preriscaldare il forno a 180 gradi.

Sbattere l’uovo rimasto in una ciotola e usarlo per spennellare la superficie del burek.

Cuocere il burek in forno caldo a 180 gradi per 40 minuti, fino a doratura.

Sfornare e lasciar raffreddare.

Una volta freddo, tagliare il Burek al formaggio e servire.

Baklava

Baklava
Baklava

Baklava

Il baklava è uno squisito dessert di origine turca, apprezzatissimo dai sultani sin dal Medio Evo.

Un dolce a base di pasta fillo e frutta secca, servito con uno sciroppo preparato con zucchero di canna, miele e limone: una vera bontà!

Un dessert sicuramente calorico ma perfetto per consolarsi durante una domenica pomeriggio piovosa, magari seduti sul divano davanti ad una serie TV o un buon libro, ma anche da servire ai vostri ospiti per stupirli con una ricetta insolita e poco conosciuta.

Ingredienti:

300 gr di pasta fillo
150 gr di mandorle pelate
100 gr di noci sgusciate
100 gr di pistacchi sgusciati
100 gr di burro a temperatura ambiente
50 gr di miele (io ho usato il miele d’acacia ma va bene anche il millefiori o il miele liquido)
350 gr di zucchero di canna
250 ml di acqua
Il succo di mezzo limone
Cannella in polvere q.b.

Procedimento:

Tritare le mandorle pelate, le noci sgusciate e i pistacchi in un mortaio o nel bicchiere di un mixer.
In un pentolino unire l’acqua, il succo di mezzo limone, lo zucchero di canna, il miele e portare a ebollizione mescolando per far sciogliere bene lo zucchero.
Una volta arrivato a bollore, spegnere il gas e lasciar raffreddare lo sciroppo.
Preriscaldare il forno a 180 gradi.
Rivestire una teglia di carta forno e suddividere il rotolo di pasta fillo in 5 parti uguali, dunque disporre una parte sul fondo della teglia rivestita.
Spennellare lo strato di pasta fillo con il burro ammorbidito, poi ricoprire con la frutta secca tritata e una spolverata di cannella, poi di nuovo la pasta fillo, proseguendo così fino ad ultimare gli ingredienti.
Cuocere il baklava in forno caldo a 180 gradi per 40 minuti, fino a doratura.
Sfornare e lasciar raffreddare il baklava.
Servire il baklava accompagnandolo con lo sciroppo preparato in precedenza, unitamente ad una bella tazza di the speziato.