Crea sito

panino

Uova alla Benedict

Uova alla Benedict
Uova alla Benedict

UOVA ALLA BENEDICT

Questa è la ricetta delle uova alla Benedict di Gordon Ramsay, il grande chef britannico conduttore di trasmissioni televisive famose come Hell’s kitchen, Cucine da incubo e Cucina con Ramsey.
Pare che le uova alla Benedict debbano il loro nome al broker di Wall Street Lemuel Benedict che, ospite al Waldorf Hotel di New York, chiese allo chef un piatto di “uova in camicia, pane tostato, bacon e salsa olandese” per smaltire i postumi di una sbronza.

La sua idea stupì il maitre di sala tanto da spingerlo a introdurre il nuovo piatto nel menù dell’albergo (sostituendo il pane tostato con i muffin e il bacon con il prosciutto).
Oggi queste uova sono le protagoniste indiscusse del brunch americano (molti ristoranti le servono sostituendo il prosciutto con una fetta di salmone affumicato) accompagnate da spinaci, asparagi e leccornie varie. Le prepariamo insieme?

 

Ingredienti per una porzione:

Un cucchiaio di aceto di vino bianco
1 uovo
1 muffin (io ho usato un panino per hamburger senza semi di sesamo)
Un cucchiaio di salsa olandese (io ho usato la maionese light)
1 fetta di prosciutto di Parma

 

 

Procedimento:

Riempire un pentolino con acqua e un cucchiaio di aceto e portarlo a ebollizione.
Rompere un uovo in una tazza da caffè.
Tagliare il panino in due, grigliarlo e, per preparare la ricetta, usare solo la base.
Quando l’acqua bolle, con un cucchiaio di legno, mescolare l’acqua come a creare un piccolo vortice e farvi scivolare dentro l’uovo avendo cura di non rompere il tuorlo.
Cuocere finché l’album e si sarà rappreso ma il tuorlo sarà ancora liquido, ci vorranno circa 2-3 minuti.
Prelevare l’uovo dall’acqua con una schiumarola e adagiarlo su un piatto.
Spalmare un cucchiaio di maionese sulla base grigliata del panino, adagiare una fetta di prosciutto e infine l’uovo all Benedict.
Servire aggiungendo altra maionese per contorno.

Sandwich tonno, lattuga, pomodoro

Sandwich, tonno, lattuga, pomodor
Sandwich, tonno, lattuga, pomodor

Sandwich tonno, lattuga, pomodoro

Un sandwich delizioso, ideale per una pausa pranzo veloce ma anche da servire come finger food agli amici a cena, tagliandolo semplicemente a quadrotti.

Il sandwich deve il suo nome al famoso Conte di Sandwich, che, durante le partite a golf, si faceva servire questi panini realizzati in versione “mini” proprio per poter mangiare senza interrompere il gioco. Hai capito che furbone… un vero sport addicted!

Io ho preparato i sandwich usando lattuga, tonno al naturale e un pomodoro rosso da insalata, ma voi potete usare altri ingredienti (come fette di bacon o di prosciutto cotto, fette di formaggio galbanino, uova sode tagliate a rondelle, spinaci lessati, ecc) e aggiungere qualche cucchiaiata di maionese, senape, salsa yogurt o formaggio spalmabile Philadelphia.

Vi consiglio di usare il pane ai cinque cereali, il pane integrale o anche il pane “casereccio”, in modo da ottenere dei sandwich dal sapore più rustico, rispetto a quelli preparati con il pane bianco o il pane in cassetta.

Ingredienti semplici, economici, per una pausa pranzo o una cena ricca di gusto e non eccessivamente calorica. Che ne pensate?? Il tocco in più: accompagnare i sandwich con una birretta bionda fresca… Mmm..

Ingredienti per 3 sandwich:

6 fette di pane ai cinque cereali (o integrali)

1 scatoletta di tonno al naturale

1 pomodoro

4-5 foglie di lattuga

 

 

Procedimento:

Lavare e tagliare le foglie di lattuga e il pomodoro sotto acqua corrente.

Farcire tre fette di pane con le foglie di lattuga, il tonno e le fette di pomodoro, poi richiudere con l’altra fetta di pane per formare il sandwich.

E’ possibile mangiare i sandwich tonno, lattuga, pomodoro freddi o passarli qualche minuto al microonde, giusto per rendere il pane più croccante.

Una bella idea potrebbe essere l’aggiungervi qualche cucchiaio di maionese o di salsa allo yogurt, minacciando così la leggerezza del piatto.

Hamburger e patatine

Hamburger e patatine
Hamburger e patatine

Hamburger e patatine

Quando mia nonna mi telefona e chiede “Cosa mangi stasera per cena?” e io rispondo: “Hamburger”, lei pensa sempre che si tratti di un piatto rimediato, cotto in pochi minuti e di scarsa qualità perché, per le persone di un’altra epoca, mangiare la “carne” vuol dire solamente mangiare pollo, bistecche e salsicce, tutto il resto sono robette!

Quanto mi piacerebbe dire a mia nonna che, se potessi, mangerei hamburger tutti i giorni, conditi con le verdure, con lo speck, con il formaggio (cheddar soprattutto), ripieni e con una montagna di salse (bbq, yogurt, senape, ketchup, ecc)… Gnammmm

Oggi vi presento la ricetta degli hamburger di Gordon Ramsey, una succulenta specialità della tradizione americana ma originaria di Amburgo dove, sul finire del XIX secolo, i marinai tedeschi sbarcavano e divoravano una polpetta di carne cotta infilata tra due fette di pane, che ribattezzarono “la polpetta di Amburgo”.

 

 

Ingredienti per 1 hamburger:

100 gr di carne di manzo tritata (un consiglio: usate carne di chianina per un risultato finale di prima qualità)
1/2 cipolla rossa
1 cucchiaio di senape
Sale, pepe

 

 

Procedimento:

Tritare finemente la cipolla.
In un recipiente, amalgamare la cipolla, la carne macinata, la senape, sale e pepe.
Impastare bene e dare all’impasto la forma dell’hamburger (l’ideale sarebbe usare l’apposito attrezzo ma personalmente non l’ho mai acquistato, visto che fare l’hamburger non è molto difficile).
Scaldare la piastra e, quando sarà rovente, cuocervi l’hamburger da entrambi i lati e poi servire.
Io ho accompagnato gli hamburger con una bella porzione di patatine fritte ma è possibile sostituirle con delle verdure grigliate (es. peperoni, zucchine, melanzane), una bella insalata mista o delle patate al forno.
Immancabile per la perfetta riuscita del piatto è la presenza delle salse: a mio parere, più ce ne sono meglio è, ma i “must have” sono sicuramente salsa barbecue e senape.
Buon appetito anzi… Have a nice dinner!