marmellata di albicocche

Sbriciolata alle albicocche

Sbriciolata alle albicocche
Sbriciolata alle albicocche

Sbriciolata alle albicocche

Questa credo sia la torta più facile da fare in assoluto perché non richiede una lavorazione particolare, anzi, non deve proprio essere impastata, quindi è super facile!!

Pochi ed economici ingredienti che, amalgamati fra loro, danno vita a un dolce ricco di gusto.

Questa torta può essere farcita con qualsiasi tipo di marmellata (io ho usato quella di albicocche ma voi potete usare anche una marmellata scura come quella di more o di frutti di bosco), Nutella, ricotta e gocce di cioccolato, mascarpone, e chi più ne ha più ne metta.

Non avendo a disposizione una tortiera, ho cotto la torta in una teglia rettangolare e l’ho poi divisa a quadrotti per servirla, come se fosse un Brownies.

Un dolce perfetto da servire ai vostri ospiti come dessert di fine pasto o come merenda, magari accompagnata da una bella tazza di the o un succo di frutta.

 

 

Ingredienti per una teglia rettangolare:

300 gr di farina 00
100 gr di zucchero di canna
2 uova
60 gr di burro a temperatura ambiente
1 bustina di vanillina
1/2 bustina di lievito per dolci
Un pizzico di sale
Un vasetto di marmellata

 

 

Procedimento:

In una ciotola impastare la farina e il burro (a temperatura ambiente) fino ad ottenere un composto sbricioloso.
Aggiungere le uova, lo zucchero di canna, la bustina di vanillina, il lievito per dolci e un pizzico di sale, continuando a sbriciolare con le mani.
Preriscaldare il forno a 180 gradi e rivestire una teglia di carta forno.
Stendere nella teglia metà dell’impasto livellandolo bene, formando così la base della torta.
Spalmare la marmellata sulla base della torta aiutandovi con un cucchiaio o un mestolo di legno, in base alla vostra comodità.
Coprire la marmellata con l’impasto rimasto, formando delle briciole.
Cuocere la torta in forno caldo a 180 gradi per 40 minuti.
Sfornare la Sbriciolata alle albicocche e lasciarla raffreddare prima di servirla.

Marmellata senza zucchero

Marmellata senza zucchero

L’estate è ufficialmente finita e la domenica pomeriggio, tra temporali e clima incerto, è l’ideale per preparare una buona marmellata fatta in casa.

Per questa ricetta, ho usato il mio amatissimo Bimby (amatissimo perché è un ricordo di mia madre) e si è rivelato strategico per preparare una marmellata buona, senza zucchero, senza conservanti e rigorosamente fatta in casa.

Dunque, ecco a voi la ricetta della mia Marmellata senza zucchero, ideale per gli amanti della linea (come me) ma anche per chi ha problemi di diabete o di pressione alta.

Il giudizio sulla mia marmellata? Molto buona e la prossima volta proverò a farla con le prugne o con le arance.

Questa marmellata si prepara molto velocemente e potrebbe essere anche un pensierino da regalare ai vostri amici, magari abbellendo i barattoli con dei copri tappi o con delle etichette shabby chic.

 

 

Ingredienti per 2 vasetti da 250 gr:

500 gr di frutta (io ho usato le pesche percoche. Se volete usare le fragole o le more, ad esempio, dopo la cottura dovrete passare la marmellata nel colino per eliminare tutti i semini)

1 mela

2 cucchiai di succo di limone

2 cucchiaini di Stevia (o dolcificante)

 

 

Procedimento:

Prima di cominciare con la preparazione della marmellata, vi consiglio di lavare i barattoli e lasciarli ad asciugare a testa in giù, in modo da eliminare tutta l’acqua dalle superfici.

Se volete sterilizzare i barattoli, allora dovrete immergerli in una pentola con acqua bollente per almeno 30 minuti, oppure lavarli nella lavastoviglie.

Sbucciare e tagliare le pesche.

Marmellata senza zucchero

Sbucciare e tagliare la mela.

Marmellata senza zucchero

Inserire tutti gli ingredienti nel boccale del Bimby. Se volete aggiungere una nota speziata alla vostra marmellata, vi consiglio di aggiungere un cucchiaino di cannella in polvere.

Cuocere per 30 minuti a 100°, velocità 4.

Cuocendo a vel. 4 ho ottenuto una marmellata densa ma priva di pezzi. Se preferite la marmellata “con pezzi di frutta”, allora cuocete tutto a vel. 1.

Marmellata senza zucchero

Una volta pronta, versare la marmellata ancora calda in due vasetti di vetro 4 stagioni da 250 gr l’uno (oppure, in uno da 500 gr).

Nel riempire i barattoli, abbiate cura di lasciare uno spazio di testa di 1-2 cm, indispensabile affinché all’interno del barattolo si genere il vuoto.

Chiudere i barattoli con il coperchio.

Capovolgere i barattoli e lasciarli in questa posizione fino a completo raffreddamento, così da formare il sottovuoto.

Il sottovuoto si forma se il tappo del barattolo appare leggermente incurvato verso l’interno del barattolo e, prendo al centro del tappo, non si sente il cosiddetto “click clack”.

La Marmellata senza zucchero è pronta da gustare subito oppure da conservare in frigorifero per 7 giorni.

 

Marmellata senza zucchero

 

 

 

Torta Sacher

Torta Sacher
Torta Sacher

Torta Sacher

La Torta Sacher è uno dei miei dolci preferiti della cucina austriaca: una soffice torta al cioccolato farcita con marmellata di albicocche e ricoperta con glassa al cioccolato, mmm una vera bontà!!! Due famose pasticcerie viennesi si contendono la “paternità” della sacher: il famoso Caffé Sacher e la Pasticceria Demel. Fortunatamente, durante una vacanza nella capitale austriaca, ho avuto l’opportunità di assaggiare ambedue le versioni, entrambe accompagnate da ciuffi di panna fresca e una tazza di the e, posso sentenziare che la migliore è quella del Caffè Sacher, più soffice e dal retrogusto meno amaro.

La ricetta di seguito vi permetterà di ottenere una torta soffice, spumosa, che al primo assaggio vi riporterà ai fasti dell’impero austro-ungarico, facendovi immaginare di essere l’Imperatrice Sissi durante il the pomeridiano.

 

Ingredienti:

63 gr di farina 00

63 gr di burro

3 uova

75 gr di zucchero (di canna o semolato, come preferite)

75 gr di cioccolato fondente (io ho usato il fondente al 75%)

100 gr di marmellata di albicocche

20 gr di zucchero a velo

Per la glassa:

1 tavoletta di cioccolato fondente

100 gr di zucchero

3 cucchiai di acqua

 

 

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 160° e rivestire una tortiera di carta forno.

In una ciotola, unire il burro con lo zucchero, aiutandovi con una frusta elettrica o manuale.

Separare i tuorli dagli albumi.

Aggiungere i tuorli e continuare a mescolare per amalgamare gli ingredienti.

Tagliare il cioccolato fondente a quadrotti e scioglierlo in un pentolino a bagnomaria.

Aggiungere il cioccolato fuso nella ciotola con i tuorli e mescolare bene con una frusta da cucina.

Aggiungere anche la farina setacciata e mescolare bene per ottenere un composto omogeneo e senza grumi.

Montare gli albumi a neve ben ferma con uno sbattitore elettrico e aggiungerli al composto con il cioccolato, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto con una spatola, per non rischiare di smontare gli albumi.

Versare il composto ottenuto nella tortiera rivestita e cuocere in forno caldo a 160° per 45-55 minuti.

Sfornare la torta e lasciarla raffreddare a temperatura ambiente.

Una volta fredda, rimuovere la parte superiore della superficie della torta, poi tagliarla a metà ottenendo due strati della stessa altezza.

Distribuire la marmellata di albicocche sul primo strato della torta, poi richiuderla come fosse un sandwich.

Distribuire uno strato di marmellata anche sulla superficie del secondo strato della torta.

Ora preparare la glassa al cioccolato.

Tagliare il cioccolato a cubotti e scioglierlo in un pentolino a bagnomaria, insieme allo zucchero e a tre cucchiai di acqua.

Mescolare di continuo con un cucchiaio di legno, per ottenere uno sciroppo denso.

Quando la salsa sarà sufficientemente densa, spegnere il fuoco e versarla a filo sulla superficie della torta, cercando di ricoprirla tutta (senza lasciare buchi). La salsa dovrà essere versata dall’esterno verso l’interno, forando onde concentriche.

Lasciare raffreddare la torta ricoperta di salsa al cioccolato in frigorifero per 3-4 ore, in modo che la salsa si solidifichi.

Servire la Torta Sacher intera o tagliata a fette, magari accompagnata da qualche ciuffo di panna montata.