homemade ravioli

Ravioli ai funghi

Ravioli ai funghi
Ravioli ai funghi

RAVIOLI AI FUNGHI

Un primo piatto dal gusto delicato, facile e veloce da realizzare, ideale persino da servire agli amici!

Secondo alcune fonti storiche, il raviolo sarebbe nato a Gavi Ligure, tra il XII e XIII secolo, dalle sapienti mani del cuoco “Ravioli” e da qui si diffonde in tutta Italia, fino ad arrivare, nel ‘300, tra le pagine del Decamerone di Boccaccio, che lo esalta fra le leccornie del Paese della Cuccagna.

I ravioli sono uno dei miei piatti preferiti e mi piace condirli quasi sempre con sughi semplici, in modo da ottenere un risultato finale non eccessivamente “corposo”.

Come pasta, io ho usato un tipo trovato in una gastronomia vicino casa, si chiamano i “Quadrettoni” e sono simili ai ravioli, ripieni con ricotta e prosciutto crudo.

A mio avviso, andrebbe bene usare anche i tortellini o gli stessi ravioli (ripieni di ricotta e spinaci, carne macinata, ecc), ma non di certo una pasta secca semplice perché altrimenti il piatto diventerebbe banale.

Per il condimento, ho usato funghi chiodini e pomodori pachino ma voi potete aggiungere altri ingredienti a vostra disposizione come capperi, olive nere denocciolate, carciofini tagliati a spicchi, ecc.

Ingredienti per una porzione:

1 porzione di pasta ripiena (ravioli, tortellini, cappelletti)

8-10 pomodori pachino

1 spicchio d’aglio

50 gr di funghi chiodini confezionati

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

qualche foglia di prezzemolo e di basilico

sale, pepe

 

 

Procedimento:

Riempire una pentola d’acqua e portarla a bollore per cuocervi la pasta.

In una padella, rosolare uno spicchio d’aglio con un filo di olio extravergine di oliva.

Quando l’aglio comincerà a sfrigolare, aggiungere i funghi in padella e cuocere a fuoco medio.

Mescolare di tanto in tanto, con un cucchiaio di legno.

Lavare e tagliare i pomodori pachino a metà e aggiungerli in padella, continuando la cottura per 10-15 minuti, mescolando occasionalmente.

Salare e pepare.

Scolare la pasta non appena torna a galla, poi versarla in padella per farla saltare con il condimento.

Servire aggiungendo una manciata di prezzemolo e di basilico.

Ravioli al pomodoro

Ravioli al pomodoro
Ravioli al pomodoro

Ravioli al pomodoro

I Ravioli al pomodoro sono il classico primo piatto da mangiare il giorno successivo alle festività: golosa pasta fresca fatta in casa, ripiena di carne o verdure, condita con un semplice sugo di pomodoro fresco.

Quanto ai ravioli, io ho usato quelli confezionati ripieni di ricotta e spinaci, dal gusto cremoso e delicato ma, se siete alla ricerca di un gusto più deciso, potete optare per i ravioli con ripieno di 4 formaggi o con prosciutto crudo e funghi.

 

 

 

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di ravioli freschi

200 gr di polpa di pomodoro

1 cipolla

3 cucchiai di parmigiano grattugiato Grana Padano

un paio di rametti di basilico fresco

olio extravergine di oliva q.b.

sale, pepe nero macinato q.b.

 

 

Procedimento:

Sbucciare la cipolla e tagliarla a fettine sottili.

In una padella, rosolare la cipolla a fettine con due cucchiai di olio extravergine di oliva.

Quando la cipolla comincia a soffriggere, aggiungere la polpa di pomodoro, una spolverata di pepe nero macinato e un pizzico di sale.

Sciacquare le foglie di basilico, sminuzzarle e aggiungerle alla polpa di pomodoro.

Mescolare bene e far cuocere a fiamma bassa per 10-15 minuti.

Nel frattempo, riempire una pentola di acqua e portarla a ebollizione.

Tuffare i ravioli nell’acqua bollente e cuocerli al dente.

Scolare i ravioli e unirli al sugo in padella, quindi mescolare e cuocere per 1-2 minuti.

Servire i Ravioli al pomodoro caldi, con una spolverata di parmigiano grattugiato in superficie e qualche fogliolina di basilico.