Crea sito

gelato cioccolato

Cioccolato fondente a dieta

Cioccolato fondente a dieta
Cioccolato fondente a dieta

Cioccolato fondente a dieta

 

Quando si parla dieta, tutti pensiamo ad eliminare subito il cioccolato sotto qualsiasi forma, dalle barrette

alle merendine, passando per le torte e le beneamate tavolette.

In realtà, la scienza dimostra che il cioccolato, oltre ad avere effetti terapeutici sul nostro umore con il cd.

ormone della felicità (la serotonina), contribuisce anche a ridurre il colesterolo cattivo (LDL) grazie alla

presenza di antiossidanti, riduce la pressione arteriosa ed è ricco di minerali.

Inoltre il cioccolato fondente è adatto anche a chi soffre di glicemia alta perché le sostanze in esso

contenute contribuiscono a ridurre la resistenza all’insulina e l’infiammazione sistemica, annoverate tra

le cause di rischio delle malattie cardiometaboliche.

 

 

Quanto cioccolato mangiare e quando?

 

Per non rischiare di ingrassare, è consigliabile mangiare non più di 50 gr al giorno e soprattutto mai a

digiuno (onde rischiare un’impennata della glicemia).

E’ consigliato mangiare cioccolato a metà mattina o a metà pomeriggio, quando il metabolismo è ancora

sufficientemente attivo per consumare le calorie assunte (quindi, mai la sera).

Ma quale cioccolato scegliere?

 

Senza dubbio, il cioccolato fondente almeno al 65% e ma quello al latte o addirittura il cioccolato bianco

perché ricchi di zuccheri aggiunti, aromi artificiali, zuccheri e additivi.

Da qualche tempo ho cominciato a sperimentare varie tipologie di cioccolato fondente e tra i miei preferiti

c’è il cioccolato fondente al 99% di Lindt, dall’aroma intenso e deciso, preparato con pasta di cacao,

cacao magro, burro di cacao, zucchero grezzo di canna, e con solo 1 gr di zuccheri per 100 gr di prodotto.

L’apporto calorico è di 590 kcal/100 gr.

 

Per i very chocolate-addicted c’è anche il fondente 100% Lindt, preparato solo con tre ingredienti (pasta

di cacao, burro di cacao, cacao magro), senza zuccheri ma con un apporto calorico leggermente superiore

al fondente 99% (618 kcal/100 gr).

 

Un altro cioccolato che mi ha conquistato è il Fondente 100% Ecuador Bio di Venchi, preparato con cacao

biologico, senza glutine, e con un quantitativo minore di zuccheri rispetto a Lindt (0,5 gr/100 gr al posto

di 1gr/100gr).

 

Ho apprezzato anche il Fondente 95% Bagua di Vanini, dal gusto deciso e raffinato, ma con un apporto di

zuccheri più elevato (quasi il doppio) rispetto ai prodotti Lindt.

 

Non mi hanno convinto le tavolette di cioccolata vendute da Naturasi e Sorgentenatura, tutte biologiche

ma dal gusto leggermente meno deciso e coinvolgente rispetto ai precedenti.

Dunque, il Cioccolato fondente a dieta si può mangiare ufficialmente! Chiaramente, in quantità moderate

e non tutti i giorni (altrimenti, che dieta è?).

 

Mi raccomando: nella scelta, leggete sempre le tabelle nutrizionali e preferite i prodotti senza zuccheri,

senza conservanti, senza additivi e senza aroma artificiali, insomma, il più naturali possibili!

 

 

 

 

Gelato al biscotto

Gelato al biscotto
Gelato al biscotto

Gelato al biscotto

Un gelato squisito, cremoso, perfetto da gustare con l’arrivo della bella stagione.

Io ho usato i biscotti Plasmon ma voi potete usare quelli che più preferite, come i Galletti, gli Oreo, i Pan di Stelle, gli Abbracci, ecc. personalizzando così il vostro dessert.

Non usando la gelatiera, la preparazione del gelato richiede un intero pomeriggio ma fidatevi, rimarrete soddisfatti e i vostri sforzi saranno valsi il risultato finale. Parola mia!

Il tocco in più? Servire il gelato con ciuffi di panna fresca montata o un topping al caramello, alla vaniglia o al cioccolato. Mmmm che bontà! Ma come si può rinunciare al gelato d’estate?!?

 

Ingredienti:

350 ml di latte fresco

250 ml di panna fresca

100 gr di biscotti

2 cucchiai di zucchero

 

Procedimento:

Versare il latte, la panna e lo zucchero in un pentolino e portare a bollore.

Quando il latte comincerà a bollire, spegnere la fiamma e aggiungere i biscotti leggermente sminuzzati con le mani.

Sciogliere i biscotti con l’aiuto di un cucchiaio di legno, poi trasferire il tutto nel boccale del mixer e frullare per ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Versare il composto ottenuto in una ciotola e, una volta freddo, coprire la ciotola con la pellicola e lasciarla riposare in frigorifero per 2 ore.

Trascorse le due ore, riprendere la ciotola, mescolare la crema con un cucchiaio di legno e rimettere il tutto in freezer per 30 minuti.

Trascorsi 30 minuti, riprendere la ciotola dal freezer e mescolare con un cucchiaio di legno (o con un frullatore), in modo da rompere tutti i cristalli di ghiaccio formatisi durante il periodo di riposo in freezer.
Rimettere il composto in freezer e, dopo 30 minuti, ripetere di nuovo l’operazione precedente.
Questo passaggio andrà ripetuto 5-6 volte a intervalli regolari di 30 minuti, in modo da ottenere un risultato finale cremoso.
Servire il gelato da solo oppure accompagnato da cialde, gocce di cioccolato bianco, topping al cioccolato, ecc.

I gelati più buoni di Roma

I gelati più buoni di Roma
I gelati più buoni di Roma

I gelati più buoni di Roma

Se siete fan del gelato in qualsiasi stagione dell’anno, allora state leggendo il post che fa per voi!

E’ difficile dire quale sia il gelato più buono di Roma perché in ogni quartiere e, in alcuni casi, in ogni strada, c’è una gelateria degna di essere testata.

Dopo tante riflessioni e tentennamenti, ecco a voi I gelati più buoni di Roma !

 

 

I gelati più buoni di Roma

 

Gelateria dei Gracchi (4 sedi)

Storica gelateria romana nata nel 1999 dalla passione di Alberto e Vittorio Manasei, due fratelli sardi innamorati del gelato.

Il gelato è fatto con prodotti naturali, senza conservanti, coloranti e grassi idrogenati.

I gusti da assaggiare assolutamente sono il pistacchio di Bronte, cioccolato fondente integrale, ricotta e pere, crema ai pinoli e riso al miele.

I gusti alla frutta sono preparati con frutta bio e di stagione, e tutti i gusti sono pensati anche per gli intolleranti al glutine e al lattosio.

Un gelato cremoso e sostanzioso, dove ogni gusto ha una sua caratteristica e non c’è nulla di banale o “già assaggiato altrove”.

 

 

Il gelato tentatore (Via Appia Nuova 409)

Una minuscola gelateria proprio di fronte al centro commerciale Happio, che non passa inosservata a causa dell’enorme fila di gente in attesa fuori la porta.

Qui trovate, a mio parere, uno dei gelati più buoni dell’Appio Latino.

Ampia scelta anche di gusti pensati per celiaci e intolleranti al lattosio.

Alcuni esempi: il pistacchio preparato con latte di riso, il variegato alla nutella senza glutine, il fior di riso (senza glutine e senza lattosio), e poi i classici nocciola, zabaione, tiramisù ecc.

Se siete alla ricerca di un vero peccato di gola, lasciatevi tentare dalle brioches artigianali ripiene di gelato, le crepes o le monoporzioni di cheesecake, velvet cake, panna cotta, tiramisu ecc.

Il tocco in più? La panna, fresca e montata alla perfezione, disponibile, per i più golosi, anche nelle varianti allo zabaione e al caffè.

 

 

Cremeria Family (Largo Guglielmo Bilancioni 3/4)

In zona Monteverde, una piccola gelateria artigianale dove potrete assaggiare il gelato di una volta, cremoso e leggero.

Il gelato è preparato solo con ingredienti naturali, senza coloranti, conservanti, grassi idrogenati e monogliceridi.

Proprio come una volta, il gelato viene conservato nelle carapine che ne garantiscono la perfetta conservazione.

Tutti i gusti sono pensati per celiaci, intolleranti al lattosio e persino per vegani (quindi alla frutta e senza uova).

Tra i gusti imperdibili segnalo il sorbetto con basilico e lampone, croccante di amarena e zabaione, da gustare nel cono wafer al cioccolato o alla vaniglia.. gnammm!!!
Buonissime anche le monoporzioni di tiramisù, cheesecake, le torte fredde e le coppe gelato.

Un piccolo gioiello di quartiere da non perdere per nulla al mondo!

 

 

Sweet life (Corso Vittorio Emanuele II)

Una piccola gelateria artigianale nel pieno centro di Roma, dove il gelato si fa con soli 4 ingredienti: latte fresco, zucchero, panna fresca, frutta di stagione e paste varie.

Qui il gelato è cremoso, morbido e vellutato, perfetto per essere gustato nelle coppette o nei coni di cialda wafer super croccanti.

Agli amanti delle creme consiglio i gusti cremino, tiramisù e nocciola mentre, ai fanatici della frutta, consiglio mora e gelso, una delizia autentica che vi porterà in un attimo al caldo sole della Sicilia.

Se cercate qualcosa di insolito, provate i macaron ripieni di gelato, sublimi e perfetti da gustare passeggiando per le vie del centro.

 

 

Il cannolo siciliano (2 sedi)

Vincitore del Gelato Festival 2016, Il cannolo siciliano non offre solamente cannoli farciti sul momento, ma anche gelati, brioches e torte.

La chiave di un gelato così buono? Gli ingredienti scelti con cura e l’impegno messo in tutte le fasi della lavorazione, dalla pastorizzazione al riposo in congelatore.

Piuttosto che proporre mille gusti differenti ma dal sapore identico, quelli de Il cannolo siciliano preferiscono concentrarsi su pochi gusti (una ventina), spaziando tra i grandi classici (cioccolato, nocciola) ed i più innovativi.

Il mio preferito? Sicuramente il gusto Cannolo siciliano, una crema di ricotta condita con cialde di cannolo sbriciolate, gocce di cioccolato e pistacchi di Bronte, una vera delizia!

Chi non ama la ricotta può optare per il pistacchio di Bronte, la crema di mascarpone con pere williams cotte al forno, mela e cannella, mandarino tardivo, limone e basilico (perfetto per chi è attento alla linea).

 

 

Freddo (Piazza Tuscolo 7/8/9)

Nel quartiere San Giovanni, Freddo è una pasticceria e gelateria artigianale dove ogni giorno, nel laboratorio a vista, vengono preparati gelati naturali, senza emulsionanti, conservati, coloranti, aromi industriali e grassi idrogenati o raffinati.

Gli ingredienti sono scelti accuratamente puntando su frutta di stagione e prodotti di alta qualtà come il cioccolato Valhrona, le uova bio allevate a terra, i pistacchi di Bronte e le nocciole delle Langhe.

Gelati per tutti i palati: per celiaci, intolleranti al lattosio, vegani, diabetici e vegetariani.

Insomma, il posto giusto per tutti!

Il gelato è fantastico, cremoso e leggero, disponibile anche nei gusti più insoliti come il biscotto romano (con i biscotti Gentilini) e lo sfizioso arachide e croccante salato, una versa leccornia.

Gli ingordi potranno trovare soddisfazione nelle brioches riccamente farcite di gelato, coppe di tutte le dimensioni, waffles e crepes, torte fredde, frappè e frullati.