Crea sito

Finger food

Bruschette fantasia

Bruschette fantasia
Bruschette fantasia

Bruschette capresi realizzate con fette di baguette cotta per 4-5 minuti alla max potenza funzione combi grill, pomodorini pachino, mozzarella, e condite con sale, olio, origano, foglie di basilico. (altro…)

Alici fritte

Alici fritte
Alici fritte

Alici fritte

Le alici fritte sono un piatto tipico della cucina partenopea, una ricetta economica e veloce ma ricca di gusto.

La fase più noiosa della ricetta risiede proprio nella pulizia delle alici, un procedimento che richiede  tempo e pazienza (ricordo mio nonno che “si impossessava” del lavandino della cucina e cominciava a pulire e spinare le alici per prepararle marinate o fritte) ma che potete affidare benissimo al vostro pescivendolo di fiducia, portandovi così a casa le alici già belle e pulite, pronte da panare e pappare! 😉😉
Io adoro le alici fritte, ne mangio in quantità industriali!

Quando le preparo, sono più quelle che mangio durante la cottura che quelle che riesco a portare in tavola (un po’ come il differenziale esistente tra le patate appena sfornate e ancora nella teglia, e quelle che effettivamente arrivano sul tavolo…).

Sono perfette come secondo piatto, magari accompagnate da un’insalatina fresca a base di lattuga, carote a julienne, mais e pomodori a fette.

 

 

Ingredienti per 1-2 porzioni:
250 gr di alici
1 uovo
2 cucchiai di farina
Sale, pepe

 

 

Procedimento:

Sciacquare le alici pulite sotto l’acqua corrente poi aprirle a libro e provarle della spina.

In una ciotola, sbattere l’uovo con il sale e il pepe.

Passare le alici prima nella farina poi nell’uovo.

Riempire una padella di olio e, quando sarà bollente, friggervi le alici fino a doratura.

Scolare le alici e adagiarle su un foglio di carta assorbente.

Servire le alici calde, accompagnate da una spruzzata di succo di limone e un’insalata mista o dei pomodori a fette.

Gateau di patate

Gateau di patate
Gateau di patate

Gateau di patate

Il Gateau di patate è un delizioso tortino a base di patate e prosciutto, adatto da servire ai vostri ospiti come aperitivo finger food (basta tagliarlo a quadrotti o piccoli spicchi), da portare come pranzo nelle gite domenicali o, come ho fatto io, da preparare e mangiare in più volte, riscaldando la porzione prescelta al forno a microonde poco prima di consumarla.
Una ricetta facile ed economica, perfetta quando si hanno delle patate un po’ vecchiotte in casa; mia madre, quando non ha in casa il prosciutto cotto, lo sostituisce con una decina di acciughe, ottenendo così un tortino più saporito ma che, secondo me, mal si presta ad essere consumato per più giorni perché il sapore delle acciughe, diversamente dal prosciutto cotto che è più delicato, dopo 2 volte che viene mangiato di seguito, annoia il palato. E voi, come fate il Gateau di patate??

 

Ingredienti:

800 gr di patate
100 gr di prosciutto cotto
125 gr di mozzarella
2 uova
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
1/2 bicchiere di latte
2 cucchiai di burro
2 cucchiai di pangrattato
Sale, pepe

 

 

Preparazione:

Lavare e pelare le patate.
Riempire una pentola d’acqua, portarla a ebollizione e lessar i tutte le patate eccetto una (piccola), che servirà per il topping del tortino.
Scolare e le patate e schiacciarle con una forchetta (o uno schiacciapatate).
Tagliare le mozzarella a cubetti.
Preriscaldare il forno a 180 gradi.
In una ciotola, unire le patate schiacciate, il burro, il parmigiano, le uova, il latte e mescolare bene.
Rivestire una tortiera di carta forno e adagiarvi meta’ del composto di patate.
Sopra lo strato di patate, stendere le fette di prosciutto, i cubetti di mozzarella e l’altra metà delle patate.
Tagliare a fettine sottili la patata avanzata e disporre le fette sulla superficie del tortino, insieme a qualche giochetto di burro e una spolverata di pangrattato.
Cuocere in forno caldo a 180 gradi per 40 minuti, poi altri 5 minuti con funzione grill.
Sfornare e far raffreddare prima di servire.

Rose di pizza

 

Rose di pizza
Rose di pizza

Rose di pizza

Queste rose sono perfette come aperitivo finger food o come antipasto da servire ai vostri ospiti; una ricetta facile, veloce ed economica per deliziare i palati dei vostri ospiti con poco sforzo.

Basta preparare il normale impasto della pizza, farlo ricrescere per 3-4 ore in un luogo caldo (io in inverno metto la ciotola con l’impasto vicino al termosifone, mentre l’estate la metto nel forno spento) e poi procedere come per realizzare un rotolo dolce, farcendo la pizza con pomodoro, mozzarella e origano.

Una sorta di pizza margherita arrotolata 😉 Che ne dite? Bella idea, vero?

Ingredienti:

150 gr di farina 00
1/2 panetto di lievito di birra
1/2 tazza di acqua calda
Sale q.b.
200 ml di salsa di pomodoro
1 mozzarella fiordilatte
Sale, origano

Procedimento:

In un recipiente, versare la farina e scavare un buco al centro.
Sciogliere 1/2 cubetto di lievito di birra e un pizzico di sale in 100 ml di acqua calda, poi versarlo nel buco fatto nella farina e cominciare a impastare.
L’obiettivo è quello di ottenere una bella palla elastica.
Sistemare l’impasto in una ciotola coperta con uno strofinaccio.

Lasciare lievitare l’impasto in un luogo caldo (io di solito la metto nel forno spento o vicino al termosifone, in inverno).
Dopo 3-4 ore l’impasto sarà lievitato quindi lavorarlo su una spianatoia infarinata.
Stendere l’impatto con il matterello cercando di formare un rettangolo.
Spalmare sull’impasto la salsa di pomodoro, la mozzarella fiordilatte tagliata a cubetti, una spolverata di origano e una di sale.
Arrotolare l’impasto su se stesso per ottenere un rotolo da tagliare a fette.
Rivestire una teglia di carta forno e adagiare su di essa le fette di pizza.
Preriscaldare il forno a 200 gradi.
Infornare e cuocere in forno caldo a 200 gradi per 10-15 minuti.
Sfornare le rose di pizza e servirle ben calde, magari accompagnate da una bella birra bionda fresca.

Sbriciolata di zucchine

Sbriciolata di zucchine
Sbriciolata di zucchine

 

Sbriciolata di zucchine

Chi ha detto che la sbriciolata può essere solo dolce?

Questa torta salata è perfetta da servire come antipasto finger food ai vostri amici (magari accompagnata da un calice di vino bianco secco) o da mangiare in ufficio durante la pausa pranzo; io adoro le torte rustiche perché sono pratiche, veloci ed economiche, e soprattutto perché si possono realizzare con qualsiasi ingrediente a vostra disposizione, costituendo così una sorta di “svuota frigo”.

Io ho farcito la torta con zucchine e ricotta ma voi potete usare altri formaggi (come il formaggio spalmabile, la robiola, fette di mozzarella) e aggiungere altri ingredienti per arricchire la ricetta (es. prosciutto cotto a fette, speck affumicato, capperi, pomodori secchi, ecc.).

 

Ingredienti:

250 gr di farina
1 uovo
80 gr di burro
1 bustina di lievito istantaneo per pizze e focacce
1 zucchina grande
150 gr di ricotta
2 cucchiai di olio
1 spicchio di aglio
Sale, pepe

 

 

Procedimento:

Lavare le zucchine e tagliarle a rondelle.
In una padella rosolare uno spicchio d’aglio con due cucchiai di olio, poi aggiungere le zucchine e cuocerle a fuoco medio.
Salare e pepare.
Quando le zucchine saranno morbide, spegnere il fuoco e mettere da parte.
Tagliare il burro a pezzetti.
In una ciotola, mescolare la farina con il burro a pezzetti, l’uovo, il lievito istantaneo è un pizzico di sale, ed impastare con le mani per ottenere un composto sbricioloso.
Rivestire una tortiera di carta forno e preriscaldare il forno a 180 gradi.
Distribuire metà dell’impasto sul fondo della tortiera, schiacciando bene con le dita per ottenere una base compatta.
Spalmare sulla base ottenuta le zucchine e la ricotta, poi ricoprire con le briciole restanti di impasto.
Cuocere la sbriciolata in forno caldo a 180 gradi per 35-40 minuti.
Sfornare e servire tiepida.

Sfoglia al salmone

Sfoglia al salmone
Sfoglia al salmone

Sfoglia al salmone

Una ricetta facile e veloce per un aperitivo o un antipasto da servire ai vostri ospiti.

Io, per ottenere un risultato finale più “dietetico”, ho preparato la sfoglia con una ricetta che prevede la costituzione del burro con lo yogurt, e ho usato il formaggio Philadelphia light.

Il risultato è stata una sfoglia rustica friabile, leggera e gustosa, e nessuno dei commensali si è accorto dell’assenza di burro nell’impasto!!

Vi ho convinti?

Il tocco in più? Accompagnare questo goloso finger food con un calice di vino bianco secco o uno Spritz.

 

 

INGREDIENTI:

200 gr di farina 00
70 gr di yogurt greco
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
50 gr di salmone affumicato
100 gr di Philadelphia light (in alternativa, potete usare lo yogurt greco al posto del formaggio spalmabile)
1 uovo
Sale, origano

 

 

PROCEDIMENTO:

Cominciamo realizzando la pasta sfoglia.
In una ciotola, unire la farina con lo yogurt greco, l’olio extravergine di oliva e il sale, impastando bene per ottenere un panetto elastico.
Avvolgere il panetto ottenuto nella pellicola e metterlo a riposare in frigorifero per 2 ore.
Dopo 2 ore, tirare fuori il panetto dal frigorifero.

Stendere il panetto su una spianatoia con l’aiuto di un matterello, cercando di dargli una forma rettangolare.
Dividere la sfoglia a metà e distribuire uniformemente, su una metà, il salmone affumicato a pezzetti e il formaggio Philadelphia light.
Aggiungere una spolverata di sale e una di origano.
Chiudere la metà non farcita sull’altra, ottenendo così un simil strudel, sigillare bene i bordi con i rebbi di una forchetta e praticare dei tagli sulla superficie.
Rompere l’uovo in una ciotola, sbatterlo e usarlo per spennellare la sfoglia.
Riscaldare il forno a 200 gradi e rivestire una teglia di carta forno.
Trasferire la sfoglia nella teglia rivestita di carta forno e cuocere in forno caldo a 200 gradi per 20 minuti, fino a doratura.
Sfornare e far intiepidire prima di servire.

Frittata di cipolle al forno

Frittata di cipolle al forno
Frittata di cipolle al forno

Frittata di cipolle al forno

Adoro la frittata, una ricetta povera ma sostanziosa, perfetta come secondo piatto al posto della carne o del pesce.

Quando ero piccola e andavo in gita scolastica, mia madre mi preparava sempre il panino con la frittata da mangiare per pranzo.. che bei ricordi!

Questa frittata è speciale perché arricchita con cipolle tritate e ricotta, due ingredienti che conferiscono sofficità e sapore deciso alla frittata.

Non essendo molto pratica nell’arte del “rigiro della frittata” in padella, ho preferito optare per la cottura in forno elettrico, ottenendo più una sorta di sformato di patate che la classica frittatona super calorica.
Una ricetta facile ed economica, ideale per una cena sfiziosa; io di solito la cucina e la mangio con due volte… Una ricetta furbissima!!!! Vero?! Oppure potete servirla come aperitivo finger food tagliandola a quadrotti… Bella idea, vero?

 

Ingredienti:

500 gr di patate

2 uova

300 gr di ricotta

1 cipolla

Olio extravergine q.b.

Sale, pepe

Procedimento:

Sbucciare le patate e lessarle in una pentola con acqua bollente.

Scolare le patate e schiacciarle con i rebbi di una forchetta.

Tritare finemente la cipolla.

In una ciotola, amalgamare le patate schiacciate e la cipolla.

Rompere le uova, versarle in una ciotola e sbatterle con una forchetta.

Aggiungere la ricotta alle uova e mescolare bene per amalgamare gli ingredienti.

Salare e pepare.

Versare la crema di uova e ricotta nella ciotola con le patate schiacciate (divenute ormai fredde), e mescolare bene per ottenere un composto omogeneo.

Ungere una pirofila con un filo di olio extravergine di oliva.

Preriscaldare il forno a 180 gradi.

Versare l’impasto nella pirofila e cuocere in forno caldo per 30-40 minuti, girando la frittata sull’altro lato a metà cottura.

Sfornare e far intiepidire.

Servire la Frittata di cipolle al forno intera o già tagliata a spicchi.

Gamberi in pastella di cornflakes

Gamberi in pastella di cornflakes
Gamberi in pastella di cornflakes

GAMBERI IN PASTELLA DI CORNFLAKES

Avendo fatto la primina, sono sempre stata la più piccola fra le mie amiche, l’ultima ad aver compiuto gli agognati 18 anni, quella che “deve ancora crescere“.

Con la mia amica Rosa, invece, è diverso: io sono “la grande”, mentre lei è come se fosse la mia sorellina da coccolare, quella che quando racconta una cosa, ti fa pensare “Ah bei tempi, quando succedeva anche a me!”, quella che ti dice: “Quando esci dal lavoro, mi accompagni alla presentazione di un libro perché vorrei conoscere l’autore e dirgli che le sue parole mi emozionano sempre?” (e tu pensi “E secondo te sarai l’unica a dirglielo?” ma poi ti guarda con quello sguardo ingenuo e trasognato, tipico dei ventenni, e tu non puoi fare altro che riporre nel dimenticatoio il tuo commento sarcastico e rispondere “Certo! Esco per le 18 e ti raggiungo in libreria!”), quella che mi ha fatto assaggiare uno dei miei piatti preferiti, e che vi racconto in questa ricetta.

A Rosa, ricordando una serata invernale in cui, nonostante piovesse a dirotto, appena ci siamo incontrate mi hai abbracciata così a lungo dimenticandoci quasi dell’ombrello..

Ingredienti per 1 porzione:

10-12 gamberi

80 gr di cornflakes

50 gr di pane grattugiato

140 ml di acqua frizzante fredda

1 uovo

sale, pepe nero

salse di accompagnamento (ketchup, maionese, senape)

Procedimento:

Pulire i gamberi privandoli della testa e del carapace.

Versare i cornflakes nel bicchiere del mixer e frullarli.

In un piatto, unire il pane grattugiato con i cornflakes frullati.

In un piatto, sbattere l’uovo con un pizzico di sale e uno di pepe nero macinato.

Passare i gamberi prima nell’uovo poi nel mix di pane grattugiato e cornflakes.

Riempire una pentola di olio e, quando sarà bollente, friggervi i gamberi fino a doratura.

Scolare e adagiare su un foglio di carta assorbente.

Servire caldi, accompagnando con salsine varie (ketchup, maionese, senape).

1 2 3 5