Crea sito

dolci bimby

Torta nocciole e mele

Torta nocciole e mele
Torta nocciole e mele

Torta nocciole e mele

La ricetta della Torta nocciole e mele proviene direttamente dalla cucina della mia nonnina.

Una torta soffice e profumata, ideale da mangiare a colazione o a merenda, soprattutto se

accompagnata da una bella tazza di the.

Pochi e semplici ingredienti che si uniscono per creare una torta morbida e burrosa, a base di nocciole

e mele (vi consiglio di usare le mele Renetta o le Golden Delicious poiché hanno una polpa sugosa

e compatta che ben si presta alla realizzazione di dolci e torte).

Infine, per addolcire la torta, ho usato lo zucchero di canna ma mia nonna solitamente usa metà dose

di zucchero (quindi 60 gr) e in aggiunta 3 cucchiai abbondanti di miele millefiori.

Allo stesso modo potreste usare lo zucchero semolato o lo sciroppo d’acero, in base ai vostri gusti.

In conclusione, che dite? Quale delle due versioni vi piace di più?!?

 

 

Ingredienti:

150 gr di farina 00

160 gr di nocciole

1 mela grande (Renetta o Golden Delicious)

150 gr di burro a temperatura ambiente

120 gr di zucchero di canna (allo stesso modo, zucchero semolato)

1 uovo

1 bustina di lievito per dolci

Un pizzico di sale

Zucchero a velo (per decorare)

 


Procedimento
:

In primo luogo, preriscaldare il forno a 200 gradi.

Rivestire una teglia di carta forno e versarvi le nocciole.

Cuocere le nocciole in forno caldo a 200 gradi per 10 minuti, fino a quando non saranno tostate.

Nel frattempo, in una ciotola, mescolare l’uovo con lo zucchero di canna.

Quindi aggiungere il burro ammorbidito e mescolare.

Frullare le nocciole in un mixer fino a ridurle in polvere.

Quindi unire nella ciotola con l’uovo le nocciole in polvere, la farina setacciata, il lievito, il pizzico di sale.

Pertanto, mescolare bene per ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi.

Rivestire una tortiera di carta forno e versarvi metà dell’impasto.

Sbucciare le mele, tagliarle a fettine disporle sulla metà dell’impasto già messa nella teglia.

Ricoprire le mele con l’altra metà di impasto.

Infine, disporre sulla superficie della torta, qualche nocciola per decorare.

Nel frattempo, preriscaldare il forno a 180 gradi.

Cuocere in forno caldo a 180 gradi per circa 30 minuti.

Sfornare e far raffreddare a temperatura ambiente.

Dopo che si è raffreddata, servire la Torta nocciole e mele con una spolverata di zucchero

a velo (facoltativo).

Girelle all’uvetta

Girelle all'uvetta
Girelle all’uvetta

Girelle all’uvetta

Le girelle all’uvetta sono una prelibatezza tipica delle boulangerie francesi (chiamate “pain aux raisins“) : soffici girelle con uvetta e crema pasticcera, perfette da gustare a colazione o a merenda, magari accompagnate da una buona tazza di the.

Per fortuna che non vivo a Parigi altrimenti sarei una botte a furia di mangiare viennoiserie e, soprattutto, macarons!

Molto simili a queste girelle sono i pain au chocolat, dei panini dolci farciti con le gocce di cioccolato fondente, simili a quelli già confezionati in vendita al supermercato.

Queste girelle sono velocissime da realizzare per la colazione, soffici, calde e friabili: bastano un rotolo di pasta sfoglia confezionata, qualche cucchiaiata di crema pasticcera e una manciata di uvetta sultanina.

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
60 gr di uvetta sultanina
2 tuorli
40 gr di zucchero (io di canna, ma va bene anche il semolato)
1 bustina di vanillina
150 ml di latte (intero o scremato, in base ai vostri gusti)
15 gr di farina 00

 

 

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 180 gradi.
Preparare la crema pasticciera unendo in una ciotola i tuorli con lo zucchero.
Scaldare in un pentolino il latte con la vanillina, poi, quando sarà ben calda, aggiungerla alla ciotola con i tuorli e mescolare con un cucchiaio di legno.
Aggiungere la farina setacciata e continuare a mescolare.
Riversare la crema ottenuta nel pentolino e cuocere per almeno 7 minuti mescolando di continuo per evitare che la crema si attacchi, poi spegnere il gas e mettere da parte.
Srotolare la pasta sfoglia e dividerla in quattro quadranti.
Spalmare la crema su ogni quadrante poi spolverare il tutto con l’uvetta e infine arrotolare ciascun quadrante su se stesso ottenendo quindi 4 rotoli.
Rivestire una teglia di carta forno.
Tagliare ogni rotolo a fette di 2 cm di spessore e adagiarle sulla teglia rivestita.
Infornare e cuocere per 14 minuti, fino a doratura.
Sfornare, lasciare intiepidire e poi… Pappare!!!

Marmellata senza zucchero

Marmellata senza zucchero

L’estate è ufficialmente finita e la domenica pomeriggio, tra temporali e clima incerto, è l’ideale per preparare una buona marmellata fatta in casa.

Per questa ricetta, ho usato il mio amatissimo Bimby (amatissimo perché è un ricordo di mia madre) e si è rivelato strategico per preparare una marmellata buona, senza zucchero, senza conservanti e rigorosamente fatta in casa.

Dunque, ecco a voi la ricetta della mia Marmellata senza zucchero, ideale per gli amanti della linea (come me) ma anche per chi ha problemi di diabete o di pressione alta.

Il giudizio sulla mia marmellata? Molto buona e la prossima volta proverò a farla con le prugne o con le arance.

Questa marmellata si prepara molto velocemente e potrebbe essere anche un pensierino da regalare ai vostri amici, magari abbellendo i barattoli con dei copri tappi o con delle etichette shabby chic.

 

 

Ingredienti per 2 vasetti da 250 gr:

500 gr di frutta (io ho usato le pesche percoche. Se volete usare le fragole o le more, ad esempio, dopo la cottura dovrete passare la marmellata nel colino per eliminare tutti i semini)

1 mela

2 cucchiai di succo di limone

2 cucchiaini di Stevia (o dolcificante)

 

 

Procedimento:

Prima di cominciare con la preparazione della marmellata, vi consiglio di lavare i barattoli e lasciarli ad asciugare a testa in giù, in modo da eliminare tutta l’acqua dalle superfici.

Se volete sterilizzare i barattoli, allora dovrete immergerli in una pentola con acqua bollente per almeno 30 minuti, oppure lavarli nella lavastoviglie.

Sbucciare e tagliare le pesche.

Marmellata senza zucchero

Sbucciare e tagliare la mela.

Marmellata senza zucchero

Inserire tutti gli ingredienti nel boccale del Bimby. Se volete aggiungere una nota speziata alla vostra marmellata, vi consiglio di aggiungere un cucchiaino di cannella in polvere.

Cuocere per 30 minuti a 100°, velocità 4.

Cuocendo a vel. 4 ho ottenuto una marmellata densa ma priva di pezzi. Se preferite la marmellata “con pezzi di frutta”, allora cuocete tutto a vel. 1.

Marmellata senza zucchero

Una volta pronta, versare la marmellata ancora calda in due vasetti di vetro 4 stagioni da 250 gr l’uno (oppure, in uno da 500 gr).

Nel riempire i barattoli, abbiate cura di lasciare uno spazio di testa di 1-2 cm, indispensabile affinché all’interno del barattolo si genere il vuoto.

Chiudere i barattoli con il coperchio.

Capovolgere i barattoli e lasciarli in questa posizione fino a completo raffreddamento, così da formare il sottovuoto.

Il sottovuoto si forma se il tappo del barattolo appare leggermente incurvato verso l’interno del barattolo e, prendo al centro del tappo, non si sente il cosiddetto “click clack”.

La Marmellata senza zucchero è pronta da gustare subito oppure da conservare in frigorifero per 7 giorni.

 

Marmellata senza zucchero

 

 

 

Frittelle di riso ripiene di crema pasticcera

Frittelle di riso ripiene di crema pasticcera

Frittelle di riso ripiene di crema pasticcera

Le Frittelle di riso ripiene di crema pasticcera sono dei dolci tipici della festa del papà ma che, per i golosi, possono essere preparate in qualsiasi periodo dell’anno.

 

Ingredienti:

per le frittelle:

150 gr di riso (io arborio)

750 ml di latte (intero o scremato, come preferite)

250 gr di farina 00

3 uova

25 gr di burro

4 cucchiai di zucchero (io di canna)

1 cubetto di lievito di birra

la scorza grattugiata di un limone

per la crema:

500 ml di latte

4 tuorli

125 gr di zucchero (io di canna)

40 gr di amido di mais

la scorza grattugiata di mezzo limone

 

 

Procedimento:

Iniziare con la preparazione della crema pasticcera.

Versare il latte in un pentolino insieme alla buccia grattugiata di un limone e riscaldarlo.

Spegnere il gas prima che il latte cominci a bollire.

In un recipiente, mescolare le uova con lo zucchero con una frusta manuale, fino ad ottenere un composto spumoso.

Aggiungere l’amido di mais e mescolare.

Versare il composto con le uova nel pentolino con il latte caldo e cuocere per 4-5 minuti, mescolando di continuo per ottenere una crema lucida, densa e priva di grumi.

Una volta cotta, spegnere il gas e lasciare la crema a raffreddare in un contenitore di plastica o di ceramica, coperto con un foglio di pellicola trasparente.

Ora passare alla preparazione delle frittelle.

Riempire una pentola d’acqua e portarla a bollore per cuocervi il riso, come se volesse preparare un risotto.

Una volta cotto, scolare il riso e lasciarlo raffreddare a temperatura ambiente.

Nel frattempo, in una ciotola sbattere le uova con lo zucchero di canna fino ad ottenere un composto spumoso.

Sciogliere il burro a bagnomaria (o nel microonde) e aggiungerlo al composto di uova e zucchero.

Aggiungere anche il lievito di birra e la scorza grattugiata di un limone e mescolare bene.

Riempire una pentola di olio di semi di arachide e scaldare.

Quando l’olio comincerà a bollire, formare delle piccole palline di impasto e versarle nella pentola con l’olio per friggerle.

Friggere le palline fino a doratura, quindi scolarle e adagiarle su un foglio di carta assorbente.

Prendere la crema pasticcera e inserirla in un sac a poche.

Riempire tutte le frittelle di riso con la crema pasticcera.

Servire le Frittelle di riso ripiene di crema pasticcera tiepide, magari con una spolverata di zucchero a velo.

Buon appetito!

 

 

Torta ripiena

Torta ripiena
Torta ripiena

Torta ripiena

Una torta non buona, di più! Pura delizia per il palato, il paradiso dei golosi!

Una soffice e gustosa torta al cacao amaro farcita con caramello e ricoperta da una colata di

Nutella, un vero e proprio attentato alla dieta! Prima del primo morso penserete sicuramente “meglio astenersi..

Un solo morso equivarrà a trenta minuti di cardio fitness!” ma, dopo aver ceduto al primo morso,

penserete: “Questa torta val bene una settimana di palestra!” e allora, se sarete fortunate, vi

saprete limitare ad una fetta mentre, se siete chocolate-addicted come me, ne mangerete

anche due fette leccando anche il coltello usato per il taglio.
E dunque cari amici, avvertenze: questa torta crea dipendenza!!

 

 

Ingredienti:

Per la torta:
200 gr di farina
150 gr di zucchero di canna
2 uova
50 ml di olio di semi
60 gr di cacao amaro in polvere
150 ml di latte
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina

Per la salsa al caramello:
100 gr di zucchero di canna
90 gr di burro
125 ml di panna fresca

Per la copertura:
1 vasetto di Nutella

 


Procedimento:

Cominciare preparando la torta.
Preriscaldare il forno a 180 gradi e rivestire una teglia di carta forno.
In una ciotola, unire le uova, l’olio, il latte e la vanillina, mescolando il tutto.
Aggiungere la farina setacciata, lo zucchero, il cacao è il lievito, continuando a mescolare per ottenere un composto omogeneo e senza grumi.
Versare il composto nella teglia rivestita di carta forno e cuocere in forno caldo a 180 gradi per 30-35 minuti.
Sfornare e far raffreddare.
Nel frattempo, preparare la salsa al caramello, versando lo zucchero in un pentolino e scaldandolo a fuoco medio, mescolando per farlo sciogliere.
Quando lo zucchero sarà sciolto, smettere di mescolare e lasciar cuocere fino a che non diventa ambrato.
Aggiungere il burro e mescolarlo al caramello.
Quando burro e zucchero sciolto saranno ben amalgamati, aggiungere anche la panna fresca e continuare a mescolare fino ad ottenere una crema densa e omogenea.

Spegnere il fuoco e lasciar raffreddare.

Dividere la torta raffreddata a metà, ottenendo due dischi, e spalmare sulla base la salsa di caramello, quindi appoggiarvi sopra l’altro disco di torta, come a tornare un sandwich.
Riscaldare la Nutella per 1-2 minuti al microonde, in modo da scioglierla leggermente.
Spalmare la Nutella sulla superficie della torta, con cucchiaiate generose, poi riporre in frigo per farla rassodare.
Servire e divorare!!!