dolci artigianali roma

L’Appio Latino in 5 cornetti

L'Appio Latino in 5 cornetti
L’Appio Latino in 5 cornetti

L’Appio Latino in 5 cornetti

L’Appio Latino è un quartiere ricco di posti per concedersi un peccato di gola: il tiramisù di Pompi, i cannoli de La cannoleria siciliana o di Ammu, i dolci senza glutine di Napoleoni ecc.

Però, se avete voglia di un buon cornetto, poche sono le pasticcerie a cui rivolgersi.

Eh si, perché non è da tutti sfornare cornetti caldi tutte le mattine, fragranti e profumati, perfetti per iniziare bene la giornata.

Dove andare? Ecco a voi L’Appio Latino in 5 cornetti.

 

L’Appio Latino in 5 cornetti

 

Appia Caffè (Via Appia Nuova 423)

Dopo una chiusura durata quasi un anno per rinnovo, l’Appia Caffè è tornato più bello e forte che mai, con un’ampia offerta di dolci, salati, aperitivi e menu per la pausa pranzo.

A colazione avrete l’imbarazzo della scelta tra mignon, plumcake, muffin e torte artigianali preparate quotidianamente nel laboratorio attiguo (una su tutte, la crostata con crema di ricotta e gocce di cioccolata, una vera leccornia).

Il cornetto dell’Appia Caffè è uno dei migliori in zona, fragrante e profumato, vuoto o da farcire sul momento con Nutella, cioccolato bianco, crema pasticcera, marmellata e crema di pistacchio.

I prezzi sono leggermente sopra la media ma ben rapportati alla qualità dei prodotti.

Durante l’anno di chiusura, il cornetto di Appia Caffè mi è mancato tantissimo e non sono riuscita a trovarne un altro all’altezza.

 

 

Bar Pasticceria Mariani (Via G. Capponi 150)

Una pasticceria a conduzione familiare famosissima nel quartiere, sempre molto affollata ma non per questo sinonimo di servizio lento.

Sorseggiando il vostro caffè potrete ammirare i pasticceri all’opera nel laboratorio a vista, magari impegnati nella farcitura di un bignè o nella decorazione di una torta.

Al bancone trovate mignon, cornetti, brioche, bomboloni, ciambelle, fette di torta, crostate e biscotti.

I cornetti sono fragranti, profumati e per niente burrosi, serviti vuoti o da farcire sul momento con confettura, crema pasticcera, Nutella, cioccolato bianco, ecc.

Il mio preferito è il cornetto ripieno di delicata e vellutata crema pasticcera, da accompagnare ad un cappuccino schiumoso per cominciare bene la giornata.

Mariani è una garanzia, non c’è altro da aggiungere!

 

 

Pasticceria Antonetti (Via Appia Nuova 259)

Antonetti è la meta perfetta per chi ha voglia di assaggiare un buon dolce artigianale senza accompagnarlo con un caffè/cappuccino (è solo una pasticceria, senza bar).

Una pasticceria storica del quartiere, molto piccola ma con un’ampia scelta di torte, biscotti, crostate, mignon, cornetti e bomboloni.

Ogni volta che entro da Antonetti, mi sembra di essere stata catapultata nelle pasticcerie di una volta, con gli arredi in legno, il bancone in acciaio e i frigoriferi alle pareti, il tutto condito da un’atmosfera familiare e accogliente.

I pezzi forte sono i plumcake e le crostate ma, se siete solo alla ricerca di un piccolo sfizio, concedetevi un fragrante cornetto ripieno di soffice crema pasticcera o di spumosa panna montata.

Prezzi nella media e perfettamente in linea con la qualità dei prodotti offerti.

 

 

La cannoleria siciliana (Piazza dei Re di Roma)

Un locale piccolino ma molto accogliente e in grado di soddisfare i vostri desideri in ogni momento della giornata.

Brioche a colazione, arancini e cartocciate per la pausa pranzo, torte e dolci monoporzione a merenda.

A colazione avete due opzioni: il classico cappuccino e cornetto oppure la variante “siciliana” a base di brioche col tuppo ripiene di crema di nocciole, crema di mandorle o di pistacchio.

I cornetti sono fragranti e profumati, vuoti o da farcire sul momento con confetture, crema di nocciole, di pistacchio e di mandorle.

 

 

Pasticceria Rugiati (Via Tommaso da Celano 37)

In una traversa di Via Latina, trovate la pasticceria Rugiati, aperta dal 1956 e tappa fissa per gli amanti della colazione domenicale a base di caffè Vergnano e cornetto.

Al bancone ampia scelta tra cornetti, ventagli, occhi di bue, treccine, bomboloni e maritozzi con/senza panna.

Per gli attenti alla linea, ci sono anche cornetti integrali, ai cereali e vegani.

Per gli ingordi non mancano torte e crostate sublimi, mignon, mont blanc, charlotte, zuppa inglese ecc.

A colazione da Rugiati scelgo sempre il cornetto sfogliato, soffice e fragrante, per niente burroso e molto digeribile, accompagnato da un buon cappuccino spumoso.

Se non avete voglia del solito cornetto, allora optate per il maritozzo rigorosamente ripieno con panna fresca appena montata, degno concorrente del famoso maritozzo di Regoli.

 

 

 

L’Appio Latino in 5 cornetti

L’Appio Latino in 5 cornetti

L’Appio Latino in 5 cornetti

L’Appio Latino in 5 cornetti

L’Appio Latino in 5 cornetti

L’Appio Latino in 5 cornetti

 

Dove acquistare le colombe artigianali a Roma

Dove acquistare le colombe artigianali a Roma

Si avvicina il giorno di Pasqua e nelle vetrine delle pasticcerie spuntano le colombe artigianali, ricoperte di golosa glassa di zucchero e mandorle, avvolte in eleganti confezioni regalo.

Dal sapore simile a quello del panettone, la colomba è un tipico dolce italiano immancabile sulla tavola di ogni famiglia.

Come per il dolce natalizio, anche le colombe sono disponibili nelle versioni tradizionale, con gocce di cioccolato fondente, con canditi, e, talvolta, farcite con golosa crema al pistacchio o alla nocciola.

Dunque, siete alla ricerca delle migliori colombe sulla piazza romana??

Ecco a voi Dove acquistare le colombe artigianali a Roma!

 

 

 

Pasticceria Marinari (CORSO TRIESTE E VIALE ERITREA)

Un’istituzione nel Quartiere Africano, un piccolo paradiso dove fare ogni giorno un pit stop per assaggiare cornetti burrosi, biscottini da the (i biscotti al burro sono spaziali), mignon e maritozzi farciti con panna fresca.

Nel periodo pasquale, qui potrete trovare colombe artigianali al profumo d’arancia e amaretto, con un interno soffice e alveolato, glassate in superficie.

Tra le versioni disponibili potete scegliere la classica (con canditi), con scorze d’arancia o gocce di cioccolato.

Prezzo: 18€ al kg

 

 

Pasticceria LE LEVAIN (TRASTEVERE)

Una pasticceria dal nome e sapore francese dove, tra un macaron e l’altro, potrete assaggiare una delle colombe artigianali più buone al mondo.

Prodotte con farina del Molino della Giovanna e burro francese Elle & Vire, le colombe subiscono una doppia lievitazione e il risultato è un dolce soffice e alveolato, come la regola prescrive.

Le versioni proposte sono classica, con canditi e con gocce di cioccolato, tutte rigorosamente coperte di glassa, zuccherini e mandorle pelate.

Prezzo: 30€ al kg.

 

 

Antico forno Roscioli (TRASTEVERE)

Chi pensa a Roscioli come un semplice “forno di quartiere” si sbaglia di grosso: è tutto meno che un forno!

Qui, oltre a pizze e pani, potrete trovare biscotti, dolci da forno, pasticcini e sfizioserie tutte da gustare, dolci e salate!

Nel periodo pasquale vengono sfornate colombe dal colore ambrato, arricchite con miele di castagno Thun che contribuisce a scurire il colore dell’impasto e migliorarne il sapore.

Senza aromi naturali nè conservanti, le colombe sono fatte lievitare per 1 giorno intero e arricchite con scorze di arance candite a mano.

Ulteriormente, per i golosi sono disponibili la versione classica, con pere e cioccolato Valrhona, con albicocche e cioccolato al caramello.

Prezzi: da 25€ al kg.

 

 

DE SANTIS SANTACROCE (VIA DI SANTA CROCE IN GERUSALEMME 17)

Una pasticceria aperta sin dalle prime luci del mattino per deliziare i clienti con proposte sfiziose per la colazione, pranzo, brunch e aperitivo.

Il vanto di questa pasticceria sono le materie prime utilizzate, rigorosamente genuine, la lievitazione naturale di oltre 30 ore e la lavorazione artigianale di altissima qualità.

Le colombe pasquali sono preparate in 5 versioni: classica (con glassa di mandorle e canditi), all’albicocca, arancia e cioccolato, fragola e cioccolato, solo cioccolato.

Inoltre, da De Santis Santacroce troverete anche le specialità pasquali come la pastiera, la pizza di Pasqua e il casatiello.

Prezzi: da 18€ al kg.

 

 

Panificio Bonci (trionfale)

E’ impossibile passare davanti il Panificio Bonci e rimanere immuni da quel profumino di pizze e lievitati che fuoriesce dalla porta.

Le colombe sono spettacolari, burrose e profumate, preparate con ingredienti freschi e selezionati, come il burro Pamplie e uova fresche provenienti da fattorie italiane, con una lievitazione dell’impasto madre al 100% naturale.

Le versioni proposte sono classica, glassata alle mandorle e al cioccolato.

Per gli amanti del glamour, quest’anno le confezioni sono firmate da Lucamaleonte, Davide Sarti, Genevieve COco e Irene Mattacchioni.

Inoltre, per i più golosi, qui potrete trovare anche la famosa pizza dolce pasquale, al profumo di anice stellato e cannella.

Prezzi: 30€ al kg.

 

 

Pasticceria De Bellis (campo de’ fiori)

Le colombe di Andrea De Bellis si distinguono per la morbidezza e il profumo. Il segreto?

Certamente l’impasto, preparato con farina 00 del Molino Quaglia, uova fresche, canditi di agrumi di Sicilia, lievitazione a doppio impasto, vaniglia in bacche di Tahiti.

Due sono le versioni proposte: tradizionale e con scaglie di cioccolato fondente, entrambe elegantemente avvolte in una confezione raffinata e super chic.

Infine, per i più golosi sono disponibili anche uova al cioccolato e dolci pasquali come la pastiera.

Prezzo: 32€ al kg.

 

 

 

 

 

Dove fare merenda a Roma

Dove fare merenda a RomaDove fare merenda a Roma

La capitale per eccellenza della merenda pomeridiana, si sa, è Londra, con il suo ricco afternoon tea a base di leccornie sia dolci che salate.

Tuttavia, anche la capitale italiana offre interessanti merende da gustare a metà pomeriggio: te, infusi, tisane e cioccolate calde da accompagnare con fette di torta, biscotti da pasticceria, mini tramezzini, ecc.

Dove?? Ecco la mia lista su Dove fare merenda a Roma !

 

 

 

Dolce (Via Tripolitania, Quartiere Africano)

Un ristorante alla moda, nel cuore del quartiere africano, molto frequentato dai giovani e perfetto per una serata tra amici o per festeggiare un evento speciale.

Il locale, oltre ad essere specializzato nella preparazione di dolci “espressi”, propone una vasta offerta di secondi piatti che spaziano dalla cucina americana (come il salmon burger) a quella giapponese (come i california roll), passando per steak and lobster, insalatone miste, ecc.

Le porte del ristorante sono aperte dall’ora di pranzo fino a tarda serata e, nei pomeriggi invernali, potrete gustare una calda merenda a base di dolci espressi, biscotti, lievitati, accompagnati da una selezione di te Kusmi tea e di cioccolate calde.

Le torte migliori? La cheesecake alle fragole e la mini millefoglie con cioccolato bianco e frutti rossi.

Il prezzo non è modico (20€ la formula merenda) ma vale la pena concedersi qualche lusso una volta ogni tanto… giusto?!

 

 

 

Babington’s Tea Room (Piazza di Spagna)

Una sala da te in stile vittoriano, proprio accanto alla scalinata di Trinità dei Monti, inaugurata nel 1893.

Qui potrete gustare il vero afternoon tea inglese: sandwich freschi, muffin con prosciutto e formaggio, scones con burro e marmellata di fragole, Victoria sponge cake e altre fette di torta a scelta.

Il tutto, accompagnato da un’ampia selezione di te e miscele Babington’s.

Andare da Babington’s significa concedersi una merenda raffinata ed elegante, assaggiando leccornie fatte in casa con prodotti di prima qualità e servite da uno staff assolutamente impeccabile.

Prezzo: 35€ l’afternoon tea, 16€ solo te e pasticcini.

 

 

 

Fiorditè (Via Tuscolana, 92)

Una sala da te a pochi passi dalla famosa piazza dei Re di Roma, dove potrete degustare pregiati tè e infusi provenienti da tutto il mondo, comodamente seduti in giardino.

La carta dei tè è ampia e include tè verdi, tè neri, tè rossi, tè bianchi, tè gialli, wulong, Pu’ehr, provenienti dall’India, Ceylon, Sri Lanka, Giappone, Cina, Taiwan.

Il mio preferito? Il tè “Passeggiata nel bosco”, una miscela di tè indiano biologico, proveniente da commercio equo e solidale con aromi naturali di frutti rossi, pezzi di fragole e lamponi.

Per i dolci, potete scegliere tra fette di torte del giorno, fatte in casa, muffin, brownies, crumble di mele, scones, cheesecake, biscotti, ecc.

Per i golosi, consiglio di assaggiare la cioccolata calda in tazza, preparata con cacao dell’Ecuador e disponibile nelle varianti speziata, piccante, bianca, aromatizzata (al caffè, alla nocciola, alla menta, ecc).

Prezzi: max 10€ per una merenda “sostanziosa”.

 

 

 

Dove fare merenda a Roma

Makasar (Via Plauto, Borgo Pio)

Una sala da tè in stile etnico, Dove fare merenda a Roma diventerà un’esperienza orientale.

Un locale piccolo, intimo e accogliente, con luci soffuse e una fontana zen che invita da subito a dimenticare il frenetico tran tran della capitale..

una vera e propria oasi di relax a due passi dal Vaticano.

Il menu offre più di 250 tipi diversi di tè, infusi e tisane provenienti da tutto il mondo, da accompagnare con tartine salate, torte fatte in casa e pasticcini da tè.

Le mie preferite? La torta di mele, noci e cannella.. sembra quasi quella della nonna!

Prezzi: 10€ tè e fetta di torta.

 

 

Dove fare merenda a Roma

Il sogno nel cassetto (Largo di Villa Bianca, Quartiere Africano)

Le proprietarie definiscono questo locale una “Boutique del tè e del cioccolato”, un luogo nato per regalare momenti di pace e relax ai clienti.

Il menu offre tè, tisane e infusi provenienti da tutto il mondo, nonché leccornie di cioccolato artigianale, muffin, biscotti e marmellate di prima qualità.

La cioccolata calda è preparata con cioccolato fondente al 70% Valrhona, latte fresco e un goccio di panna liquida, senza grassi e addensanti.

Molto buoni i brownies, i biscotti kosher de “Il mondo di Laura” (un piccolo laboratorio di pasticceria che sforna biscotti fantastici, senza grassi animali, venduti anche da Eataly!), i biscotti da tè dell’azienda la “Via del tè” di Firenze, le marmellate siciliane dell’azienda “Colle Vicario” di Ribera, ecc.

Prezzo: tè e dolce 10€.

 

 

 

Dove fare merenda a Roma

Bakery House (Corso Trieste e Ponte Milvio e Eur)

Due sedi per questa pasticceria di chiaro stampo “made in USA” che, in poco tempo, hanno conquistato la capitale.

Non appena entrerete in entrambi i locali, verrete catapultati nell’atmosfera delle bakeries americane degli anni ’50.

Pareti dai colori pastello e un bancone ricolmo di torte, muffin e biscotti fatti in casa e sfornati quotidianamente….

Aperti da colazione a tarda sera, il momento migliore per recarsi da Bakery House è il brunch o la merenda, per gustare tè, cioccolate calde e leccornie varie.

Il menu propone una selezione di 15 tè, infusi e tisane, da accompagnare con biscotti e fette di torta disponibili anche nella variante senza glutine.

I miei preferiti? I cookies con gocce di cioccolato fondente, gli shortbread, il brownies e la carrot cake, una delle migliori mai mangiate in vita mia!

La carrot cake è quasi paragonabile quasi a quella di Junior’s a New York.

Prezzi: 3,50€ il tè, 3-4,50€ per le fette di torta, 2,50€ i muffin.