Crea sito

cristalli di zucchero roma

Dove mangiare i dolci di carnevale a Roma

Dove mangiare i dolci di carnevale a Roma
Dove mangiare i dolci di carnevale a Roma

Dove mangiare i dolci di carnevale a Roma

Carnevale non è sinonimo solo di scherzi e maschere ma anche di dolci, tanti dolci!

I classici? Frappe e castagnole, rigorosamente fritti in olio di girasole, non unti, croccanti e ricoperti di granella di zucchero.

Nella mia regione, in Abruzzo, a Carnevale si preparano solo le frappe ma qui a Roma ho scoperto le castagnole: soffici bombette vuote o ripiene di crema pasticcera o ricotta.

Non fidatevi: non dappertutto troverete frappe e castagnole degne di questo nome! I migliori indirizzi? Eccoli qua!

Antico Forno Roscioli

Nel cuore di Trastevere, vicino Campo de’ Fiori, l’Antico Forno Roscioli è una calamita per coloro che amano i prodotti da forno: pizze, dolci, ciambelloni, focacce, tutto preparato con ingredienti di prima qualità e sfornato giornalmente.

Nel periodo di carnevale, qui potrete assaggiare le frappe (fritte come da tradizione o al forno) e le castagnole, semplici, ripiene con ricotta e crema pasticcera oppure imbevute al rum e all’alchermes, una vera bontà!

 

 

Andreotti

Una pasticceria storica in zona Ostiense, famosa per i suoi maritozzi vuoti o farciti con panna montata sempre fresca.

Nel periodo del carnevale, qui potrete trovare frappe fritte o al forno, semplici o arricchite con varianti deliziose come miele e cannella, miele e pinoli, miele e pistacchio, glassa di cioccolato.

Per i più ghiotti, non perdete le castagnole, vuote o ripiene con ricotta e nutella o, addirittura, crema al pistacchio.

 

 

 

Regoli

Una pasticceria storica a due passi dalla Basilica di Santa Maria Maggiore all’Esquilino, molto nota per i suoi maritozzi e i cornetti sfornati quotidianamente.

Qui troverete frappe e castagnole fritte esclusivamente in olio di girasole, non unte, croccanti e gustose.

Le castagnole sono disponibili vuote o ripiene di crema, ricotta e cioccolato… Dei veri piccoli peccati di gola!

Un consiglio: non fatevi spaventare dalla fila al bancone nel fine settimana. L’attesa sarà ben ripagata!

 

 

Bompiani

Una pasticceria da sempre sinonimo di bontà e dolcezza, tutto preparato dalle sapienti mani di Waletr Musco.

Una sicurezza per gli abitanti del quartiere Ardeatino, ma anche per chi decide di far qualche chilometro per assaggiare queste leccornie.

Da Bompiani troverete frappe croccanti, leggere, non unte, come pure castagnole classiche o ripiene di ricotta e crema pasticcera.

 

 

 

Nero vaniglia

Una pasticceria aperta da pochi anni ma diventata subito un punto di ritrovo nel quartiere Ostiense.

L’unione perfetta tra la simpatia del personale e la bontà dei dolci, dal sapore autentico e prelibato, preparati con ingredienti sani e genuini.

Oltre ai dolci da colazione, i cornetti fragranti, le torte sfornate giornalmente, pasticceria fresca e adatta anche a celiaci e vegani, nel periodo di carnevale qui troverete frappe al forno o fritte esclusivamente in olio di girasole, castagnole vuote, bignè di carnevale farciti con crema e ricotta, zeppole di carnevale, ecc.

 

 

 

 

Se siete in zona San Giovanni e avete voglia di dolci carnevaleschi, recatevi da Cipriani (un biscottificio aperto dal 1906 dove troverete le frappe e le castagnole preparate secondo la ricetta della nonna) o da Napoleoni (storica pasticceria dove troverete le frappe preparate anche in versione gluten free).

Se invece siete in zona Nomentano, allora fate un pit stop da Romoli (in Viale Eritrea) o da Marinari (su Corso Trieste), le due pasticcerie da sempre sinonimo di qualità e dolcezza nel quartiere.

 

 

 

 

 

 

 

Dove mangiare i migliori maritozzi di Roma

Dove mangiare i migliori maritozzi di Roma

Dove mangiare i migliori maritozzi di Roma

La città eterna non è famosa solo per la Carbonara e l’Amatriciana, e no!

Come si può non citare il mitico maritozzo?!?

La morbida brioche ripiena di panna montata, arricchita di uvetta e scorze d’arancia… Semplicemente irresistibile!

Il nome maritozzo si deve al fatto che la tradizione vuole che i fidanzati regalassero questa brioche alla loro fidanzata il primo venerdì di marzo, l’odierno San Valentino.

Il momento migliore per divorare un maritozzo? A colazione o a fine serata, proprio prima di rientrare a casa.

Ma un maritozzo vale l’altro? Assolutamente no!

Ecco a voi la mia classifica dei migliori maritozzi di Roma, in versione “diurna” e “notturna”..

 

 

Cristalli di zucchero, in via Valtellina (Monteverde) e in zona Circo Massimo

Un indirizzo da segnare assolutamente nella vostra agenda, perfetta per una colazione domenicale in zona Circo Massimo.
Il maritozzo è realizzato con olio extravergine di oliva e a lunga lievitazione (ben 72 ore!), morbido e non eccessivamente dolce.
Ultimata la cottura, il maritozzo viene ricoperto con una leggera glassa all’arancia oppure lasciato nella sua versione originale, da gustare vuoto o farcito con panna montata o crema pasticcera.
Oltre al maritozzo, la pasticceria è una vera leader nella produzione di tutti i lieviti: cornetti (il migliore? Farcito con crema e marmellata), fagottini al cioccolato o alla crema, danesi, girelle, parigine, ventagli.

 

 

Dove mangiare i migliori maritozzi di Roma

 

 

Forno Mosca, in Via Candia (zona San Pietro)

Un forno storico, famoso per la pizza bianca da farcire con la mortazza, la pizza romana preparata con un impasto a lunga lievitazione, ma anche dolci, tra cui bigné, crostatine e i mitici maritozzi.

Questi ultimi sono prodotti con ingredienti pregiati: lievito naturale, farina semintegrale, burro di alta qualità.

I maritozzi hanno il sapore di una volta, sono freschi, morbidi, gustosi, ottimamente lievitati, serviti alla papalina  (senza panna ma con zucchero e uvetta) assolutamente degni di nota.

 

 

Pasticceria Romoli, in Viale Eritrea (quartiere africano)

La pasticceria più famosa del Quartiere Africano, dove faticherete a entrare il sabato e la domenica mattina.

La pasticceria Romoli è famosa per due prodotti: il profiteroles e i maritozzi.

Il maritozzo viene servito in tre varianti (vuoto, con panna, con cioccolato) ma, quello con la panna (fresca e rigorosamente montata a mano) è considerato, da molti, il migliore di Roma.

Tra i fan del maritozzo firmato Romoli, ci sono celebrities come Sergio Castellitto, Nanni Moretti e Liza Minnelli.

 

 

 

Pasticceria Regoli, in via dello Statuto 60 (zona Esquilino)

Pasticceria storica del quartiere Esquilino, aperta dal 1916 da Umberto Regoli e sua moglie, e oggi gestita dalla terza generazione.

Al bancone regnano i grandi classici: crostate, millefoglie, genovese con cioccolato o crema pasticcera, torte con la frutta, bignè e, infine, i maritozzi.

Qui il maritozzo è celestiale, morbido, ben lievitato, servito semplice (vuoto, con uvetta e pinoli) oppure spaccato a metà e farcito con panna montata fresca, una vera delizia!

 

 

 

Pasticceria Andreotti (Ostiense)

Una delle pasticcerie storiche di Roma, aperta dal 1931 e premiata dal Comune di Roma come “Negozio di Interesse Storico”, famosa per le torte e i lieviti.

A colazione l’offerta è ampia e c’è solo l’imbarazzo della scelta: cornetti (farciti o meno), maritozzi con panna normali o mignon, bombe alla crema o al cioccolato, crostatine, biscotti, ciambelle, brioche, fagottini, danesi, veneziane e ventagli, ma anche fette di ciambellone  e tortine di pasta frolla ripiene di crema o di marmellata.

I maritozzi sono semplicemente fantastici, morbidi, digeribili e ripieni di panna montata fresca di ottima qualità.

 

 

Panificio Bonci

Il Dio dei lievitati, Gabriele Bonci, famoso per il pane e la pizza, prepara con le sue sapienti mani maritozzi strepitosi, digeribili, arricchiti con canditi e pinoli, e farciti al momento con panna montata fresca.

I maritozzi sono davvero buoni, dolci al punto giusto, soffici e, chiaramente, altamente digeribili.

 

 

 

E se avete voglia di maritozzo a fine serata?

Correte da “Il maritozzaro” a Trastevere, dove i fratelli Agostini preparano leccornie dal 1960.

Il maritozzo qui è una piccola opera d’arte, realizzata in vari formati: piccolo, maxi, vuoto, farcito con panna montata o altre creme a scelta.

L’impasto è soffice, ben lievitato, fragrante, dolce al punto giusto.

La panna (rigorosamente fresca) viene montata al momento e il maritozzo farcito espresso…

Cosa si può volere di più??

 

 

 

Se siete in zona Colosseo, fate un breve pit stop da “L’Antica Cornetteria“, aperta 24 ore su 24, molto frequentata di notte e con un’ampia offerta di dolci (cannoli, bombe, maritozzi, cornetti) e salati (buone le pizze, le focacce e i supplì).

I maritozzi sono morbidi, profumati, preparati con margarina vegetale al posto del burro, serviti vuoti o ripieni di panna fresca.

A Ponte Milvio trovate “Cornetto Imperiale“, dove il maritozzo è preparato senza burro (sostituito da margarina vegetale naturale), senza lattosio (e quindi perfetto anche per gli intolleranti), altamente digeribile e a ridotto contenuto di grassi: quest’ultima affermazione è vera, chiaramente, solo nel caso in cui scegliate il maritozzo vuoto.

Ma come potete rinunciare alle mille varianti di ripieno offerte? Panna montata, panna allo zabaione, crema di pistacchio, nutella… mmm…

 

 

Le migliori colazioni di Roma

Le migliori colazioni di Roma

Quando ci si reca al bar per fare colazione, non ci si può limitare a varcare la porta del primo bar incontrato sulla strada e fare la vostra ordinazione.

Eh no!

Ci sono alcune regole da rispettare: il cappuccino deve essere perfettamente montato e con il giusto mix latte-caffè, mentre il cornetto deve essere fresco, burroso, sfogliato, non eccessivamente dolce e chiaramente farcito (quasi fino a esplodere).

Dove recarsi?

Ecco la lista delle mie colazioni romane preferite.. a voi la scelta!

 

Le levain – Trastevere

Una piccola boulangerie nel cuore di Trastevere, in via Luigi Santini, dove potrete fare colazione con cappuccino schiumoso e cornetto preparato in perfetto stile francese, burroso e friabile, vuoto o farcito con creme spalmabili (deliziosa la crema al pistacchio), oppure frolle, sfoglie, eclairs, ecc.

Gli ingredienti usati sono freschi e di prima qualità: farine biologiche macinate a pietra del Molino Quaglia, burro Pamplie, lievito madre, cioccolato Callebaut.

Il risultato? Croissant perfetti, deliziosi, una vera tentazione!

I prezzi? Caffè e cornetto 2,10€.

 

 

Pasticceria Sal De Riso – Via di Santa Costanza (quartiere Trieste)

Il fiore all’occhiello della pasticceria amalfitana, un locale moderno e informale dove potrete fare colazione al banco o comodamente seduti ai tavolini fuori e dentro il locale.

L’offerta di lieviti è ampia: saccottini, girelle, pain au chocolat, cornetti semplici, integrali e anche vegan, tutti con farcibili al momento con creme, miele e confetture.

Oltre a questi, potrete scegliere anche le prelibatezze tipiche della pasticceria partenopea, come il babà (vuoto, al limoncello, al rhum), la delizia al limone, la savarin all’arancia, la sfogliatella, ecc.

Gli imperdibili? Il pasticciotto con crema pasticcera e visciole, il cornetto integrale al miele e anche il cornetto vegan, semplicemente delizioso.

I prezzi? Cappuccino e cornetto 2€.

 

 

Severance – Via Eurialo (Furio Camillo)

Croissant in puro french style burrosi e friabili, girelle, viennesi e pain au chocolat vi accoglieranno in questo piccolo bistrot in zona Furio Camillo.

Il segreto della bontà dei croissant? Il burro Pamplie da pasticceria AOP, senza dubbio, ma anche il tempo di riposo di 24 ore e la lievitazione di 24 ore.

I croissant possono essere farciti con vari tipi di creme (al cioccolato, al lemon curd, alla vaniglia del Madagascar) ma, la mia preferita, è senza dubbio la girella al pepe verde e granella di mandorle, una vera chicca di sapore e gusto.

I posti a sedere sono pochi (non più di una decina), l’atmosfera è accogliente e informale, il servizio veloce e cortese.

I prezzi? Caffè e croissant 2,10€.

 

 

Cristalli di zucchero – Circo Massimo

Una delle migliori pasticcerie della capitale dove rimarrete sicuramente a bocca aperta davanti all’ampia selezione di semifreddi, torte, mignon e profiteroles esposti in vetrina.

Per colazione, non potete assolutamente perdere i cornetti sfornati quotidianamente e preparati con ingredienti freschi e di prima qualità, i maritozzi (con e senza panna), preparati con olio extravergine d’oliva, le brioche (preparate con lievito madre e uova freschissime) e i croissant francesi (burrosi e friabili, realizzati con lievito liquido nell’impasto), le sfoglie e le veneziane.

Il mio preferito? Il fagottino farcito con crema e visciole, una vera delizia.

I prezzi? Caffè e cornetto 2€.

 

 

Pasticceria Bompiani – Appia

I cornetti di questa pasticceria vanno letteralmente a ruba: non è raro entrare domenica mattina alle 11 e trovare il banco vuoto o con poca scelta.

Il segreto? La scorza d’arancia candita tritata e inserita nell’impasto a base di farina, uova, burro e vaniglia bourbon. Una vera chicca che rende il cornetto di Bompiani uno dei preferiti dai palati romani.

Se non riuscite a trovare il cornetto, allora buttatevi sulle code d’aragosta napoletane, le sfoglie, le bombette alla crema, i danesi, le girelle, i saccottini.

I prezzi? Caffè e cornetto 1,90€.

 

 

La portineria – Porta Pia

Una ex galleria d’arte trasformata in una piccola pasticceria accogliente e ben arredata, nei pressi di Porta Pia, dove potrete gustare cornetti freschi sfornati quotidianamente (anche in versione vegan), crostate, fagottini, saccottini, ventagli e danesi.

Gli ingredienti usati sono tutti freschi e di prima qualità: lievito madre, burro e farine italiane macinate a pietra, marmellate e confetture biologiche, ecc.

I bestseller? Il cornetto ripieno di crema pasticcera e il fagottino al cioccolato.

I prezzi? Caffè e cornetto 2€.

 

 

Roscioli Café – Trastevere

In piazza Benedetto Cairoli, il Roscioli Café colpisce per la pasticceria tradizionale, i mignon, i maritozzi e le altre leccornie esposte sul bancone.

Il cornetto è spettacolare, preparato con l’aggiunta di miele, vaniglia Tahiti, scorza d’arancia e limone nell’impasto, una vera prelibatezza!

Se non volete assaggiare il cornetto, allora optate per i mignon, i pasticcini alla frutta, i pain au chocolat, i saccottini, e non rimarrete sicuramente delusi.

I prezzi? Caffè e cornetto 2,20€.

 

 

Santi Sebastiano e Valentino (quartiere Trieste)

In via Tirso, Santi Sebastiano e Valentino è una piccola boulangerie dove rimarrete impressionati dalla quantità di pani esposti (ben 16 tipi), dalle torte e le delizie preparate per la colazione.

Un piccolo locale caldo, accogliente e ben arredato, dove potrete fare colazione in totale relax.
Cornetti, lievitati, biscotti, sfoglie, ventagli, danesi, fagottini, crostate, tutto ottimo e preparato con ingredienti freschi e di qualità.

I prezzi? Caffè e cornetto 2,30€, decisamente troppo ma nella media della zona.

 

 

Tornatora – Tuscolana

Una pasticceria storica nel quartiere Tuscolano, da sempre gestita dalla famiglia Tornatora, che prepara mignon e torte secondo la ricetta tradizionale.

I dolci sono fantastici, sempre freschi e preparati con ingredienti di prima qualità.

A colazione potete scegliere fra cornetti friabili e burrosi, vuoti o ripieni, brioche fragranti, bomboloni soffici, veneziane con la crema, ventagli, maritozzi con e senza panna, biscotti, crostate, saccottini, danesi, ecc.

Il rischio di rimanere a pancia vuota è veramente basso!

I prezzi? Caffè e cornetto 2€.