cioccolato Perugina

Biscotti mascarpone e cioccolato bianco

Biscotti mascarpone e cioccolato bianco
Biscotti mascarpone e cioccolato bianco

Biscotti mascarpone e cioccolato bianco

Questi biscotti sono una vera delizia: morbidi dischi di pasta frolla farciti con una crema di mascarpone e cioccolato bianco, un’autentica bontà!

La ricetta originale, suggeritami da una cara amica, prevede l’aggiunta di scaglie di cocco nella crema ma io l’ho omessa (non avevo il cocco a disposizione e non volevo rinunciare a preparare ugualmente questi biscottini per la merenda).

E voi che dite: fate la ricetta originale o la mia rivisitazione??

 

 

Ingredienti:

200 gr di farina 00
100 gr di burro
50 gr di zucchero di canna
1 uovo
1 bustina di vanillina
150 gr di mascarpone
30 gr di cioccolato bianco
20 gr di zucchero a velo
2 cucchiai di latte

 

 

Procedimento:

Iniziare preparando la crema al mascarpone e cioccolato bianco.
Sciogliere il cioccolato in un pentolino a bagnomaria o nel microonde (2 minuti alla max potenza).
In una ciotola, unire lo zucchero a velo con il mascarpone, quindi aggiungere il cioccolato bianco sciolto e due cucchiai di latte.
Mescolare delicatamente e, quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati, riporre la crema in frigorifero e passare alla preparazione dei biscotti.
In una ciotola, unire la farina, la vanillina e lo zucchero.
Aggiungere il burro a temperatura ambiente e l’uovo e cominciare ad impastare energicamente per ottenere una palla elastica ed omogenea.
Avvolgere la palla nella pellicola e lasciarla riposare in frigorifero per almeno 1 ora.
Dopo 1 ora, riprendere la palla di impasto dal frigorifero e stenderla su una spianatoia con l’aiuto di un matterello.
Con un coppapasta (o una tazzina da caffè), ritagliare delle formine dalla sfoglia di pasta.
Rivestire una teglia di carta forno e adagiarvi le formine di pasta.
Preriscaldare il forno a 180 gradi.
Cuocere in forno caldo a 180 gradi per 10-15 minuti, fino a doratura.
Sfornare i biscotti e lasciarli raffreddare su una gratella.
Una volta freddi, farcire i biscotti con la crema al mascarpone e cioccolato bianco e richiuderli come un “sandwich”.
Servire subito i Biscotti mascarpone e cioccolato bianco oppure conservarli in un contenitore ermetico per 2-3 giorni.

Fudge

Fudge
Fudge

Fudge

Il Fudge è un dolce della tradizione inglese e americana, dove viene preparato in tantissime varianti, in base alla fantasia dello chef.

Cioccolato al latte, cioccolato bianco, caramello, frutta secca, nocciole, mandorle, aromi, spezie (es. cannella, anice stellato, ecc.) ecc.

In sostanza, si tratta di cioccolatini facili da realizzare, senza cottura, senza stampo (i cioccolatini vengono fatti solidificare in una teglia e poi tagliati a cubotti con un coltello da cucina, come i brownies), economici (servono solo tre ingredienti: cioccolato, latte condensato e burro), e ideali per essere gustati davanti a un film o come dessert dopo cena.

Per questa ricetta ho combinato il cioccolato fondente al 75% e il cioccolato al latte, ma voi potete usare esclusivamente l’uno o l’altro (anche il cioccolato fondente classico, se lo preferite), in base ai vostri gusti.

 

Ingredienti per 10 cioccolatini:

80 gr di cioccolato fondente (io ho usato la tavoletta di cioccolato fondente al 75%)
30 gr di cioccolato al latte
100 gr di latte condensato
10 gr di burro

 

Procedimento:

In un pentolino, sciogliere a fuoco basso il cioccolato al latte, il cioccolato fondente e il burro.

Mescolare bene con un cucchiaio di legno per amalgamare il composto.
Quando il cioccolato sarà sciolto, spegnere il fuoco, aggiungere il latte condensato.

Mescolare bene per ottenere un composto liscio e privo di grumi.
Trasferire il composto ottenuto in uno stampo (io ho usato un contenitore di alluminio per 4 porzioni, ma voi potete usare anche una teglia da forno o un contenitore di plastica).

Livellare bene su tutti i lati.

Coprire con la pellicola e riporre in frigorifero per almeno 3 ore, in modo che il cioccolato diventi solido.
Dopo 3 ore, trasferire il composto su un tagliere e affettarlo con un coltello da cucina, in modo da ottenere dei cubotti.
Infine, servire i Fudge freddi, magari accompagnati da una tazza di the o di caffè.

Torta messicana

Torta messicana
Torta messicana

TORTA MESSICANA

Una torta cioccolatosa, avvolgente, conturbante, con una nota di peperoncino che conquista il palato e accende i sensi.

All’apparenza può sembrare una banale ciambella al cioccolato fondente ma, al primo morso, rimarrete conquistati dal retrogusto del peperoncino piccante, e sarete ancor più deliziati se ricoprirete la torta con una glassa di cioccolato al peperoncino, pura libidine! Inoltre, c’è chi sostiene che la combinazione “cioccolato-peperoncino” abbia effetti afrodisiaci: che ne dite di fare da cavie??!

Ingredienti:

120 gr di farina 00

75 gr di cioccolato fondente

65 ml di latte (intero o scremato, come preferite)

60 gr di dolcificante (io ho usato la Stevia) o zucchero semolato/di canna, in base ai vostri gusti

60 ml di olio extravergine di oliva

1/2 cucchiaino di peperoncino tritato

1/2 cucchiaino di lievito per dolci

un pizzico di sale

Una tavoletta di cioccolato al peperoncino (facoltativa, serve per la glassa. Io ho usato la tavoletta Excellence Peperoncino Lindt)

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 170°C gradi.

Sciogliere il cioccolato in un pentolino a bagnomaria, poi aggiungervi il latte e mescolare bene.

Aggiungere il peperoncino macinato, mescolare poi, quando il cioccolato sarà sciolto completamente, togliere il pentolino dal fuoco e far raffreddare.

In una ciotola unire la farina, il lievito, un pizzico di sale.

Quando il cioccolato si sarà raffreddato, versare il composto in una ciotola e aggiungervi anche il dolcificante e l’olio.

Unire ora la ciotola con la farina a quella con il cioccolato e mescolare bene per amalgamare tutti gli ingredienti.

Versare il composto in uno stampo in silicone (o foderare una teglia con carta da forno) e cuocere la torta in forno caldo per 30 minuti.

Sfornare e far raffreddare.

Sciogliere il cioccolato al peperoncino in un pentolino a bagnomaria poi versare la salsa ottenuta sulla torta e far raffreddare, in modo che solidifichi e crei una glassa.

Servire la Torta messicana intera o tagliata a fette.

Cioccolata calda

Cioccolata calda
Cioccolata calda

Cioccolata calda

Per Natale mia zia, conoscendo bene i miei gusti e le mie passioni, mi ha regalato una cioccolatiera: eh si, un’idea molto apprezzata, soprattutto perché accompagnata da due belle sfoglie di cioccolato pregiato, pronte per finire in tazza! Del resto, chi non ama il cioccolato?? Per me è una droga, il modo perfetto per risollevare il morale dopo una faticosa giornata di lavoro o nei momenti difficili.

Oggi avevo voglia di una merenda “lussuriosa”, pronta a mettere alla prova le dure ore di allenamento in palestra, e ho deciso di testarla. Il risultato?!? Un dessert peccaminoso e decisamente romantico, perfetto per questa giornata uggiosa!

Io ho aggiunto un pizzico di cannella in polvere ma voi potete ometterla o sostituirla con un pizzico di peperoncino piccante o di anice stellata (se usate il cioccolato bianco, potreste aromatizzarlo con frutta secca tritata, come pistacchi e mandorle). Che ne dite? Mi fate compagnia??

Vi consiglio di accompagnare la cioccolata calda con ciuffi di panna fresca montata (come si fa nelle cioccolaterie e/o caffetterie) e biscottini al burro, perfetti da inzuppare nella bevanda.

Ingredienti per 1 tazza:
1 tavoletta di cioccolato (io ho usato il fondente al 70% ma voi potete usare quello più di vostro gusto, ad esempio al latte, bianco)
1 cucchiaio di zucchero di canna (opzionale)
Un pizzico di cannella in polvere (opzionale)

Cioccolata calda
Cioccolata calda

Procedimento:
Tagliare il cioccolato a pezzetti non troppo piccoli e metterli nella cioccolatiera.
Accendere la candela e aspettare che il cioccolato cominci a sciogliersi, mescolando di tanto in tanto per velocizzare il processo.
Quando il cioccolato sarà completamente sciolto, spegnere la candela e versare il cioccolato nella tazza.
Aggiungere un cucchiaio di zucchero di canna e un pizzico di cannella in polvere e mescolare bene per amalgamare gli ingredienti.
Servire subito, magari insieme a dei biscottini al burro o al cioccolato.

Gelato alla stracciatella

Gelato alla stracciatella
Gelato alla stracciatella

Gelato alla stracciatella

Da piccola, il mio gelato preferito era il cono con cioccolato, stracciatella e panna montata: un classico!

Cioccolato a go go! Poi sono cresciuta e ho abbandonato la stracciatella per preferire altri gusti come il pistacchio, il variegato all’amarena, la vaniglia, ecc.

Oggi però, spulciando sul web alla ricerca di ricette per preparare gelati in casa, ho trovato questa del gelato alla stracciatella e non ho saputo resistere: cioccolato, latte, panna e zucchero.

Voi sareste in grado di rifiutare?!?

Il gelato alla stracciatella fu creato negli anni ’60 da Enrico Panattoni nella gelateria bergamasca “La Marianna”, a base di una crema di fiordilatte arricchita con pezzi di cioccolato fondente (Perugina nella versione originale) tagliati grossolanamente.

 

 

Ingredienti:

250 ml di panna fresca
450 ml di latte fresco
2 tavolette di cioccolato fondente (io ho usato il fondente all’80%)
130 gr di zucchero

 

 

Procedimento:

Riporre la ciotola che userete per il gelato in freezer per almeno 2 ore, in modo che sia ben fredda quando andrete a usarla.

Tagliare il cioccolato in scaglie, oppure tritarlo con un mixer, in base alla vostra comodità.

In una ciotola, mescolare lo zucchero con il latte e la panna.

Versare il composto in un pentolino e scaldarlo senza arrivare ad ebollizione.

Mescolare di continuo per ottenere un composto spumoso.

Quando il composto sarà ben caldo, spegnere la fiamma e farlo raffreddare a temperatura ambiente.

Quanto il composto sarà completamente freddo, trasferirlo bella ciotola messa precedentemente in freezer.

Riporre tutto in freezer per 30 minuti.

Dopo 30 minuti, riprendere il composto e mescolarlo con una spatola o con un frullatore, in modo da rompere tutti i cristalli di ghiaccio formatisi.

Aggiungere anche il cioccolato tritato poi rimettere la ciotola in freezer e, dopo 30 minuti, ripetere la stessa operazione.

Ripetere questo passaggio per 5-6 volte, fino ad ottenere un gelato cremoso.

Servire il gelato da solo oppure con delle cialde, ciuffi di panna fresca, topping al cio

Cioccolato fondente a dieta

Cioccolato fondente a dieta
Cioccolato fondente a dieta

Cioccolato fondente a dieta

 

Quando si parla dieta, tutti pensiamo ad eliminare subito il cioccolato sotto qualsiasi forma, dalle barrette

alle merendine, passando per le torte e le beneamate tavolette.

In realtà, la scienza dimostra che il cioccolato, oltre ad avere effetti terapeutici sul nostro umore con il cd.

ormone della felicità (la serotonina), contribuisce anche a ridurre il colesterolo cattivo (LDL) grazie alla

presenza di antiossidanti, riduce la pressione arteriosa ed è ricco di minerali.

Inoltre il cioccolato fondente è adatto anche a chi soffre di glicemia alta perché le sostanze in esso

contenute contribuiscono a ridurre la resistenza all’insulina e l’infiammazione sistemica, annoverate tra

le cause di rischio delle malattie cardiometaboliche.

 

 

Quanto cioccolato mangiare e quando?

 

Per non rischiare di ingrassare, è consigliabile mangiare non più di 50 gr al giorno e soprattutto mai a

digiuno (onde rischiare un’impennata della glicemia).

E’ consigliato mangiare cioccolato a metà mattina o a metà pomeriggio, quando il metabolismo è ancora

sufficientemente attivo per consumare le calorie assunte (quindi, mai la sera).

Ma quale cioccolato scegliere?

 

Senza dubbio, il cioccolato fondente almeno al 65% e ma quello al latte o addirittura il cioccolato bianco

perché ricchi di zuccheri aggiunti, aromi artificiali, zuccheri e additivi.

Da qualche tempo ho cominciato a sperimentare varie tipologie di cioccolato fondente e tra i miei preferiti

c’è il cioccolato fondente al 99% di Lindt, dall’aroma intenso e deciso, preparato con pasta di cacao,

cacao magro, burro di cacao, zucchero grezzo di canna, e con solo 1 gr di zuccheri per 100 gr di prodotto.

L’apporto calorico è di 590 kcal/100 gr.

 

Per i very chocolate-addicted c’è anche il fondente 100% Lindt, preparato solo con tre ingredienti (pasta

di cacao, burro di cacao, cacao magro), senza zuccheri ma con un apporto calorico leggermente superiore

al fondente 99% (618 kcal/100 gr).

 

Un altro cioccolato che mi ha conquistato è il Fondente 100% Ecuador Bio di Venchi, preparato con cacao

biologico, senza glutine, e con un quantitativo minore di zuccheri rispetto a Lindt (0,5 gr/100 gr al posto

di 1gr/100gr).

 

Ho apprezzato anche il Fondente 95% Bagua di Vanini, dal gusto deciso e raffinato, ma con un apporto di

zuccheri più elevato (quasi il doppio) rispetto ai prodotti Lindt.

 

Non mi hanno convinto le tavolette di cioccolata vendute da Naturasi e Sorgentenatura, tutte biologiche

ma dal gusto leggermente meno deciso e coinvolgente rispetto ai precedenti.

Dunque, il Cioccolato fondente a dieta si può mangiare ufficialmente! Chiaramente, in quantità moderate

e non tutti i giorni (altrimenti, che dieta è?).

 

Mi raccomando: nella scelta, leggete sempre le tabelle nutrizionali e preferite i prodotti senza zuccheri,

senza conservanti, senza additivi e senza aroma artificiali, insomma, il più naturali possibili!

 

 

 

 

Healthy viennetta

Healthy viennetta
Healthy viennetta

HEALTHY VIENNETTA

Mio padre adora il gelato e a casa mia c’è sempre una confezione di semifreddo o di gelato, anche in pieno inverno!!

Ultimamente però il dottore ha consigliato a papà di adottare uno stile alimentare più sano per ridurre il colesterolo in eccesso ed io, per concedergli comunque un peccato di gola, ho deciso di preparargli questa Healthy viennetta, realizzata con panna vegetale di soia, dolcificante, albumi e cioccolato fondente.

Il risultato? Sicuramente meno dolce e cremoso rispetto all’originale, ma sfizioso e privo di sensi di colpa! Che ne dite, vi ho convinto?

 

 

INGREDIENTI:

500 ml di panna di soia da montare
150 gr di dolcificante Stevia
1 bustina di vanillina
1 tavoletta di cioccolato fondente (io ho usato il fondente al 75%)
3 albumi

 

 

Procedimento:

Sciogliere il cioccolato fondente in un pentolino a bagnomaria.
Rivestire una teglia di carta forno e spalmarvi il cioccolato sciolto creando uno strato molto sottile.
Riporre la teglia in freezer per 2-3 ore, in modo da far solidificare il cioccolato.
Nel frattempo, montare gli albumi a neve con un pizzico di sale e l’ausilio delle fruste.
In un’altra ciotola, montare la panna insieme al dolcificante e alla bustina di vanillina.
Aggiungere ora gli albumi a neve alla ciotola con la panna, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per evitare di smontare gli albumi.
Ora prendere uno stampo da plumcake e rivestirlo di pellicola trasparente.
Estrarre la teglia dal freezer e dividere la sfoglia di cioccolato in due parti uguali e sovrapponibili, delle stesse dimensioni dello stampo da plumcake.
Distribuire metà composto di panna e albumi sul fondo dello stampo rivestito.
Adagiare la prima metà della sfoglia di cioccolato sul composto di panna, poi ricoprire di nuovo con il composto restante e infine ricoprire con l’ultima metà di sfoglia di cioccolato.
Riporre la viennetta in freezer per 3-4 ore.
Estrarre la viennetta dal freezer qualche minuto prima di servirla.

Cubotti di ciocco-riso

Cubotti di ciocco-riso
Cubotti di ciocco-riso

Cubotti di ciocco-riso

Adoro questi Cubotti di ciocco-riso! Un dolce perfetto, che di realizza in poco tempo e senza bisogno di cottura.

I cubotti ricordano vagamente i Nippon, le merendine giapponesi in vendita al supermercato, e rappresentano una merenda perfetta per l’estate, quando fa così caldo che non si ha la minima voglia di accendere il forno.

Io ho usato il cacao amaro in polvere ma voi potete usare il cioccolato bianco, ottenendo così dei cubotti alternativi ai classici al cioccolato.

Per un sapore più deciso, potete aggiungere anche delle gocce di cioccolato fondente e, ancora, se volete rendere più “carini” i vostri Cubotti di ciocco-riso, potete decorarli con codette o confettini colorati.

Se non riuscite a reperire i marshmallows, non vi scoraggiate: sostituiteli con qualche cucchiaiata di Nutella, la quantità giusta per ottenere una crema densa nella quale mescolare i cereali al riso soffiato.

 

Ingredienti:

100 gr di burro a temperatura ambiente
30 gr di cacao amaro in polvere
300 gr di cereali al riso soffiato
150 gr di gocce di cioccolato
300 gr di marshmallows

 

 

Procedimento:

In un pentolino, sciogliere a fuoco basso il burro e il cacao amaro in polvere, mescolando di continuo per amalgamare bene gli ingredienti.
Aggiungere i marshmallows e continuare a mescolare fino a quando anche questi ultimi non si saranno sciolti.
Spegnere il fuoco e aggiungere i cereali al riso soffiato e le gocce di cioccolato, mescolando bene.
Rivestire una teglia rettangolare di carta forno.
Distribuire il composto nella teglia rivestita e lasciar rassodare per 5 minuti.
Tagliare e servire i cubotti di ciocco-riso.