carnevale di Venezia

Chiacchiere

Chiacchiere

I veneti le chiamano “Galani”, gli abruzzesi e i campani le “Chiacchiere”, i romani le “Frappe”, ma il risultato è sempre lo stesso.

Quale? Croccanti sfoglie di pasta fritte in olio di girasole o cotte al forno, servite con una spolverata di granello di zucchero o una colata di glassa di cioccolato.

 

 

 

Ingredienti per 40-50 chiacchiere:

500 gr di farina 00

1 limone

70 gr di zucchero semolato

50 gr di burro

30 ml di grappa

3 uova medie

1 bustina di lievito in polvere per dolci

1 bustina di vanillina

un pizzico di sale fino

 

 

Procedimento:

Lavare il limone e grattugiarne la scorza.

Disporre la farina a fontana su una spianatoia, facendo un buco al centro.

Rompere le uova e versarle in una ciotola.

Aggiungere il burro tagliato a tocchetti, lo zucchero semolato, la vanillina, la scorza grattugiata del limone, il lievito in polvere per dolci e mescolare con una forchetta.

Una volta sciolti lo zucchero e il burro, trasferire il composto nel buco al centro della farina e cominciare a impastare con le mani.

Lavorare l’impasto fino ad ottenere un panetto omogeneo ed elastico.

Stendere la sfoglia sulla spianatoia infarinata con l’aiuto di un mattarello.

Ricavare dei rettangoli dalla sfoglia con una rotella dentata, oppure usando un coltello e praticando incisioni a zig zag.

Fare due tagli con il coltello al centro di ogni chiacchiera.

Ora, se volete friggere le chiacchiere, riempite una pentola di olio di semi di girasole e, quando sarà bollente, tuffatevi le chiacchiere e cuocete fino a doratura.

Se invece volete cuocere le chiacchiere al forno, adagiatele su una teglia rivestita di carta forno e cuocete in forno preriscaldato a 180 gradi per 10 minuti, fino a doratura.

In entrambi i casi, servire le chiacchiere fredde, cosparse di granella di zucchero o di zucchero a velo.

 

 

Come festeggiare San Valentino 2020

Come festeggiare San Valentino 2020

Come festeggiare San Valentino 2020

Quest’anno San Valentino cade di venerdì e quindi è perfetta per festeggiare con un romantico week-end fuori porta tra coccole e abbracci.

Come festeggiare San Valentino 2020 ?

Se siete amanti delle città d’arte, potrete festeggiare il Carnevale a Venezia, il più bello d’Italia, e assistere persino al cerimoniale del “volo dell’angelo” che si terrà il 16 febbraio.

Con l’occasione, potrete anche celebrare la festa degli innamorati con una cena sul lungo canale o con vista su Piazza San Marco.

Se volete rimanere al centro Italia, allora fate tappa nella storica Firenze  il capoluogo toscano sulle rive del fiume Arno, dove potrete anche visitare 3 tesori italiani: la cattedrale di Santa Maria del Fiore, il Ponte Vecchio e la Galleria degli Uffizi.

Non cito la magnifica Roma perché, oltre ad essere la mia città d’adozione, sarebbe proprio come “sparare sulla Croce Rossa”: Roma è bella in qualsiasi periodo dell’anno e non esiste un momento perfetto per visitarla!

Altre città interessanti da visitare in un week-end sono Napoli, un mix tra arte, storia e buona cucina.

Una cena di San Valentino con una bella pizza Da Michele potrebbe essere un’idea accattivante!

Anche Salerno con la magnifica costiera amalfitana, uno scorcio di bellezza e romanticismo tutto italiano, potrebbero essere ideali per San Valentino.

Se invece alle città d’arte preferite il relax assoluto, allora non vi resta che prenotare un week-end alle terme o alla spa,

Qui potreste scegliere una camera con vasca idromassaggio e prenotare trattamenti di coppia (come massaggi), così da trascorrere la maggior parte del tempo con il vostro partner.

Se preferite la campagna, allora optate per un bel week-end in un agriturismo,

l’occasione giusta per mangiare cibi a km zero e depurarvi dallo stress cittadino per immergervi nella quiete.

Vi consiglio di prenotare un agriturismo che offra molte attività come escursioni, gite a cavallo, trekking, degustazioni ecc, così da non rischiare di annoiarvi.

Allettante potrebbe essere anche un tour tra i borghi italiani come San Miniato in Toscana, la Tuscia viterbese, Arrone (in Umbria), Gradara (in Emilia Romagna) e la pittoresca Portovenere, la perla delle Cinque Terre.

Tralasciando i più fortunati che potranno per mettersi di festeggiare per tutto il fine settimana, dedichiamoci ora invece a chi onorerà il san valentino solo nella giornata di venerdì.

Non credo serva consigliarvi di prenotare in un ristorante romantico e, magari, anche con vista panoramica.

Se volete fare qualcosa di più speciale, potreste prenotare in un ristorante etnico che nè voi nè il vostro partner avete mai provato ma che vorreste provare, oppure nel ristorante dove siete stati la prima volta che siete usciti insieme (che sarà anche un modo per mettere a dura prova la memoria del vs. partner).

Se avete a disposizione un budget limitato, allora non vi resta che organizzare una cena in casa ma, niente paura: potrebbe non essere così scontata!
Mettendo da parte il solito menu di pesce con piatti elaborati (come, ad esempio, i gamberi alla catalana o le tagliatelle panna e salmone).

Potreste anche prendere tutto già pronto stendendo una lista dei cibi da asporto preferiti dal vostro partner: ad esempio, il pollo allo spiedo con le patate, gli arancini, il gelato artigianale ecc.

Sarà sicuramente una cena molto apprezzata e che non richiederà un grosso sforzo da parte vostra.

Chiaramente, visto che non perderete tempo ai fornelli, potreste decorare la tavola con petali di rose e candele gallegianti, così da impreziosire la mise en place.

In una cena romantica, immancabili saranno i cioccolatini (meglio se artigianali) e le bollicine per brindare al vostro amore!

 

 

Chiacchiere

Chiacchiere
Chiacchiere

Chiacchiere

Insieme alle castagnole, le chiacchiere sono il dolce tipico del periodo di carnevale, una sorta di frittelle a base di farina, uova, burro e zucchero.

Qualche sera fa, mio padre, tornando dal lavoro, ha riportato a casa una confezione di chiacchiere fritte, di cui alcune ricoperte di una glassa di cioccolato… mmm… che dire, semplicemente divine!! Chiaramente, hanno fatto il fumo, inutile pensare di risparmiarne qualcuna per il giorno dopo!

Così, ho pensato di prepararle io stessa in casa, prendendo spunto da una serie di ricette scovate sul web e, lo ammetto, mettendo leggermente a soqquadro la cucina, ma vi garantisco che il risultato ottenuto ha bilanciato la mezz’ora successiva trascorsa a pulire…

Io adoro mangiare le chiacchiere come dessert dopo pranzo o dopo cena, accompagnate da una bella tazza di caffè… E voi?!

 

 

Ingredienti:

250 gr di farina 00

1 uovo

50 gr di latte

1 cucchiaio di zucchero (semolato o di canna)

1 cucchiaio di burro

1 limone

2 gr di lievito in polvere per dolci

Un pizzico di sale

Zucchero a velo q.b. (per decorare)

Olio di arachidi per friggere q.b.

 

 

 

Procedimento:

Lavare il limone e grattugiarne la scorza.

Disporre la farina a fontana su una spianatoia e fare un buco al centro.

Nel buco al centro della farina, rompere l’uovo e aggiungere lo zucchero, il burro tagliato a cubetti, un pizzico di sale, il lievito in polvere per dolci e la scorza di limone grattugiata.

Cominciare ad impastare con le mani e, a mano a mano, unire anche il latte.

Una volta ottenuto un panetto omogeneo e liscio, rivestirlo con la pellicola  trasparente e lasciarlo riposare in frigorifero per 30-40 minuti (come per la pasta frolla).

Trascorso il tempo di riposo, riprendere l’impasto, e stenderlo sulla spianatoia infarinata con l’aiuto di un mattarello.

Ora, con una rotella dentellata, ricavare dalla sfoglia dei rettangoli di medie dimensioni.

Al centro di ogni rettangolo, fare due tagli equidistanti usando la stessa rotella dentellata.

Riempire una padella di olio di arachide e, quando sarà bollente, friggervi le chiacchiere girandole su entrambi i lati, fino a doratura.

Una volta cotte, scolare le chiacchiere su un foglio di carta assorbente.

Servire le Chiacchiere tiepide, spolverandone la superficie con lo zucchero a velo.