Crea sito

Milano in 9 brunch

Milano in 9 brunch
Milano in 9 brunch

Milano in 9 brunch

Con l’arrivo dell’autunno, a tutti viene la voglia di trascorrere la domenica all’aria aperta, magari facendo una gita fuori porta con gli amici, oppure, per chi vuole restare in città, un bel brunch sfizioso e, soprattutto, sostanzioso.

Dove? Ecco a voi Milano in 9 brunch.

I migliori ristoranti selezionati in base ai piatti proposti, alla bontà dei cibi offerti e al rapporto qualità-prezzo.

 

Milano in 9 brunch

 

God Save The Food (4 sedi)

Con 4 sedi di cui una all’interno de La Rinascente in Piazza Duomo, God Save The Food è indiscutibilmente il miglior brunch di Milano.

Un locale in stile industrial fondato sull’idea di cucina & dispensa, ideale in ogni momento della giornata, dalla colazione al dopo cena.

Nella cucina a vista vengono usati ingredienti scelti accuratamente, sapientemente combinati per creare piatti che spaziano dal Medio Oriente agli Stati Uniti, adatti a celiaci, vegani e vegetariani.

Il menu del brunch è infinito: dai dolci da colazione (cornetti, muffin, torte fatte in casa) a pancakes, uova alla benedict, club sandwich, insalatone miste, hamburger, salmone affumicato, ecc.

Tutto da accompagnare con caffè, succhi di frutta, spremute, centrifughe ed estratti.

Qui c’è davvero l’imbarazzo della scelta e, se non conoscete questo locale, che dire?! E’ il momento giusto di provarlo!

 

 

Anadima (Via Pavia 10)

In zona Porta Ticinese, Anadima è da molti considerato uno dei migliori brunch di Milano.

Un bistrot moderno e accogliente dove potrete gustare un brunch curato e ricco di proposte interessanti e sfiziose, adatte a tutti i palati.

Il menu spazia da piatti della tradizione americana (bagel, cheesecake, pancake) a quella orientale (riso alla cantonese, pollo alle mandorle, pollo al curry) e europea (croissant burrosi, brownies, torte salate, apple pie, moussaka, goulash ecc.), con l’aggiunta di piatti sempre nuovi e diversi.

Quanto alle bevande, immancabili il caffè americano, il succo di arancia e/o di pompelmo.

Prezzi: menu a la carte.

 

Hygge (Via G. Sapeto 3)

In zona Sant’Ambrogio, Hygge è una caffetteria improntata alla filosofia danese del relax e della ricerca della felicità, perfetta per gli amanti della cucina nordica.

Un locale piccolino ma arredato con gusto, con tavoli ricavati da tronchi di alberi, pervaso da un’atmosfera decisamente familiare e cordiale.

La formula brunch comprende caffè americano, spremuta d’arancia e due formule, una Regular e l’altra Vegan.

La  Regular prevede (strapazzate con bacon, poché con salmone, egg-in-a-hole), insalata mista con avocado, patate hasselback, yogurt con granola e frutta, torte e Wienerbrod del giorno.

La formula Vegan include smorrebros, mini bowl con verdure di stagione, falafel di patate al forno, yogurt di soia con granola e frutta fresca, torte e Wienerbrod del giorno.

Imperdibili gli smorrebroad, i famosi panini della cucina danese a base di pane di segale, salmone marinato e verdure.

Prezzo: 23€

 

 

L’Ov (due sedi)

Come si evince dal nome, nelle cucine di L’Ov il protagonista assoluto è l’uovo preparato “in tutte le salse”:

Un ristorante per veri foodlovers, dove regnano la passione per il buon cibo, la buona cucina e lo stile.

Carino e accogliente, L’Ov è sicuramente il posto adatto per un brunch con gli amici anche con bambini al seguito, grazie ai tanti seggioloni a disposizione e i piatti appetitosi.

Il menu brunch, a 24€, include caffè, acqua e succo d’arancia, mini croissant, pane tostato da gustare con marmellate artigianali o Nutella, pancakes con sciroppo d’acero, macedonia di frutta fresca, uova da cuocere a vostro piacimento (strapazzate, al tegamino, in camicia, omelette) e accompagnare con bacon croccante, salmone norvegese o verdure grigliate.

Se quanto incluso nel menu non dovesse essere sufficiente a sfamare il vostro appetito insaziabile, potete aggiungere hamburger, club sandwich

Walden (Via Vetere 14)

Alle Colonne, il Walden Cafè è una sorta di caffè letterario che prende il nome dall’opera omonima del filosofo Henry David Thoreaucon.
Un bistrot con vista sul Parco delle Basiliche, con arredo di design, ricco di piante e scaffali colmi di libri.
Qui potrete gustare un fantastico brunch vegetariano o vegano in un’atmosfera rilassante e accogliente, con sottofondo di musica jazz e lounge.
Il menu varia periodicamente, in base alla stagionalità dei prodotti, e si compone di primi piatti (risotto allo zafferano, timballo di verdure, vellutate di verdure, ravioli di zucca, ecc.), secondi, verdure ecc.
Il posto perfetto per un brunch domenicale fuori dalla routine cittadina.

Prezzo: 20€.

 

 

Santeria (due sedi: una in Via Paladini 8, l’altra in Via Toscana 31)

Un locale nato per coniugare il buon cibo agli eventi culturali e artistici, ai seminari, ai corsi e ai workshop proposti; da Santeria regna un’atmosfera creativa e informale, giovanile, familiare.

La sede storica è quella di Via Paladini mentre quella di Via Toscana è aperta solo da due anni-

Il menu propone ogni giorno piatti preparati con ingredienti freschi, salutari e sfiziosi.

Nel week-end il menu propone 5 tipi di brunch adatti a tutti i palati, diversi per le pietanze servite (burger, sandwich, bowl, bagel).

Onnipresenti caffè americano, succo d’arancia o di pompelmo, macedonia di frutta fresca e cheesecake.

Prezzo: 18€

 

 

Moleskine Cafè (Corso Garibaldi 61)

Quante volte vi capita di dover lavorare nel week-end?

Beh, per addolcire la vostra domenica, non c’è niente di meglio che andare al Moleskine Cafè!

Il locale è moderno, ben arredato, accogliente e con una buona disposizione dei tavoli, che permette di lavorare in tranquillità e senza confusione.

Il menu è suddiviso in 6 categorie: torte salate, yogurt, sandwich o uova strapazzate, pancake e waffle, piatti preparati sul momento caldi e freddi, dolci e frutta.

Tre sono le formule previste per il brunch: light (con 4 ordinazioni, una per categoria), Full (con 6 ordinazioni, una per categoria), per due (con 6 ordinazioni).

Prezzi: formula light 18€, formula full 22€, formula per due 30€.

 

Milano in 9 brunch

 

Tel Chi (Via Silio Italico)

In zona Porta Romana, il nome di questo locale potrebbe indurre a pensare che qui si mangi esclusivamente cucina locale e, invece, c’è tutto tranne che piatti tipici!
Il locale è un vero e proprio rifugio dalla confusione di Porta Romana, accogliente, arredato con colori chiari che trasmettono gioia e positività.

Tutti i piatti sono preparati con ingredienti di prima qualità e disponibili anche in versione senza glutine e senza lattosio.

La formula brunch, disponibile solo la domenica dalle ore 11.00 alle 16.00, propone una bevanda a scelta (caffè, latte, cappuccino, the), pane burro e marmellata, yogurt greco con miele, macedonia di frutta fresca, acqua e succo d’arancia a refill illimitato.

A questo, si accompagnano un piatto salato a scelta (uova al tegamino, quiche, avocado toast, patate arrosto, bacon e fagioli, salmone e guacamole) e un piatto dolce a scelta (pancake, banana bread, brownies, gelato).

Fidatevi: non andrete via affamati! Tra i miei piatti preferiti, consiglio vivamente la quiche dello chef e i pancakes con una generosa colata di sciroppo d’acero mmmm semplicemente libidinosi!

Prezzo: 18€ prezzo fisso.

 

 

Cocotte (Via Cellini 1)

Un piccolo bistrot in stile provenzale con arredi dai toni caldi, credenze vintage, tovaglie ricamate, lampade in coccio e porcellana, e mestoli in legno appesi alle pareti.

Il posto perfetto per un brunch romantico e nostalgico.

Qui le protagoniste sono le cocotte, piccoli tega colorati in ghisa, utilizzati per servire tutte le pietanze presenti sul menu.

Il menu brunch, disponibile solo nel week-end, è a prezzo fisso e spazia dal pollo ai lamponi al cous cous, passando per le lasagne fatte in casa, le uova in cocotte e il libidinoso soufflè al cioccolato, tutto accompagnato da succo d’arancia o centrifuga, caffè, dolce e bicchiere di spumante.

Menu vario e fantasioso, perfetto per chi segue una dieta vegana.

Prezzo: 18€

 

Milano in 9 brunch