Mese: Luglio 2020

Manzo, rucola e caprino

Manzo, rucola e caprino
Manzo, rucola e caprino

Manzo rucola e caprino

Non so voi, ma quando le temperature cominciano a salire, la mia voglia di accendere forno e fornelli cala vertiginosamente.

comincio a saccheggiare il banco frigo del supermercato in cerca di yogurt, affettati sfiziosi, formaggi freschi, ecc.

Questa ricetta e’ perfetta per questo periodo, un piatto ricco di colore, sofisticato e nutriente, ma non eccessivamente calorico, perfetto per preparare il nostro fisico alla prova costume senza troppe rinunce.

Per questa ricetta ho usato il manzo cotto, in vendita al supermercato già affettato (se non riuscite a reperirlo, potete sostituirlo benissimo con il prosciutto crudo nostrano o la bresaola) e dal sapore non eccessivamente affumicato, e formaggio caprino (sostituibile benissimo con della ricotta o del formaggio fresco spalmabile tipo Philadelphia, ma anche la robiola e’ un’alternativa  più che valida).

Inoltre, ho accompagnato il piatto con dei cracker ai 5 cereali e vi consiglio caldamente di usarli anche voi (il pane croccante ha un gusto unico, vero?) oppure usare delle schiacciatine o dei grissini.

Un piatto che non richiede alcuna cottura, pratico e veloce, perfetto per una cena estiva dopo una faticosa giornata di lavoro.

 

Ingredienti:

100 gr di manzo cotto
q.b. rucola fresca
100 gr di formaggio di capra
Il succo di mezzo limone
Erba cipollina q.b.
Olio extravergine di oliva q.b.
Semi di sesamo q.b.
Sale, pepe nero macinato

 

 

Procedimento:

Lavare la rucola sotto acqua corrente.

Adagiare le fette di manzo su un piatto e condirle con il succo di mezzo limone, un pizzico di sale e una spolverata di pepe nero.

Con una forchetta, schiacciare il formaggio caprino in un piatto per farlo diventare cremoso.

Aggiungere una spolverata di erba cipollina al formaggio e mescolare per amalgamare.

Aggiungere accanto alle fette di manzo la rucola e il formaggio caprino, quindi condire un con filo di olio extravergine di oliva e una spolverata di semi di sesamo e servire subito.

Rotoli di salsiccia

Rotoli di salsiccia
Rotoli di salsiccia

Rotoli di salsiccia

Io adoro i rustici salati perché costituiscono un aperitivo sfizioso da servire ai vostri ospiti con una spesa minima (basta acquistare un rotolo di pasta sfoglia e i ripieni) e zero impegno.

Questi Rotoli di salsiccia sono fenomenali! 

Certo, non sono l’apoteosi della leggerezza, ma vi garantisco che non sarà necessario spegnere la luce per far mangiare agli ospiti l’ultimo rotolo rimasto sul vassoio! Successo assicurato!!

Io ho usato la pasta sfoglia confezionata ma voi potete comodamente prepararla a casa vostra e addirittura realizzarla in una versione più “light”, sostituendo il burro con l’olio d’oliva.

Se non amate la salsiccia di maiale, potete optare per un ripieno a base di prosciutto crudo/cotto, lonza, oppure un ripieno di verdure miste frullate come una purea (es. ricotta e spinaci).

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare

una salsiccia di carne

una salsiccia di carne piccante

1 spicchio d’aglio

1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

1/2 cipolla

1 carota

1/2 sedano

1 uovo

Sale

 

 

 

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 200 gradi e rivestire una teglia di carta forno.

Tritare finemente la carota, la cipolla e il sedano.

In una padella, rosolare uno spicchio d’aglio con un cucchiaio di olio.

Aggiungere quindi le verdure e le salsicce sminuzzate, salare, pepare e cuocere per una decina di minuti, mescolando di tanto in tanto.

Una volta che le salsicce saranno cotte, spegnere il gas e far intiepidire.

Nel frattempo, stendere il rotolo di pasta sfoglia e tagliare 10 rettangoli di uguali dimensioni.

Adagiare, al centro di ogni rettangolo, un cucchiaio di condimento.

Richiudere ogni rettangolo creando un rotolo e tagliare ogni rotolo a fette.

Adagiare le girelle sulla teglia rivestita.

Rompere un uovo in un piatto, sbatterlo e usarlo per spennellare le fette.

Cuocere in forno caldo a 200° per circa 15 minuti o fino a doratura.

Sfornare i rotoli e farli raffreddare prima di servirli.

 

Trancio di tonno aromatico

Trancio di tonno aromatico
Trancio di tonno aromatico

Trancio di tonno aromatico

Il tonno è un pesce azzurro ricco di sali minerali (fosforo, ferro, selenio), vitamina A, proteine e aminoacidi, che aiutano l’organismo a mantenersi giovane. Inoltre, l’elevata presenza di grassi Omega 3 aiuta la circolazione sanguigna migliorando il funzionamento di cuore e cervello.
Il tonno è tra i miei pesci preferiti poiché di facile preparazione, versatile, e poi è buono un po’ in tutti i modi, come le patate! Con la pasta, al forno con le patate, con le zucchine in padella, al cartoccio… Insomma, un vero jolly in cucina! Siete d’accordo con me?

 

 

Ingredienti:

1 trancio di tonno fresco
Succo di un limone
Un ciuffo di prezzemolo fresco
2 cucchiai di olio
1 cipolla bianca
2 cucchiai di aceto di vino rosso
1 cucchiaio di zucchero
1 noce di burro
Glassa di aceto balsamico q.b.
Pomodori pachino q.b.
Sale, pepe

 

Procedimento:

Iniziare preparando la marinatura per il tonno.

In una ciotola, unire il succo di un limone, 2 cucchiai di olio, un ciuffo di prezzemolo fresco, sale, pepe.

Mescolare il tutto fino ad ottenere un composto denso e poi sistemarvi dentro il trancio di tonno.

Coprire la ciotola con della pellicola trasparente e riporre in frigo a riposare per almeno un’ora.

Nel frattempo preparare le cipolle caramellate. Mondare la cipolla, tagliarne le estremità e tagliarla a metà.

Lessare le cipolle in acqua bollente per 20 minuti.

Scolare le cipolle e ripassarle in padella con una noce di burro, un cucchiaio di zucchero e due cucchiai di aceto di vino rosso.

Quando il fondo di cottura sarà diventato denso e sciropposo, le cipolle saranno pronte, quindi scolarle e sistemarle sul piatto da portata.

Terminato il tempo di marinatura, cuocere il tonno su una griglia rovente per circa 10 minuti (5 minuti per lato) poi servire ben caldo.

Accompagnare il trancio di tonno con le cipolle caramellate, un’insalatina di pomodorini pachino e lattuga, e una spruzzata di glassa di aceto balsamico.

Frittura alla paprika

Frittura alla paprika
Frittura alla paprika

Frittura alla paprika

La frittura di calamari è un piatto sfizioso, amato da tutti, grandi e piccini; questa ricetta me l’ha suggerita la mia amica Federica, che l’ha preparata per una cena romantica con il suo boy-friend.

Io, invece, l’ho preparata per una cena in solitudine, o meglio, con una birretta bionda e una serie TV.

Una bella differenza, eh? Vabbè, l’importante è pensare positivo!

Per questa ricetta, io ho usato dei calamari freschi che il pescivendolo ha gentilmente pulito e tagliato a rotelle per la frittura, ma se voi avete deciso di cimentarvi nell’arduo compito, vi consiglio di seguire dei tutorial sul web o di farvi affiancare da qualcuno di esperto, tanto per evitare di ottenere un pessimo risultato finale.

Per la panatura ho usato una pastella a base di uova, farina e acqua, ma voi, se volete una frittura più leggera, potete usare anche la sola farina di semola di grano duro e, magari, cuocere gli anelli di calamaro al forno (20 minuti circa a 200 gradi), ottenendo così un piatto finale decisamente più light rispetto alla classica frittura di calamari.

 

 

Ingredienti per una porzione:

200 gr di calamari

1 uovo

100 ml di acqua ghiacciata

100 gr di farina

1 cucchiaio di paprika dolce

1 limone

Sale

 

 

Procedimento:

Lavare i calamari e asciugarli bene con un foglio di carta assorbente, in modo da evitare schizzi di olio bollente quando andrete ad immergere i calamari nella padella per la frittura.

Riempire una ciotola di acqua ghiacciata e aggiungervi il tuorlo e la farina, quindi mescolare per ottenere un composto omogeneo.

Passare gli anelli di calamaro nella pastella.

Riempire una padella di olio di semi e, quando sarà bollente, buttarvi i calamari e friggerli fino a doratura.

Scolare i calamari e adagiarli su un foglio di carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso, quindi salarli.

Servire la frittura accompagnata a spicchi di limone.

Alici fritte

Alici fritte
Alici fritte

Alici fritte

Le alici fritte sono un piatto tipico della cucina partenopea, una ricetta economica e veloce ma ricca di gusto.

La fase più noiosa della ricetta risiede proprio nella pulizia delle alici, un procedimento che richiede  tempo e pazienza (ricordo mio nonno che “si impossessava” del lavandino della cucina e cominciava a pulire e spinare le alici per prepararle marinate o fritte) ma che potete affidare benissimo al vostro pescivendolo di fiducia, portandovi così a casa le alici già belle e pulite, pronte da panare e pappare! 😉😉
Io adoro le alici fritte, ne mangio in quantità industriali!

Quando le preparo, sono più quelle che mangio durante la cottura che quelle che riesco a portare in tavola (un po’ come il differenziale esistente tra le patate appena sfornate e ancora nella teglia, e quelle che effettivamente arrivano sul tavolo…).

Sono perfette come secondo piatto, magari accompagnate da un’insalatina fresca a base di lattuga, carote a julienne, mais e pomodori a fette.

 

 

Ingredienti per 1-2 porzioni:
250 gr di alici
1 uovo
2 cucchiai di farina
Sale, pepe

 

 

Procedimento:

Sciacquare le alici pulite sotto l’acqua corrente poi aprirle a libro e provarle della spina.

In una ciotola, sbattere l’uovo con il sale e il pepe.

Passare le alici prima nella farina poi nell’uovo.

Riempire una padella di olio e, quando sarà bollente, friggervi le alici fino a doratura.

Scolare le alici e adagiarle su un foglio di carta assorbente.

Servire le alici calde, accompagnate da una spruzzata di succo di limone e un’insalata mista o dei pomodori a fette.

Meringa alla frutta

Meringa alla frutta
Meringa alla frutta

Meringa alla frutta

La meringa è una ricetta per veri pasticceri, una ricetta che richiede due ore di cottura in forno e tanta abilità nella preparazione poiché se si sbaglia anche un solo passaggio, il risultato verrà compromesso.

Cura nella preparazione, pazienza, tempo a disposizione, non sono proprio dei concetti in linea con una cucina da single, dove tutto è rapido, realizzato in monoporzioni.

Per questa ricetta, quindi, mi sono avvalsa delle meringhe confezionate, che ho farcito con panna fresca, frutta mista e topping al cioccolato.

Se non avete in casa la panna montata, potete usare tranquillamente lo yogurt greco, che darà al vostro dessert un sapore fresco e cremoso (ma, tuttavia, nulla a che vedere con la panna).

Quanto alla frutta, ho usato fragole e frutti di bosco ma voi potete usare la frutta che più vi piace, come pesche e albicocche (sconsiglio l’ananas perché ha un sapore troppo amaro e le mele perché tendono ad annerire).

Il risultato? Giudicate voi, un dessert perfetto da gustare davanti a un film alla TV!

Ingredienti per 1 meringa:

1 meringa confezionata (se le trovate, prendete quelle grandi e non le mignon)

100 gr di panna fresca per dolci

zucchero a velo q.b.

frutta mista fresca

topping al cioccolato (o all’amarena) Fabbri

 

 

Procedimento:

In una ciotola, montare la panna fresca con un cucchiaio di zucchero a velo, fino ad ottenere una consistenza media.

Lasciare riposare la panna nel frigorifero per una mezz’ora, in modo da farla rassodare.

Nel frattempo, lavare e tagliare la frutta scelta.

Al momento di servire, estrarre la panna dal frigorifero e cominciare a comporre il vostro dessert.

Adagiare la meringa in un piatto e decorarla con uno strato di panna montata, la frutta tagliata, un velo di topping al cioccolato e una spolverata di zucchero a velo.

Servire subito.

Sandwich tonno, lattuga, pomodoro

Sandwich, tonno, lattuga, pomodor
Sandwich, tonno, lattuga, pomodor

Sandwich tonno, lattuga, pomodoro

Un sandwich delizioso, ideale per una pausa pranzo veloce ma anche da servire come finger food agli amici a cena, tagliandolo semplicemente a quadrotti.

Il sandwich deve il suo nome al famoso Conte di Sandwich, che, durante le partite a golf, si faceva servire questi panini realizzati in versione “mini” proprio per poter mangiare senza interrompere il gioco. Hai capito che furbone… un vero sport addicted!

Io ho preparato i sandwich usando lattuga, tonno al naturale e un pomodoro rosso da insalata, ma voi potete usare altri ingredienti (come fette di bacon o di prosciutto cotto, fette di formaggio galbanino, uova sode tagliate a rondelle, spinaci lessati, ecc) e aggiungere qualche cucchiaiata di maionese, senape, salsa yogurt o formaggio spalmabile Philadelphia.

Vi consiglio di usare il pane ai cinque cereali, il pane integrale o anche il pane “casereccio”, in modo da ottenere dei sandwich dal sapore più rustico, rispetto a quelli preparati con il pane bianco o il pane in cassetta.

Ingredienti semplici, economici, per una pausa pranzo o una cena ricca di gusto e non eccessivamente calorica. Che ne pensate?? Il tocco in più: accompagnare i sandwich con una birretta bionda fresca… Mmm..

Ingredienti per 3 sandwich:

6 fette di pane ai cinque cereali (o integrali)

1 scatoletta di tonno al naturale

1 pomodoro

4-5 foglie di lattuga

 

 

Procedimento:

Lavare e tagliare le foglie di lattuga e il pomodoro sotto acqua corrente.

Farcire tre fette di pane con le foglie di lattuga, il tonno e le fette di pomodoro, poi richiudere con l’altra fetta di pane per formare il sandwich.

E’ possibile mangiare i sandwich tonno, lattuga, pomodoro freddi o passarli qualche minuto al microonde, giusto per rendere il pane più croccante.

Una bella idea potrebbe essere l’aggiungervi qualche cucchiaio di maionese o di salsa allo yogurt, minacciando così la leggerezza del piatto.

Ciambellone leggero

Ciambellone leggero
Ciambellone leggero

CIAMBELLONE LEGGERO

Il ciambellone è uno di quei dolci che le nonne ci preparavano sempre da piccoli, da mangiare a merenda o a colazione, insieme a un bel bicchiere di latte.

Come dimenticare le merende alle 4 del pomeriggio con succo di frutta (per me, rigorosamente all’albicocca) e due fette di ciambellone: ah, bei ricordi!

Per la precisione, a me piaceva solo il ciambellone marmorizzato e, le prime a finire nella mia pancia, erano le fette con un maggior quantitativo di cioccolato.

La ricetta di questo ciambellone non è quella “della nonna” poiché priva di grassi e quindi più leggera, perfetta per chi vuole evitare di ingurgitare troppe calorie.

Ingredienti semplici, genuini, si mescolano per creare una torta soffice, originale e leggera, praticamente un sogno!!!

Nell’impasto io ho usato anche la farina di riso per rendere il dolce più morbido, ma si tratta di un ingrediente che potete tranquillamente evitare, usando solo 350 gr di farina 00: il risultato sarà sicuramente ottimo!!
Adoro mangiare questo ciambellone a merenda, insieme ad una tazza di the alla vaniglia…

E voi, cosa ne pensate?

 

INGREDIENTI:

200 gr di farina 00
150 gr di farina di riso
250 gr di yogurt greco 0% di grassi
200 gr di frutti di bosco surgelati
200 gr di zucchero di canna
50 ml di latte di soia
3 uova
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
Zucchero a velo (per decorare)

 

 

PROCEDIMENTO:

Preriscaldare il forno a 180 gradi.
In una ciotola, sbattere le uova con lo zucchero di canna, per ottenere un composto spumoso.
Aggiungere la farina setacciata, il lievito, lo yogurt greco, il latte, la vanillina, e mescolare bene per amalgamare tutti gli ingredienti ed ottenere un composto senza grumi.
Aggiungere anche i frutti di bosco e mescolare delicatamente.
Versare il composto in uno stampo da ciambellone in silicone e cuocere in forno caldo a 180 gradi per 30 minuti.
Sfornare e far raffreddare.
Prima di servire, spolverare il ciambellone con lo zucchero a velo.

Sandwich ghiotto

Sandwich ghiotto
Sandwich ghiotto

Sandwich ghiotto

Un sandwich goloso, perfetto da gustare in ufficio per pranzo o a cena, quando si vuole mangiare davanti a un bel film o una serie TV, o addirittura da mangiare per un pranzo al mare (in quest’ultimo caso, conservate il panino nella borsa frigo altrimenti lo yogurt greco andrà a male).

Questo sandwich si può realizzare anche in versione mini, creano dei perfetti e simpatici finger food per i vostri aperitivi.

Che ne pensate?

Io adoro cenare seduta sul divano guardando una serie tv, preparandomi una sorta di “tavolino” improvvisato con un piatto di sandwich e una bella Coca Cola (o una birretta fresca)… 😉😉

Io ho farcito il sandwich con yogurt greco, salmone e olive, ma voi potete aggiungere altri ingredienti come fette di pomodoro, cetrioli a rondelle, zucchine grigliate, sottaceti, ecc.

Vi consiglio caldamente di non usare il pan carrè “bianco” per il sandwich ma preferire pan carrè integrale o ai cinque cereali, tanto per dare più sapore al vostro panino.

Se siete in cerca di altri ingredienti per il vostro sandwich, potete provare la ricetta descritta nel seguente link sandwich tonno, lattuga, pomodoro https://blog.giallozafferano.it/unacucinadasingle/sandwich-tonno-lattuga-pomodoro/

 

Ingredienti per 1 sandwich:

2 fette di pan carré integrale

2 cucchiai di yogurt greco (o formaggio spalmabile/ricotta/robiola, in base alle vostre preferenze)

erba cipollina q.b.

2 fette di salmone affumicato

una manciata di olive verdi denocciolate

 

 

Procedimento:

In una ciotola, unire lo yogurt greco con una spolverata di erba cipollina e mescolare bene.

Sciacquare le olive verdi denocciolate sotto acqua corrente e tagliarle a rondelle.

Creare il vostro sandwich spalmando su una fetta di pan carré uno strato di yogurt greco, olive, poi le fette di salmone, altre olive e infine la fetta di pan carré.

Gustate il sandwich davanti a un film, accompagnato da una birra fresca o da un calice di vino bianco.

 

 

Gateau di patate

Gateau di patate
Gateau di patate

Gateau di patate

Il Gateau di patate è un delizioso tortino a base di patate e prosciutto, adatto da servire ai vostri ospiti come aperitivo finger food (basta tagliarlo a quadrotti o piccoli spicchi), da portare come pranzo nelle gite domenicali o, come ho fatto io, da preparare e mangiare in più volte, riscaldando la porzione prescelta al forno a microonde poco prima di consumarla.
Una ricetta facile ed economica, perfetta quando si hanno delle patate un po’ vecchiotte in casa; mia madre, quando non ha in casa il prosciutto cotto, lo sostituisce con una decina di acciughe, ottenendo così un tortino più saporito ma che, secondo me, mal si presta ad essere consumato per più giorni perché il sapore delle acciughe, diversamente dal prosciutto cotto che è più delicato, dopo 2 volte che viene mangiato di seguito, annoia il palato. E voi, come fate il Gateau di patate??

 

Ingredienti:

800 gr di patate
100 gr di prosciutto cotto
125 gr di mozzarella
2 uova
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
1/2 bicchiere di latte
2 cucchiai di burro
2 cucchiai di pangrattato
Sale, pepe

 

 

Preparazione:

Lavare e pelare le patate.
Riempire una pentola d’acqua, portarla a ebollizione e lessar i tutte le patate eccetto una (piccola), che servirà per il topping del tortino.
Scolare e le patate e schiacciarle con una forchetta (o uno schiacciapatate).
Tagliare le mozzarella a cubetti.
Preriscaldare il forno a 180 gradi.
In una ciotola, unire le patate schiacciate, il burro, il parmigiano, le uova, il latte e mescolare bene.
Rivestire una tortiera di carta forno e adagiarvi meta’ del composto di patate.
Sopra lo strato di patate, stendere le fette di prosciutto, i cubetti di mozzarella e l’altra metà delle patate.
Tagliare a fettine sottili la patata avanzata e disporre le fette sulla superficie del tortino, insieme a qualche giochetto di burro e una spolverata di pangrattato.
Cuocere in forno caldo a 180 gradi per 40 minuti, poi altri 5 minuti con funzione grill.
Sfornare e far raffreddare prima di servire.

1 2 3 4