Mese: Maggio 2017

Crumble cake

Crumble cake
Crumble cake

CRUMBLE CAKE

Una torta sensazionale, morbida, umida, a base di purea di mele e cannella, perfetta da gustare a colazione o a merenda, magari accompagnata da un bella tazza di the o di caffè.

Io ho usato la purea di mele confezionata, ma voi potete tranquillamente usare le mele fresche e grattugiarle o frullarle.
Una ricetta facile e veloce per un dolce ricco di gusto, dove l’ingrediente insostituibile e’ sicuramente la cannella, il cui aroma profumerà tutta la vostra cucina! Provare per credere!

 

 

INGREDIENTI PER LA TORTA:

250 gr di farina 00
100 gr di zucchero di canna
120 gr di burro a temperatura ambiente
3 cucchiai di miele
2 uova
1 vasetto di yogurt al naturale
70 ml di latte
150 gr di purea di mele
Una bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
Un cucchiaino di cannella in polvere

Per il crumble:
100 gr di farina 00
100 gr di zucchero di canna
75 gr di burro a temperatura ambiente
1 cucchiaino di cannella in polvere

 

 

PROCEDIMENTO:

Preriscaldare il forno a 180 gradi, rivestire una teglia di carta forno e cominciare a preparare la torta.
In una ciotola, lavorare il burro con lo zucchero, per ottenere un composto spumoso.
Aggiungere le uova, il latte, il miele, lo yogurt, e mescolare per amalgamare bene tutti gli ingredienti.
In un’altra ciotola unire la farina, il lievito, la cannella e la vanillina.
Versare pian piano il composto con la farina a quello con le uova, e mescolare di continuo.
Versare il composto ottenuto nella teglia rivestita di carta forno,
Distribuire la purea di mele sulla superficie del composto.
Ora preparare il crumble: con le mani, lavorare in una ciotola il burro, lo zucchero, la farina e la cannella, cercando di ottenere un composto sbricioloso.
Distribuire le briciole sopra lo strato di purea.
Cuocere la torta in forno caldo a 180 gradi per 1 ora.
Sfornare e lasciare raffreddare prima di servire.

Torta amaretti e pesche

Torta amaretti e pesche
Torta amaretti e pesche

TORTA AMARETTI E PESCHE

Una torta morbida e ricca di gusto, arricchita dalla presenza degli amaretti, i famosi biscotti a base di pasta di mandorle tipici della tradizione pasticcera italiana, diffusi nella nostra penisola sin dall’epoca rinascimentale. In particolare, per questa ricetta, io ho usato gli amaretti di Saronno che sono leggermente più croccanti rispetto a quelli di Sassello (che sono più umidi e spugnosi), ma voi potete usare indifferentemente quelli che più preferite.

Un dolce soffice, profumato, privo di olio e burro, quindi adatto a chi è attento alla linea ma non vuole rinunciare a una leccornia da fine pasto o una deliziosa merenda abbinata ad una tazza di the.

Vi consiglio di non eccedere nel tempo di cottura, per far sì che la torta rimanga umida e spugnosa all’interno.

 

 

Ingredienti:

100 gr di farina di mandorle

100 gr di amaretti

3 pesche (io ho usato le pesche noci)

100 gr di zucchero di canna (o di dolcificante Stevia o di zucchero semolato, in base alle vostre peferenze)

3 uova

1 bustina di vanillina

1 bustina di lievito per dolci

 

 

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 180 gradi e rivestire una tortiera di carta forno.
In una ciotola, sbattere i tuorli con lo zucchero di canna (aiutatevi con una frusta).
Aggiungere la farina di mandorle setacciata, la bustina di vanillina e il lievito in polvere per dolci, mescolando bene.
In un mixer, tritare gli amaretti e poi unirli all’impasto nella ciotola.
Con l’ausilio di uno sbattitore, montare gli albumi a neve ben ferma e poi aggiungerli all’impasto, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per evitare di smontarli.
Versare l’impasto nella tortiera rivestita di carta forno.
Sbucciare e tagliare le pesche a fettine.
Distribuire le fette di pesca sulla superficie della torta.
Cuocere la torta in forno caldo a 180 gradi per 45 minuti.
Sfornare e far raffreddare la Torta amaretti e pesche prima di servire.

Spicy cookies

Spicy cookies
Spicy cookies

SPICY COOKIES

Questi biscotti speziati sono un piccolo tesoro perché, oltre ad essere gustosi, sono adatti anche ai vegani e agli intolleranti al glutine.

La ricetta non è super economica ma neanche eccessivamente dispendiosa; richiede la presenza di farine diverse da quella 00, che solitamente si trova in tutte le case, spezie (zenzero e cannella), e quindi di certo non può trattarsi di “biscotti del riciclo”.

Però, avendo ospite per la merenda una mia carissima amica intollerante al glutine, ho voluto servirle questi biscotti per dimostrarle tutto il mio affetto e la mia amicizia.

INGREDIENTI (PER CIRCA 15-20 BISCOTTI):

75 g di farina di riso
75 g di farina di mais
20 g di olio extravergine di oliva
1 piccola mela grattugiata
100 g di zucchero integrale di canna
1/2 cucchiaio di zenzero
1 cucchiaio di cannella
5 g di lievito per dolci

PROCEDIMENTO:

In una ciotola lavorare lo zucchero integrale di canna, l’olio extravergine di oliva, lo zenzero, la cannella, fino ad ottenere una crema.

Sbucciare e grattugiare una mela, quindi aggiungerla al composto di zucchero, olio e spezie, e mescolare con un cucchiaio di legno.

Piano piano, aggiungere le farine setacciate e il lievito in polvere per dolci.

Lavorare il composto con le mani per formare una palla morbida e elastica.

Avvolgere la palla con la pellicola e farla riposare in frigorifero per 30-40 minuti.

Trascorso il tempo di riposo nel frigo, prendere l’impasto e stenderlo su una spianatoia infarinata aiutandovi con un mattarello.

Stendere una sfoglia non troppo sottile (i biscotti non lieviteranno molto in forno).

Ritagliare i biscotti con le formine a vostra disposizione (io ho usato una banale tazzina da caffè ma potreste usare dei tagliabiscotti a forma di cuore, stella, alberello, ecc).

Preriscaldare il forno a 170°.

Rivestire una teglia di carta forno e adagiarvi i biscotti ben distanziati gli uni dagli altri.

Cuocere in forno caldo a 170 gradi per 15 minuti o fino a doratura.

Sfornare e far raffreddare su una gratella per poi servire.

Rugelach

Rugelach
Rugelach

RUGELACH

I rugelach al cioccolato sono deliziosi cornettini di pasta sfoglia tipici dell’Upper Western Side di Manhattan. All’apparenza sembrerebbero dei banali cornetti di pasta sfoglia ripieni di cioccolato (o marmellata, in base ai vostri gusti), ma in realtà sono farciti con una crema a base di burro, panna per dolci e cioccolato fondente, ricoperti con una glassa di uova e zucchero, una vera bontà!

Stavolta, anziché seguire la ricetta del libro del mio amato Marc Grossman, ho preferito utilizzare la pasta sfoglia già pronta ma il risultato è stato comunque buono.

Questi dolcetti li ho realizzati per una colazione in famiglia e vi garantisco che sono stati apprezzati da tutti, anche dalla mia nonna ultra tradizionalista!

 

 

Ingredienti per 10 cornetti:

1 rotolo di pasta sfoglia tonda

250 ml di panna liquida per dolci (fresca o a lunga conservazione, come preferite)

10 gr di burro a temperatura ambiente

65 gr di cioccolato fondente spezzettato (io ho usato una tavoletta di cioccolato fondente 75%)

50 gr di zucchero di canna

1 tuorlo

1 cucchiaio di acqua

 

 

Procedimento:

Scaldare il forno a 170 gradi.

In un pentolino, portare a bollore la panna e il burro, poi aggiungere il cioccolato fondente spezzettato.

Mescolare di continuo fino ad ottenere una crema densa e poi togliere dal cuore e mettere da parte.

Rivestire una teglia di carta forno.

Stendere la pasta sfoglia e spalmarvi sopra la crema al cioccolato.

Tagliare il disco di pasta sfoglia in 10 parti uguali (triangoli) e arrotolate ciascuna su se stessa partendo dal lato largo, in modo da formare un cornetto.

Adagiare i cornetti sulla teglia rivestita di carta forno.

In una tazza, sbattere il tuorlo con un cucchiaio di acqua poi spennellare i cornetti con il composto ottenuto.

Cospargere i cornetti con lo zucchero, poi infornare a 170 gradi per circa 20 minuti, fino a doratura.

Sfornare e lasciare raffreddare per almeno 10 minuti prima di servire.

Fudge al burro d’arachidi

Fudge al burro d'arachidi
Fudge al burro d’arachidi

Fudge al burro d’arachidi

Questi cioccolatini sono una a variante del classico Fudge americano, preparati con cioccolato bianco, burro d’arachidi e latte condensato. Il risultato? Pura libidine!!!

Io, nonostante sia un alimento altamente ricco di grassi, adoro il burro d’arachidi e mi piace mangiarlo soprattutto spalmato sulle fette biscottate o sui pancakes, ingordigia allo stato puro!

Il burro di arachidi è una crema spalmabile presente in tutte le cucine americane, dove viene consumata come snack spalmato su fette di pane tostato oppure impiegato per la preparazione di biscotti (i famosi cookies).

Tuttavia, questa crema può essere abbinata anche alla frutta fresca (ad esempio, spalmando qualche cucchiaino di burro su fette di mela), nell’impasto di torte e dolci per renderli più soffici, nelle vellutate di verdura (per donare sapore al piatto finale), come topping sul gelato (insieme o in sostituzione di ciuffi di panna montata fresca), nei frullati e nei frappè.

Ottenuto dalla macinatura di semi di arachidi, il burro di arachidi è ricco di proteine vegetali ma anche di grassi, fibre, vitamine e sali minerali.

Il burro di arachidi può essere facilmente preparato in casa, tritatando le arachidi pelate in un mixer fino ad ottenere una purea.

 

 

Ingredienti per 10 cioccolatini:

80 gr di cioccolato bianco
5 cucchiai di burro di arachidi
1/2 bustina di vanillina
100 gr di latte condensato

 

 

 

Procedimento:

In un pentolino, sciogliere il cioccolato bianco e il burro di arachidi mescolando bene per amalgamare il composto.

Quando il cioccolato sarà sciolto, spegnere il fuoco, aggiungere il latte condensato e mescolare bene.

Trasferire il composto ottenuto in uno stampo (io ho usato un contenitore di alluminio per 4 persone).

Coprire lo stampo con la pellicola e riporlo in frigorifero per almeno 3 ore, in modo che il cioccolato diventi solido.

Dopo 3 ore, trasferire il composto su un tagliere.

Tagliare il Fudge a cubotti con un coltello da cucina.

Servire i Fudge al burro d’arachidi a temperatura ambiente.

Torta vegana di carote e tofu

Torta vegana di carote e tofu
Torta vegana di carote e tofu

Torta vegana di carote e tofu

Una torta morbida e soffice, adatta a chi segue una dieta vegana nonché agli intolleranti al glutine e al lattosio.

La farina di farro e la farina di quinoa sono povere di calorie ma ricche di proteine, vitamine (B2, C, E) e sali minerali (fosforo, potassio, magnesio, ecc).

Il tofu è un formaggio ottenuto dalla cagliatura del latte di soia, 100% di origine vegetale e senza glutine, quindi adatto ai celiaci.

 

 

 

Ingredienti:

150 gr di farina di quinoa

150 gr di farina di farro

300 gr di carote

200 gr di dolcificante (io Stevia)

200 gr di tofu

120 ml di succo di arancia (o spremuta)

100 ml di latte di riso (o latte di soia, come preferite)

100 ml di olio di mais

1 bustina di cremor tartaro

1 cucchiaino di cannella in polvere

zucchero a velo q.b. (facoltativo)

 

 

 

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 180 gradi e rivestire una tortiera di carta forno.

Pelare e grattugiate le carote a julienne.

In una ciotola unire le carote grattugiate, la farina di farro, la farina di quinoa, il dolcificante, il cremor tartaro e la cannella in polvere.

Versare nel bicchiere del mixer il tofu tagliato a cubetti, l’olio di mais, il latte di riso e il succo di arancia e frullare per ottenere una crema omogenea.

Versare la crema ottenuta nella ciotola con le carote grattugiate e le farine, quindi mescolare con una frusta elettrica o manuale, cercando di ottenere un composto liquido e privo di grumi causati dalla farina.

Riversare il composto nella tortiera rivestita e cuocere in forno caldo a 180 gradi per 30-35 minuti.

Prima di estrarre la torta dal forno, fare la “prova stuzzicadenti” (inserendo lo stuzzicadenti nel centro della torta).

Sfornare la torta solo se lo stuzzicadenti sarà estratto completamente pulito e asciutto.

Sfornare la torta e lasciarla raffreddare a temperatura ambiente.

Servire la Torta vegana di carote e tofu con una spolverata di zucchero a velo sulla superficie, intera o tagliata a fette.

 

Cioccolatini di riso

Cioccolatini di riso
Cioccolatini di riso

CIOCCOLATINI DI RISO

In Europa e negli USA il riso soffiato è consumato solitamente per la prima colazione (insieme al latte caldo e altri cereali come il muesli, ad esempio) e come snack dolce o salato (le gallette di riso), ma in India, paese di cui è originario, rappresenta un tipico accompagnamento a piatti a base di verdure (patate, cipolle, ecc), pesce e carne.

Il riso soffiato è un alimento adatto a quasi tutti i regimi nutrizionali: non contiene glutine, è relativamente ipocalorico (una porzione media di 25-45 gr contiene 90160 kcal) e adatto a chi segue un’alimentazione vegana e vegetariana.

Questi cioccolatini di riso sono deliziosi e si realizzano in pochissimo tempo e senza cottura: perfetti per l’estate!

Un dessert economico e semplicissimo da servire ai vostri ospiti o da mangiare davanti ad un film alla TV, facendo molta attenzione perché sono uno tira l’altro!!

Io ho usato il cioccolato fondente ma voi potete usare indifferentemente il cioccolato al latte o il cioccolato bianco, e addirittura mixarli per ottenere un risultato ancora più speciale!

Inoltre, potete decorare i vostri cioccolatini aggiungendo delle gocce di cioccolato, codette, smarties, confettini, nocciole tritate, scaglie di cocco disidratato e ogni altro ingredienti a vostra disposizione, via libera alla fantasia!

 

 

INGREDIENTI:

1 tavoletta di cioccolato fondente (o bianco o al latte)

40 gr di riso soffiato

 

 

PROCEDIMENTO:

Sistemare i pirottini per i cioccolatini su un vassoio.

Sciogliere il cioccolato fondente in un pentolino a bagnomaria.

Mescolare delicatamente con un cucchiaio di legno per evitare che il cioccolato si attacchi alle pareti del pentolino.

Una volta che il cioccolato sarà sciolto, spegnere la fiamma e lasciar intiepidire.

Aggiungere il riso soffiato e mescolare con una spatola di legno per amalgamare gli ingredienti.

Con un cucchiaio, distribuire il composto di cioccolato e riso soffiato nei pirottini.

Porre i cioccolatini ottenuti a solidificare in frigorifero per almeno 1 ora.

Servire i cioccolatini.