Mese: Luglio 2016

Pollo kung pao

Pollo kung pao
Pollo kung pao

POLLO KUNG PAO

Il pollo kung pao è un piatto di origine cinese a base di bocconcini di petto di pollo, zenzero, peperoni, arachidi e salsa agrodolce.

Io adoro le ricette a base di pollo e questa è semplicemente deliziosa, credetemi, e perfetta per una cenetta da servire ai vostri ospiti per conquistare i loro palati con un tocco orientale, oppure da mangiare da soli, magari davanti ad un bel film alla tv e accompagnata da una birretta bionda fresca.
Una ricetta facile, semplice ed economica per gustare un piatto non eccessivamente calorico ma molto saporito.

 

 

Ingredienti per 1 porzione:
120 gr di petto di pollo (o tagliata di pollo, in base ai vostri gusti)
1 peperone (giallo/rosso/verde, in base alla vostra disponibilità)
20 gr di arachidi
1 spicchio di aglio
1 cucchiaio di farina 00
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
Sale, zenzero macinato

 

Per la salsa: 
1 cucchiaio di salsa di soia
1 cucchiaio di aceto
1/2 cucchiaio di zucchero di canna
1/2 bicchiere di acqua
1 cucchiaio di farina
Peperoncino macinato q.b.

 

 

Procedimento:
Tagliare il petto di pollo in bocconcini.
In una ciotola, unire i bocconcini di pollo, la farina, lo zucchero di canna, l’aglio e una spolverata di zenzero. Far riposare il pollo per 1 ora, in modo che insaporisca.
Nel frattempo, lavare e tagliare il peperone a listarelle.
Dopo 1 ora, scaldare 1 cucchiaio di olio in una padella antiaderente e rosolarvi i peperoni.
Quando i peperoni saranno abbastanza morbidi, aggiungere il pollo e le arachidi e cuocere il tutto a fuoco medio per una decina di minuti, poi spegnere il gas e mettere da parte.
Preparare ora la salsa mescolando tutti gli ingredienti necessari in un bicchiere.
Versare la salsa nella padella insieme al pollo, accendere il fuoco e cuocere per 5-6 minuti, mescolando per far amalgamare bene il tutto.
Servire caldo.

Escondidinho de frango

Escondidinho de frango
Escondidinho de frango

ESCONDIDINHO DE FRANGO

Chi l’avrebbe mai detto che i brasiliani avrebbero avuto una ricetta in comune con gli antenati e gli odierni sudditi della Regina Elisabetta? Eh si perché l’Escondidinho de frango non è altro che che la Shepherd’s pie amara dai sudditi di sua maestà!

Un tortino di pasta sfoglia ripieno di pollo, cipolle, patate e carote. Una ricetta facile e veloce per un piatto perfetto da mangiare con più volte (io preparo sempre un tortino e ne porto una fetta per il pranzo in ufficio, bella idea, vero??).

 

 

Ingredienti:

2 rotoli di pasta sfoglia confezionata
500 gr di petto di pollo
1/2 cipolla
2 carote
1 patata grande
Qualche foglia di prezzemolo fresco
2 cucchiai di farina 00
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
1 uovo
Sale

 

 

Procedimento:

Tagliare il petto di pollo a dadini non troppo sottili.
Tritare finemente la cipolla.
Pelare e tagliare le carote a rondelle e la patata a dadini.
Scaldare un cucchiaio di olio extravergine di oliva in una padella.                                                                           Quando l’olio comincerà a sfrigolare, aggiungere i dadini di pollo e rosolarli a fiamma bassa.
Aggiungere le verdure tagliate, salare e pepare, quindi cuocere a fuoco basso, mescolando.
Aggiungere un bicchiere d’acqua e cuocere per un quarto d’ora, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.
Aggiungere due cucchiai di farina, mescolare bene per far amalgamare tutti gli ingredienti e cuocere.
Quando il pollo e le verdure saranno cotti, spegnere il fornello e lasciar raffreddare.
Nell’attesa, preriscaldare il forno a 160 gradi, rivestire una teglia rotonda di carta forno e adagiarvi una sfoglia.
Farcire la sfoglia con il ripieno di pollo e verdure, poi ricoprire con l’altra sfoglia e sigillare gene i bordi del tortino.
Sbattere l’uovo e usarlo per spennellare la superficie del tortino.
Cuocere il tortino in forno caldo a 160 gradi per 30-35 minuti.
Sfornare e servire.

Torta al cacao con maionese

Torta al cacao con maionese
Torta al cacao con maionese

TORTA AL CACAO CON MAIONESE
No, non storcete il naso: la maionese non è utilizzabile solo nelle preparazioni salata ma anche nelle dolci, ve lo assicuro! Del resto, se ci pensate bene, la maionese è una preparazione a base di uova e olio extravergine di oliva, quindi i classici ingredienti delle torte! Vi ho stupito, eh?!? E allora continuate a fidarvi dei miei suggerimenti e preparate questa torta al cacao e maionese, una torta morbida e umida, perfetta da mangiare a colazione o a merenda.

Persino mia madre, all’oscuro della ricetta, dopo aver assaggiato questa dolcezza e aver saputo della presenza della maionese, ha commentato: “Mmm… Una bella scoperta!”.

Ho scovato questa ricetta su un libro di cucina e, volendo attenermici rigorosamente, ho usato il bicarbonato di sodio al posto del lievito per dolci in polvere, ottenendo una torta fragrante e morbida, ma voi potete usare il lievito senza alcun problema.
Che ne dite, vi ho convinto?

 

 

Ingredienti:

250 gr di farina 00
60 gr di cacao amaro in polvere
1,5 cucchiaini di bicarbonato di sodio
220 gr di zucchero di canna
150 gr di maionese
200 ml di acqua
1 cucchiaino di cannella in polvere
Un pizzico di sale

 

 

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 180 gradi e rivestire una teglia tonda di carta forno.
In una ciotola, unire la farina, il cacao amaro in polvere, un cucchiaino e mezzo di bicarbonato di sodio e un pizzico di sale.
In un’altra ciotola mescolare lo zucchero di canna, la maionese, l’acqua e un cucchiaino di cannella in polvere.
Unire il contenuto delle due ciotole e mescolare bene (magari con una frusta) per amalgamare gli ingredienti ed ottenere un composto liscio e senza grumi.
Versare il composto nella teglia rivestita e cuocere in forno caldo a 180 gradi per 35 minuti.
Sfornare la torta e far intiepidire prima di servire.

Gallinella in crosta aromatica

Gallinella in crosta aromatica
Gallinella in crosta aromatica

Gallinella in crosta aromatica

Gallinella in crosta aromatica. Oggi avevo voglia di mangiare del pesce per cena e, passando davanti al banco pesce, ho trovato in offerta le gallinelle di mare, un pesce che non avevo mai mangiato ma che, dato il prezzo fortemente low cost, avevo voglia di provare.

Ho chiesto al pescivendolo di pulire i filetti e, nel frattempo, ne ho approfittato per farmi consigliare qualche ricettina gustosa per preparare la gallinella: all’acqua pazza, alla pizzaiola, al limone e in crosta. Io ho optato per quest’ultima variante, profumando i filetti con tutte le erbe aromatiche che avevo in cucina e la buccia di un lime. Il risultato? Un sapore simile a quello dell’orata, molto delicato e leggero.

 

Ingredienti:

2 filetti di gallinella
1 lime
3 cucchiai di pangrattato
Qualche foglia di prezzemolo fresco
5-6 pomodori pachino
Mollica di pane q.b.
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
Sale, pepe, erbe aromatiche (erba cipollina, origano, menta, rosmarino)

 

 

Procedimento:

Sciacquare i filetti di gallinella sotto acqua corrente e procedere con la rimozione delle interiora (se non vi siete fatti pulire i filetti dal pescivendolo).
Grattugiare la buccia del lime e spremere il lime.
In una ciotola, unire la buccia grattugiata del limone, qualche foglia di prezzemolo fresco, una manciata di molliche di pane secco, il pangrattato, un pizzico di sale e una bella spolverata di erbe aromatiche.
Rivestire una teglia di carta forno e preriscaldare il forno a 200 gradi.
Adagiare i filetti di gallinella al centro della teglia e irrorarli con il succo del lime e due cucchiai di olio extravergine di oliva.
Ricoprire i filetti di gallinella con la panatura realizzata con le molliche di pane secco, il pan grattato e le erbe aromatiche.
Lavare i pomodori pachino, tagliarli a metà e unirli ai filetti di gallinella panati nella teglia.
Cuocere il tutto in forno caldo a 200 gradi per 15 minuti, fino a doratura.
Sfornare e servire subito, accompagnando i filetti con una porzione di patate al forno o un’insalata mista.

Torta di fagioli azuki

Torta di fagioli azuki
Torta di fagioli azuki

TORTA DI FAGIOLI AZUKI

Ieri, curiosando tra gli scaffali di un negozio che vende prodotti provenienti da tutto il mondo, mi sono imbattuta nei fagioli “azuki”, una specie di legumi secchi dolci, dal sapore simile a quello delle castagne, e di colore verde, nativi della lontana Cina.
Legumi ricchi di proprietà nutritive, fibre, proteine, utili per il benessere di reni, cervello, ossa e fegato; alcuni studi hanno incluso i fagioli azuki tra gli alimenti che non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavole, insieme all’aglio nero, i semi di chia, il topinambur, ecc.
Ho chiesto alla commessa come andassero mangiati questi legumi e lei, anziché consigliarmi una zuppa (come immaginavo), ha proposto una torta: di fronte al mio scetticismo, ha preso un manuale di cucina internazionale e mi ha mostrato la ricetta di questa torta, che ho immediatamente annotato sull’Iphone.

Pochi ingredienti e minimo rischio di fallimento per una torta sfiziosa, ideale da servire ai vostri ospiti per deliziare i loro palati con una merenda esotica. Che ne dite? Vi ho convinto?

 

 

Ingredienti:
200 gr di fagioli azuki secchi
350 ml di latte di cocco
200 gr di zucchero di canna
3 cucchiai di miele
4 uova
3 cucchiai di olio
20 gr di mandorle tritate
20 gr di pistacchi tritati

 

 

Procedimento:
Mettere i fagioli azuki a bagno in acqua fredda per almeno 6 ore.
Scolare i fagioli e cuocerli in un pentolino con mezzo litro d’acqua per circa 20 minuti, o fino a quando i fagioli non saranno morbidi.
Versare i fagioli nel bicchiere del mixer e frullare per ridurli in purea.
In una ciotola, unire il latte di cocco, lo zucchero, il miele, le uova e l’olio, mescolando per ottenere un composto omogeneo e senza grumi.
Aggiungere anche la purea di fagioli e mescolare.
Versare il composto in una teglia rivestita di carta forno e distribuire sulla superficie le mandorle e il pistacchio tritati.
Cuocere la torta in forno caldo a 180 gradi per 40-45 minuti.
Sfornare e far raffreddare prima di servire.