Crea sito

Risotto al tiramisù

Il risotto al tiramisù potrebbe essere inserito in una raccolta di ricette strane ed insolite, come gli spaghetti ai fichi d’india. Contrariamente a quanto si possa pensare è un risotto delicato e cremoso, grazie alla presenza del mascarpone. Complessivamente risulta un risotto raffinato dove gli ingredienti sono le note di una melodia armoniosa. Molti si chiederanno come sia possibile portare in un piatto salato caffè, vaniglia o pavesini? La risposta sta nel giusto equilibrio. Nessuno degli ingredienti deve prevalere. Il risotto al tiramisù è una ricetta perfetta per una cenetta sfiziosa, una romantica cena per due e per una ricorrenza speciale. Questo insolito primo piatto nasce dalla voglia di rendere salato il mio dessert preferito: il tiramisu. In questo esperimento ho coniugato i miei due più grandi amori culinari: “risotto e tiramisù classico“. E’ nato un riso che stupisce e conquista chi lo assaggia. E’ molto facile da preparare, segue la regola di tutti i risotti. A questo punto non ci resta altro da fare che metterci all’opera e sperimentare questo risotto al tiramisù.

LEGGI ANCHE:
Tiramisù classico
Risotto fiori di acacia e pepe nero

Seguitemi sulla pagina FACEBOOK per restare sempre informati

risotto al tiramisù ricetta
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 160 gRiso Arborio
  • 100 gMascarpone (va bene anche senza lattosio)
  • Mezza tazza da caffè (di caffe’ non troppo forte)
  • 800 mlAcqua
  • 1 baccaVaniglia
  • 4Biscotti (tipo pavesini)
  • q.b.Cacao amaro in polvere
  • 40 gBurro
  • Chicchi di caffè (per decorare)

Preparazione

  1. Iniziamo la preparazione del risotto al tiramisù partendo dal brodo. In questo caso non andremo a preparare un vero e proprio brodo, ma un infuso di bacca di vaniglia, per richiamare il profumo di questa spezia che caratterizza il tiramisù classico. In un pentolino portiamo ad ebollizione, a fiamma bassa, 800 ml di acqua. Mettiamo in infusione una bacca di vaniglia tagliata per la lunghezza. Lasciamo sobbollire per qualche minuto e spegniamo la fiamma.

  2. Ora iniziamo la cottura del riso. Intanto prepariamo mezza tazzina di caffè non molto forte. Il gusto del caffè ristretto conferirebbe al risotto un gusto amarognolo. Ovviamente non la dobbiamo zuccherare. In una padella mettiamo metà del burro previsto a fiamma bassa. Quello restante lo metteremo in congelatore fino al momento di mantecare. Quando il burro sarà sciolto versiamo il riso e facciamo tostare per 2-3 minuti circa.

  3. Quando il riso diventa traslucido versiamo il caffè. Ricordiamo di tenere il fuoco molto basso. Il chicco deve assorbire il gusto del caffè, che diversamente evaporerebbe. A questo punto iniziamo la cottura del riso come al solito, aggiungendo un mestolo di liquido alla volta, fino a completo assorbimento. Regoliamo di sale.

  4. Quando mancano pochi minuti alla fine della cottura aggiungiamo il mascarpone e mescoliamo. L’amido creerà una cremina. A fiamma spenta mantechiamo con il burro congelato che darà corpo al risotto. Decoriamo con una leggerissima spolverata di cacao. Non esageriamo o renderemo il risotto amaro e poco gradevole. Riduciamo in polvere due pavesini e spolveriamo un angolo del nostro risotto. Decoriamo con qualche chicco di caffè e serviamo caldo.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.