Mojito

Ciao a tutti e bentornati nel blog di una cena per due. Inauguriamo la sezione cocktail e lo facciamo iniziando da un grande classico: il mojito. Questo spazio sarà dedicato alle ricette dei drink alcoolici più famosi, ma anche agli aperitivi analcolici e fantasiosi. Quando pensiamo ad un pranzo o una cena dobbiamo curarne l’organizzazione nei minimi particolari. Un proverbio dice che chi ben comincia è a metà dell’opera, ed è verissimo. Iniziare con un buon aperitivo significa gratificare e soddisfare il partner o gli amici. Allo stesso modo pensare ad un dopocena servendo un long drink, è senza dubbio romantico. Ma torniamo al mojito, protagonista indiscusso della ricetta.

Quando si parla di mojito il pensiero vola subito all’isola di Cuba.
L’origine del mojito, infatti, risale al 1500 nel mar dei caraibi. La paternità di questo drink si attribuisce a Sir Francis Drake, famoso corsaro inglese. Originariamente si chiamava “Draquito” ed era preparato con agua ardiente (un distillato di bassa qualità), lime, acqua e la hierba buena (una menta autoctona). Solo nel XX secolo il mojito è diventato il cocktail che conosciamo, amato e apprezzato in tutto il mondo. Spesso si pensa che preparare in casa un cocktail o un long drink si molto difficile e richieda esperienza ed attrezzatura professionale. Non a caso le ricerche maggiormente effettuate in internet sono: “come si prepara un cocktail” e “cosa serve per preparare un cocktail“. In realtà preparare il mojito è molto semplice, l’unica cosa richiesta è un pestello. Questa attrezzatura è utile per preparare qualsiasi drink alcolico e analcolico ed ha un costo davvero contenuto. Per finire dobbiamo solo imparare ad associare il giusto bicchiere. Nel caso del mojito dobbiamo scegliere un tumbler. Bene detto questo possiamo iniziare la preparazione del mojito.

Leggi anche
RISOTTO AL MOJITO ricetta facile
RISOTTO GAMBERI E MENTA un primo piatto leggero ed elegante

mojito, cocktail ricetta
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 1 mojito

  • 6 ramettimenta
  • 2 cucchiainizucchero di canna
  • Mezzolime (succo e scorza)
  • 60 mlrum (dorato)
  • 125 gghiaccio
  • q.b.acqua gassata (o selz)

Strumenti

Preparazione

  1. Come detto in precedenza il mojito è uno dei cocktail più facili da preparare. Prendiamo un bicchiere tumbler e mettiamo lo zucchero di canna. Aggiungiamo il succo di lime precedentemente spremuto e filtrato e mescoliamo.

  2. Aggiungiamo la menta, preferibilmente la hierba buena. Possiamo trovarla nei vivai ben forniti o sotto forma di semi da piantare. La hierba buena ha un gusto più delicato rispetto alla menta classica. In alternativa la menta va benissimo lo stesso. Ora con il pestello schiacciamo delicatamente per far fuoriuscire gli oli essenziali della menta.

  3. Aggiungiamo il ghiaccio, il rum e completiamo con una spruzzata di soda. Mescoliamo e decoriamo il mohito con una fetta di lime e un rametto di menta. Non esageriamo con il rum, perchè il mojito è un cocktail estremamente fresco e piacevole. Deve essere molto equilibrato.

  4. Se la ricetta ti è piaciuta lasciami, per favore, 5 stelline e condividila con i tuoi amici sui social.

    Il seguente articolo contiene link di affiliazione amazon icona.

3,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.