Crea sito

Polpette di pesca – pulpete de persegh

Le polpette di pesca – pulpete de persegh in dialetto lodigiano è un dessert semplice e goloso. Molto simile alla ricetta piemontese delle pesche ripiene agli amaretti, questa è la versione lodigiana, dove ho deciso di utilizzare anche gli amaretti al cacao di Sant’Angelo Lodigiano, marca Nosotti (in alternativa vanno benissimo quelli piccoli classici da pasticceria). Un dolce che si prepara in estate con l’arrivo delle pesche, meglio se non troppo mature, così rilasceranno meno acqua durante la cottura e saranno più croccanti. Un altro dolce con questo tipo di amaretti è il tiramisù con amaretti al cacao alla santagiolina.
Questa ricetta è tratta dal libro “La cucina di Lodi – Le ricette della tradizione” a cura dell’ APT del Lodigiano. 
Se ti piace questa ricetta e non vuoi perderti le altre, seguimi sulla mia pagina Facebook “Una cameriera in cucina” o nel gruppo dedicato

polpette-pesca
  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni16 pezzi
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaLocale

Ingredienti

  • 8pesche (non troppo mature)
  • 14amaretti (o 8 amaretti al cacao di Sant’Angelo Lodigiano)
  • 2 cucchiaizucchero
  • 1 cucchiaiocacao amaro in polvere
  • q.b.burro
  • 1 bicchieremaraschino (o rum, facoltativo)
  • 1/2 bicchieremarsala
  • 1/2 cucchiaiozucchero
  • 16mandorle pelate

Strumenti

  • Tagliere
  • Coltello
  • Tritatutto
  • Leccapentole
  • Cucchiaino
  • Teglia

Preparazione

  1. Per preparare le polpette di pesca – pulpete de persegh prendete le pesche, lavatele e tagliatele a metà togliendo il nocciolo. Poi con l’aiuto di un cucchiaino o meglio di uno scavino, scavate poca polpa da ogni pesca e mettetela nel tritatutto.

  2. Sempre nel tritatutto aggiungete due cucchiai di zucchero, un cucchiaio di cacao amaro in polvere, gli amaretti, una noce di burro e un bicchiere di maraschino o rum (io ne ho messo solo un goccio, altrimenti risulta troppo liquido).

  3. Azionatelo fino ad ottenere una crema, se necessario aggiungere ancora qualche amaretto sbriciolato, ma non dovrà essere troppo dura.

  4. Ora prendete la teglia, imburratela poi aggiungete mezzo cucchiaio di zucchero e mezzo bicchiere di marsala. Disponete le pesche all’interno e farcitele con il ripieno appena preparato.

  5. Al centro di ogni pesca posizionate una mandorla pelata ed infornatele in forno preriscaldato a 180 gradi, cuocendole i primi 15 minuti in modalità statica e i restati 10/15 minuti in modalità ventilata (attenzione a non far bruciare il ripieno).

  6. Una volta cotte, lasciatele raffreddare in forno con lo sportello aperto. Servitele tiepide o a temperatura ambiente. Buon appetito!!!

Note

Si conservano in frigorifero in un contenitore ermetico per 3/4 giorni.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!