Peperoni in agrodolce

Nelle mie zone, nella bellissima Ciociaria, esiste una varietà di peperone meglio conosciuta come “Peperone Pontecorvese”. E’ un ortaggio singolare e gustoso tanto da meritare la sigla DOP. Voi direte, e allora, sai quanti peperoni ci sono in giro? E’ vero, esistono molti peperoni di qualità, ma il pontecorvese proprio perche di origine protetta, è un ortaggio unico a se, con caratteristiche tipiche e singolari. Dopo questa meravigliosa sviolinata campanilistica 😛 vi racconto la ricetta dei peperoni in agrodolce. Certo, si possono realizzare anche con i peperoni del supermercato convenzionali, tuttavia avendo diverse conoscenze della mia zona che li produce, ho voluto valorizzare al massimo questo meraviglioso ortaggio con questa ricetta che si sposa benissimo alla circostanza. Vi assicuro che il risultato sarà davvero soddisfacente. Inoltre la ricetta è davvero semplice e tutto sommato veloce da realizzare per essere una conserva. Vediamo cosa ci occorre e come si preparano i Peperoni in agrodolce.

Peperoni in agrodolce
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni10 vasetti
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti:

  • 5 kgpeperoni di Pontecorvo (o altri peperoni convenzionali)
  • 1 laceto di vino bianco
  • 500 gzucchero
  • 200 gsale
  • 1 bicchiereolio di semi di girasole

Come si preparano i peperoni in agrodolce

La ricetta dei Peperoni in agrodolce è molto semplice ma si devono seguire dei passaggi ben specifici. Iniziate nel disporre dentro una pentola di acciaio (meglio evitare l’alluminio per il potenziale rilascio dei sali di alluminio a contatto con l’aceto) l’aceto di vino bianco con il sale, lo zucchero e l’olio di semi. Portate la pentola sul fornello e lasciate bollire. Una volta che i liquidi bollono spengete e lasciate raffreddare completamente.
  1. A questo punto lavate a asciugate i peperoni. Eliminate il torsolo verde ed i semini, quindi tagliateli a listarelle non troppo lunghe. Disponete i peperoni dentro un contenitore di acciaio (se usate la plastica assicuratevi che sia per alimenti con il simbolino forchetta e bicchiere, perchè l’aceto a contatto con alluminio o plastica di tipo non alimentare potrebbe far migrare sostanze pericolose alla salute umana) quindi versate la salamoia.

  2. Mescolate per bene e lasciate macerare il tutto per 24 ore. Non preoccupatevi se il liquido risulta poco rispetto ai peperoni, con la macerazione i vegetali perderanno acqua ed il volume del composto riuscirà poi a coprirli completamente. Passate le 24h, scolate il tutto e tamponateli con carta assorbente usa e getta. Disponeteli dentro dei vasetti sterilizzati in forno e ricopriteli con dell’olio di semi di girasole (se usate vasetti da 250 g ce ne vorranno circa 10).

  3. Peperoni in agrodolce

    Stringete bene i tappi dei vasetti (i tappi devono essere sempre nuovi) e disponeteli dentro una pentola capiente. Ricoprite di acqua e portate a bollore. Quando i Peperoni in agrodolce bollono, contate 5 minuti e spegnete il fuoco. Lasciate raffreddare all’interno della pentola i vasetti e toglieteli solo quando l’acqua sarà completamente fredda. Riponeteli in dispensa per l’inverno.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!