Frittata di pasta

La Frittata di pasta è un piatto unico semplice e gustosissimo. Nato come piatto di riciclo della pasta avanzata è diventato un primo molto apprezzato della cucina italiana. Ci sono molte varianti, ad esempio quella partenopea che prevede l’aggiunta di pomodoro alla pasta utilizzata e la mozzarella. A me personalmente piace in bianco, o meglio, senza l’aggiunta del pomodoro. Vi lascio la mia ricetta della Frittata di pasta, intanto non perdetevi le video ricette sulla mia Pagina Facebook, il mio account Istagram e il mio profilo Pinterest.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni6 -8 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

350 g spaghetti
3 uova grandi (oppure 5 medio piccole)
100 g salame napoletano
150 g provola
q.b. sale
q.b. pepe
100 g parmigiano grattugiato
q.b. olio extravergine d’oliva

Strumenti

1 Ciotola
1 Padella
1 Forchetta
1 Spatola

Come si prepara la Frittata di pasta

Iniziate la preparazione della Frittata di pasta tagliando a dadini piccoli la provola affumicata e il salame tipo Napoli, una volta tagliati metteteli momentaneamente da parte. Nel frattempo lessate la pasta in abbondante acqua salata.

Mentre la pasta cuoce, inserite dentro una ciotola capiente le uova, il formaggio grattugiato, una presa di pepe ed una di sale.

Con una forchetta amalgamate gli ingredienti, poi, quando la pasta sarà cotta scolatela e inseritela dentro la ciotola con le uova.

Successivamente unite la provola ed il salame quindi mescolate il tutto. Prendete una padella antiaderente abbastanza capiente, inserite un generoso filo di olio extravergine d’oliva quindi versate la pasta condita. Ponete sul fuoco e lasciate cuocere a fuoco medio alto per circa 5 – 10 minuti.

Passato il tempo, aiutandovi con un piatto o un coperchio leggermente unto di olio, girate la frittata quindi fate cuocere per altri 5 – 10 minuti a fuoco basso l’altra metà. Quando sarà cotta e ben dorata toglietela dal fuoco e sformatela su un piatto da portata.

In fine lasciate rapprendere qualche minuto, poi servitela ai vostri commensali. Sarà ottima sia calda che fredda. Un piatto completo anche per pranzi fuori porta o perchè no sulla spiaggia per i più coraggiosi!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!