I Krumiri: i dolci a forma di baffo

Chi avrebbe mai immaginato che i famosi baffi del re Vittorio Emanuele II potessero essere i protagonisti di questo dolce di Casale Monferrato? Nascono per opera del pasticcere piemontese Domenico Rossi che li creò nel 1878 con ingredienti semplici ed a disposizione di tutti.

Per questa ricetta abbiamo scelto la canzone “Ottocento” di Fabrizio De Andrè:

 

Dosi per 40-50 krumiri
700 grammi di farina tipo 1 di grano tenero
220 grammi di burro
280 grammi zucchero
2 uovo
4 tuorli
1 bacca di vaniglia fresca

Ammorbidite il burro ed unitelo allo zucchero mescolando con le mani, aggiungete le uova ed i tuorli e sbattete il composto con la planetaria o uno sbattitore elettrico. Aggiungete la farina setacciata e la vaniglia, mescolando fino ad ottenere un composto compatto ed uniforme, mettete l’impasto in frigo a riposare per 1 notte intera. Create su una teglia con carta forno i krumiri, utilizzando una sparabiscotti o, se sprovvisti, ricavate con le mani dei filoncini da tagliare a misura. Passate i rebbi di una forchetta sopra per dargli la tipica texture ed incurvateli lievemente per dargli la tipica forma a baffo. Infornate a forno preriscaldato per 5 minuti a 200°C e poi per altri 15 minuti a 180°C.

Precedente L'Aceto Balsamico, delizioso e benefico! Successivo La zucca, ottima in cucina e non solo!