Baci di dama al pistacchio: quando il Piemonte incontra la Sicilia

Giuro che la ricetta non era stata programmata. Ma quel pacchettino di pistacchio di Bronte acquistato in Sicilia era ancora nella mia cucina, in trepidante attesa della ricetta perfetta che gli avrebbe finalmente reso giustizia.  E oggi, complice il contest lanciato dal nostro blog a tema Pistacchio, la mia voglia di pistacchiosità era diventata irrefrenabile.

Ho deciso così di infondere un po’ di aromi siciliani al pasticcino piemontese per eccellenza.

E il risultato…beh… provateci e fatemi sapere.

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    15 minuti
  • Porzioni:
    25-30 pasticcini
  • Costo:
    Alto

Ingredienti

Baci

  • 100 g Burro
  • 100 g Pistacchi non salati (oppure farina di pistacchi)
  • 100 g Farina integrale
  • 80 g Zucchero
  • 1 pizzico Fior di sale
  • 1 bacca Vaniglia
  • Scorza di limone

Farcitura

  • 75 g Cioccolato bianco
  • 25 g marmellata di limoni

Preparazione

Baci

  1. Se non si possiede la farina di pistacchi, tritare la frutta secca fredda di frigo al mixer per qualche secondo, facendo attenzione a non surriscaldarla. Tostare la farina così ottenuta in forno a 180 °C per 10-15 minuti, oppure in padella per qualche minuto. I pistacchi dovranno risultare asciutti con una lieve nota tostata. A questo punto far raffreddare completamente la farina.

    Nel frattempo lavorare il burro con una spatola rigida o una frusta in modo da renderlo cremoso. Unire il resto degli ingredienti, compresa la farina di pistacchi raffreddata, e impastare velocemente il composto fino ad ottenere un panetto liscio e compatto. Proteggere l’impasto con la pellicola e far riposare in frigorifero per almeno 2 ore.

    Passato il tempo di riposo, formare con la frolla delle palline del peso di 7 grammi ciascuna. Il peso in questo caso è importante al fine di ottenere una cottura e una grandezza uniforme dei pasticcini.

    Una volta formate, riportare nuovamente le palline in frigorifero per qualche ora o ancora meglio una notte. Trenta minuti/un’ora prima di infornare, ricordarsi di porre in congelatore l’impasto. Questo passaggio è fondamentale per una buona riuscita dei dolcetti, pena un biscotto informe e totalmente appiattito.

    Io ho tenuto in congelatore le palline solo 10 minuti e, come potete notare, sono un po’ acciaccate.

    Accendere il forno a 160 gradi e disporre le palline ben distanziate tra di loro su una teglia rivestita con un foglio di carta forno. Infornare e lasciare cuocere per circa 15 minuti.

Assemblaggio

  1. Sciogliere il cioccolato al microonde o a bagnomaria e amalgamare delicatamente la marmellata di limoni fino ad ottenere una crema liscia priva di grumi. Se necessario, aggiungere un cucchiaio di panna calda.

    Una volta che i baci saranno ben freddi, spalmare un velo di crema su un biscotto e accoppiarne un altro in modo da formare il pasticcino.

  2. Attenzione a non farvi travolgere da questi dolci, burrosissimi baci.

Precedente Risotto pesce spada e zucchine - i ricordi del Mediterraneo Successivo Il frutto della passione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.